Crea sito

Papa ordina 11 sacerdoti: siate misericordiosi. Senza croce non c’è Gesù

Partecipi della missione di Cristo, continuatori dell’opera di Dio, scelti per essere ministri dell’unità sull’esempio di Cristo Buon Pastore. Questo in sintesi il modello che il Papa ha proposto stamani agli 11 nuovi sacerdoti da lui consacrati nella Basilica di San Pietro. “Con la parola e con l’esempio, siate tanto misericordiosi! Senza croce non troverete Gesù”, sono state le parole del Santo Padre che, nella 53.ma giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, dal suo account Twitter @Pontifex,scrive: “Ogni vocazione nella Chiesa ha origine nello sguardo compassionevole di Gesù, che ci perdona e ci chiama a seguirlo”. Il servizio di Paolo Ondarza

Radio Vaticana

Partecipi della missione di Cristo, unico Maestro. E’ alto il mandato dei nuovi presbiteri ordinati questa mattina dal Papa nella Basilica Vaticana. Francesco lo ricorda loro, scelti da Cristo, Sommo Sacerdote, invitandoli a vivera la Parola di Dio:

“Dispensate a tutti quella Parola di Dio, che voi stessi avete ricevuto con gioia. Fate memoria della vostra storia, di quel dono della Parola che il Signore vi ha dato tramite la mamma, la nonna – e come dice Paolo – i catechisti e tutta la Chiesa. Leggete e meditate assiduamente la Parola del Signore per credere ciò che avete letto, insegnare ciò che avete appreso nella fede, vivere ciò che avete insegnato”.

Continuatori dell’opera santificatrice di Dio, i nuovi sacerdoti sono esortati da Francesco a edificare con la parola e con l’esempio, con la dottrina e con il profumo della testimonianza di vita, la Chiesa, casa di Dio:

“Riconoscete dunque ciò che fate. Imitate ciò che celebrate perché così, partecipando al mistero della morte e risurrezione del Signore, portiate la morte di Cristo nelle vostre membra e camminiate con Lui in novità di vita”.

Scelti tra gli uomini per attendere alle cose di Dio, i nuovi sacerdoti sono esortati dal Papa a esercitare in letizia e carità sincera l’opera di Cristo, intenti a piacere a Dio e non a sé stessi. “Senza croce non troverete mai il vero Gesù; e una croce senza Cristo non ha senso”, dice Francesco chiedendo ai nuovi ammessi all’ordine di essere ministri dell’unità nella Chiesa e sull’esempio del Buon Pastore, venuto per servire, non per essere servito, di non rimanere nelle proprie comodità, ma di uscire a cercare e salvare ciò che era perduto. “Siate tanto misericordiosi”, è l’invito del Papa:

“Con il Battesimo aggregherete nuovi fedeli al Popolo di Dio. Con il Sacramento della Penitenza rimetterete i peccati nel nome di Cristo e della Chiesa. E, per favore, in nome dello stesso Signore, e in nome della Chiesa, vi chiedo di essere misericordiosi, tanto misericordiosi. Con l’olio santo darete sollievo agli infermi. Celebrando i sacri riti e innalzando nelle varie ore del giorno la preghiera di lode e di supplica, vi farete voce del Popolo di Dio e dell’umanità intera”.

Forte il coinvolgimento spirituale degli undici nuovi sacerdoti. Chiamati per nome uno ad uno hanno risposto senza esitazione: “Eccomi”.Nove provengono dai seminari della diocesi di Roma; gli altri due rispettivamente appartengono alla congregazione dei Rogazionisti del Cuore di Gesù e alla Confederazione dell’Oratorio di san Filippo Neri. “Dio che ha iniziato in te la sua opera da bambino, la porti a compimento” è stata la benedizione del Papa su ciascuno.