Reggiana salvezza raggiunta!

Il 1º maggio 2024 passa di diritto tra le date da ricordare ed incorniciare per la storia della Reggiana.

Proprio nel giorno del trentesimo anniversario della salvezza ottenuta in Serie A a San Siro contro il Milan, i granata, davanti ad oltre 13mila spettatori, conquistano la salvezza anche nel campionato di Serie B superando il Modena nel Derby del Secchia grazie al rigore messo a segno da Cedric Gondo.

Un risultato straordinario per l’undici di Nesta che centra l’obiettivo stagionale addirittura con due giornate d’anticipo, a dieci giorni dal brutto capitombolo in casa con il Cosenza che aveva fatto temere il peggio.

Proprio nel momento più difficile, Rozzio e compagni sono riusciti a trovare due vittorie fondamentali che hanno permesso ai granata di ottenere la permanenza in serie B con ancora 180 minuti da disputare.

Grande merito va dato ad Alessandro Nesta che non ha snaturato la squadra e ha continuato a credere nei propri uomini e nel proprio credo calcistico, scelta che si è rivelata azzeccata e che ha condotto la Reggiana fino al nono posto in classifica, a pochissimi punti addirittura dalla zona playoff.

L’obiettivo richiesto dalla società è stato comunque raggiunto: l’anno prossimo la Reggiana disputerà il campionato di Serie B e questo permetterà a Salerno ed Amadei (ma anche al direttore sportivo Goretti) di programmare con tempo la prossima stagione e, perché no, rinforzare la rosa della squadra nel tentativo di dare continuità al progetto iniziato con l’arrivo dell’ex presidente del Modena e del patron dell’Immergas.

Sognare, del resto, non costa nulla…

laliberta.info

Serie B: una Reggiana tosta batte il Modena e si regala derby e salvezza

Serie B: una Reggiana tosta batte il Modena e si regala derby e salvezza

I granata tornano a cogliere il successo al “Città del Tricolore” che mancava dal 26 dicembre. A decidere lo scontro con i canarini un rigore di Gondo a metà ripresa. Obiettivo stagionale centrato con due turni d’anticipo, ora si sognano i playoff

REGGIO EMILIA – Una partita che valeva una stagione il derby di oggi al Città del Tricolore tra Reggiana e Modena. Una salvezza matematica che, alla luce dei risultati delle partite delle 15, passava da questa gara nella quale, nonostante il meteo inclemente, il pubblico ha risposto come sempre presente con 13.500 presenze allo stadio.

Alla fine di una battaglia di muscoli e nervi, più che di tecnica, di sciabola più che di fioretto, i granata escono vittoriosi dal campo grazie al rigore trasformato da Gondo a metà ripresa. Un primo tempo partito con poche occasioni, solo qualche guizzo del Modena con i colpi di testa di Abusio, finiti fuori. La gara si accende con Battistella che, in un paio di riprese, innesca la miccia subito sventata da Rozzio e compagni.

Nella ripresa le due squadre provano a non farsi del male, infatti non si contano occasioni pericolose fino al 64′ quando un intervento maldestro di Oukhadda su Pieragnolo in area di rigore fa sì che l’arbitro decreti il penalty. Della battuta si occupa Gondo che trasforma con freddezza glaciale spiazzando Gagno e siglando la rete decisiva per la vittoria finale.

Al triplice fischio, la panchina granata esplode di gioia con Nesta che si getta sul rettangolo verde per abbracciare i suoi giocatori. Gioia immensa anche sugli spalti, con i tifosi granata – dodicesimo uomo in campo – che diventano protagonisti del dopo gara con cori e sfottò all’indirizzo dei cugini.

Domenica 5 maggio, alle 15, andrà in scena un vero e proprio spareggio per sognare addirittura i playoff in casa della Sampdoria, distante solo 3 punti e settima in classifica. Con l’obiettivo stagionale centrato, ora sognare non costa nulla.

Il tabellino

REGGIANA – MODENA 1 – 0

Marcatore: rigore Gondo (R) al 64′.

REGGIANA (3-4-2-1): Bardi; Libutti, Rozzio, Pajac (Szyminski al 75′); Fiamozzi, Bianco (Varela Djamanca al 87′), Kabashi (Cigarini al 85′), Pieragnolo; Portanova, Melegoni (Antiste al 75′); Gondo. A disposizione: Sposito, Satalino, Vido, Reinhart, Okwonkwo, Blanco, Pettinari, Vergara. Allenatore: Nesta.

MODENA (4-3-1-2): Gagno; Magnino, Zaro, Pergreffi, Cotali (Bozhanaj al 67′); Battistella (Oukhadda al 46′), Santoro, Corrado (Cauz al 46′); Palumbo; Abiuso (Manconi al 74′), Gliozzi (Strizzolo al 67′). A disposizione: Seculin, Vandelli, Tremolada, Riccio, Mondele, Di Stefano, Oliva. Allenatore: Bisoli.

Arbitro: Niccolò Baroni. Assistente I: Stefano Liberti. Assistente II: Marco Belsanti. IV Ufficiale: Francesco Burlando. Var: Francesco Meraviglia. Avar: Orlando Pagnotta.

Note: la Reggiana scende in campo con una divisa rievocativa della salvezza a San Siro di trent’anni fa.

Ammoniti Palumbo (M) al 25′, Battistella (M) al 36′, Pergreffi (M) al 45’+1′, Abiuso (M) al 72′.

Angoli 2-3 al primo tempo, 3-4 al secondo tempo. Recupero 1′ al primo tempo, 5′ al secondo tempo.

reggionline.com

Pari al Rigamonti di Brescia. Finisce 0-0 la partita di oggi 24 febbraio tra Brescia e Reggiana

Primo tempo con poco ritmo da parte di entrambe le formazioni. Le squadre non pungono e vanno a riposo sullo 0-0. Più intenso il secondo tempo nonostante il forte temporale che si abbatte su Brescia dove la reggiana ha almeno tre occaisoni nitide per passare in vantaggio.

Alla fine i granata ottengono un buon punto in trasferta su un campo non facile come quello bresciano. La Reggiana riparte ma contiunua l’astinenza dal gol.

Prossima sfida quella casalinga con il Südtirol nel turno infrasettimanale in programma martedì 27 febbraio alle ore 18:15, valida come ventisettesimo turno del campionato di Serie BKT.

stampareggiana.it