Crea sito

Chiesa è Internet. Il Diritto canonico è on line. E sullo smartphone

Il Diritto canonico anche su Internet. Anzi meglio: anche sugli smartphone. Non si tratta di un cedimento alle tendenze del momento ma una scelta molto pratica, dettata dalla necessità di rendere disponibili in modo veloce e aggiornato a cui possano fare riferimento tutti coloro che, per un motivo o per l’altro, hanno bisogno di consultare le leggi della Chiesa. Il Pontificio consiglio per i testi legislativi ha così messo on line il sito delegumtextibus.va .

“La sfida – spiega il cardinale Francesco Coccopalmerio, presidente del dicastero, alla Radio Vaticana – non riguarda solo la diffusione del Codice di Diritto canonico. Riguarda molto più profondamente una rinnovata coscienza del diritto nella Chiesa: che si possa arrivare a una stima, a un amore per il diritto. Questa è una grande sfida, non soltanto del nostro dicastero, ma deve essere di tutti i canonisti nel mondo, specialmente dei docenti. Il diritto è la persona, sono le sue esigenze di promozione, di tutela. Se io distinguo il diritto dalla persona, ho perduto il diritto e ho perduto anche la persona”.

L’obiettivo è quello di arrivare anche sui cellulari: “è un desiderio di questi ultimi tempi di arrivare sui cellulari, mettendo almeno il testo dei due codici, latino e orientale, e anche alcune delle leggi della Chiesa universale che possono essere più interessanti”, ha sottolineato Coccopalmerio.

Sul sito è reperibile una parte storica ma viene curato pure un settore relativo alle “news”. L’obiettivo è di rendere questo strumento on line una fonte di aggiornamento il più possibile costante su quanto viene svolto per la promozione del diritto canonico. Per quanto riguarda la parte storica si possono trovare informazioni storiche sia sulla codificazione latina che su quella orientale.

Inoltre sono sul web le riviste “Communicationes” e “Nuntia”. La prima è una rivista del Pontificio consiglio per i testi legislativi, semestrale, e nella quale vengono pubblicate tutte le novità normative riguardanti la Santa Sede nel semestre. Un servizio, quindi, per chi studia o deve applicare il Diritto canonico.

“Una cosa molto importante per noi sarebbe arrivare – riprende Coccopalmerio – a pubblicare tutta la bibliografia recente di natura canonistica: monografie, riviste, in modo che se uno vuole sapere che cosa è uscito nel semestre, può avere l’informazione con esattezza. E vorremmo che ci fosse on line una biblioteca, per quanto possibile completa, riguardante il Diritto canonico. Ripeto, sempre Diritto canonico latino e diritto canonico orientale, perché noi siamo competenti relativamente ai due polmoni, come diceva Giovanni Paolo II, con cui respira la Chiesa universale”.

avvenire.it

Il cardinale Francesco Coccopalmerio (dal sito http://www.delegumtextibus.va)