Crea sito

La prima messa di Monsignor Ghizzoni nuovo arcivescovo di Ravenna-Cervia

 

ghizzoni.ravenna.cerviaAssume oggi, domenica 20 gennaio, ufficialmente le funzioni di arcivescovo della diocesi di Ravenna Cervia Monsignor Lorenzo Ghizzoni, che sostituisce Giuseppe Verucchi, il quale a novembre ha annunciato l’intenzione di andare in pensione con qualche mese di anticipo rispetto alla prassi (un fatto decisamente inusuale)

Ghizzoni arriva nella diocesi ravennate in un momento non semplice né per la congiuntura economica-sociale che chiama direttamente in causa la chiesa, tra gli attori protagonisti del sostegno anche materiale alle fasce di popolazione più bisognose, né per alcune tensioni che di recente hanno toccato il mondo cattolico locale (di poche settimane fa la denuncia di un ragazzo che sostiene di essere stato violentato da un prete). Ghizzoni sarà accolto dal Sindaco e dalle autorità cittadine in Municipio prima di celebrare la sua prima messa in Duomo, alle 15.30.

Originario di Reggio Emilia, Ghizzoni è stato ordinato sacerdote nel 1979, ha studiato diritto canonico e psicologia presso la Pontificia Università Gregoriana. Nella sua biografia si legge che dal 1986 al 1996 è stato direttore del Servizio Diocesano Vocazioni, dal 1987 difensore del vincolo nelle cause matrimoniali del tribunale ecclesiastico. È docente all’Istituto Superiore per Formatori sponsorizzato dalla Pontificia Università Gregoriana. Dal 1992 è vicedirettore del Centro Nazionale Vocazioni. Dal 1994 è rettore del seminario vescovile di Reggio Emilia. Dal 1998 è assistente diocesano dei Giuristi Cattolici. Il 7 febbraio 2006 viene eletto vescovo ausiliare di Reggio Emilia-Guastalla. Il 29 aprile 2006 riceve l’ordinazione episcopale dal vescovo di Reggio Emilia-Guastalla Adriano Caprioli. Il 27 maggio 2010 è eletto membro del Consiglio per gli affari economici della Conferenza Episcopale Italiana.

Da oggi è anche arcivescovo di Ravenna. Tra le forze politiche che hanno voluto dargli pubblicamente il benvenuto c’è il gruppo consiliare dell’Udc, il cui capogruppo Gianfranco Spadoni scrive: «Confidiamo nel suo sostegno e nella sua guida, impegnati a continuare il nostro cammino nel solco della Dottrina sociale della Chiesa e nella certezza di promuovere un’intensa e aperta collaborazione, nel rispetto dei singoli ruoli».

ravennaedintorni.it