Crea sito

ATTUALITÁ Abbonamenti alla mano, sull’autobus validano tutti

Dal 25 agosto l’obbligo di vidimare, sempre, il titolo di viaggio
05/08/2014
Dal 25 agosto ogni volta che si salirà in autobus sarà obbligatorio validare il biglietto o l’abbonamento.
La novità introdotta da Tper, ancora in fase sperimentale, prevede che il passeggero convalidi a tutti i cambi di mezzo sia i biglietti a tempo che gli abbonamenti mensili e annuali. Lo scopo dell’azienda regionale dei trasporti è ridurre l’evasione sui mezzi pubblici e ottenere al contempo dati puntuali sul numero dei passeggeri. L’obiettivo è rendere il servizio idoneo alle necessità e alle abitudini di chi viaggia coi mezzi pubblici, facendo rotta verso una sempre maggior efficienza.
Precisa Tper che questo metodo di validazione è già realtà in buona parte dell’Europa e, vicino a noi, nelle province di Ravenna, Modena e Reggio Emilia, oltre a essere prevista dalla Regione Emilia Romagna nelle modifiche dell’articolo 40 della legge regionale 30/1998.
Il meccanismo di convalida a ogni accesso si avvarrà dei dispositivi elettronici di validazione già presenti sui mezzi: le tessere di abbonamento Mi Muovo a microchip dovranno essere accostate al validatore, mentre i titoli a banda magnetica (biglietto ordinario, city pass, giornaliero) dovranno essere inseriti nella fessura della macchinetta. Dovranno invece essere mostrati al conducente i titoli cartacei senza banda magnetica, come il biglietto acquistato in vettura all’emettitrice automatica e l’abbonamento integrato treno e autobus di Trenitalia.
La misura è un’ulteriore declinazione della campagna “Io vado e non evado”, che nel 2013 nel bacino di Bologna e Ferrara ha portato al controllo dei titoli di viaggio di un milione 900mila viaggiatori (il 50% in più del 2012) e a un aumento degli abbonamenti annuali (+ 4,6%) e mensili (+ 12,8%).
Tper si impegna a informare gli utenti tramite una campagna di comunicazione capillare esibita sui mezzi, alle fermate e nei centri aziendali di informazione e vendita. In questa prima fase del progetto le mancate validazioni successive alla prima non saranno soggette a sanzioni. Sempre sanzionabili, invece, le mancanze o irregolarità del titolo di viaggio che vengano accertate dagli addetti ai controlli.
Una volta testato il sistema, dopo il periodo di prova verrà deciso se le nuove modalità entreranno a regime. Solo da allora le mancate convalide a ogni accesso saranno passibili di sanzioni.nuovodiario.com