Crea sito

Una nuova evangelizzazione attraverso il tradizionale, ma sempre nuovo, strumento dell’oratorio parrocchiale

Giovani: Al via l’anno pastorale del Centro oratori romani
 

Il vicegerente per la diocesi, monsignor Filippo Iannone (nella foto) ha presieduto la Messa a Santa Maria del Buon Consiglio: «Siate testimoni credibili e generosi, animati da un profondo amore per i fanciulli» di Micaela Castro

Una nuova evangelizzazione attraverso il tradizionale, ma sempre nuovo, strumento dell’oratorio parrocchiale. Questo l’obiettivo del Centro Oratori Romani che nei giorni scorsi ha solennemente inaugurato il proprio anno pastorale nel corso della celebrazione eucaristica a Santa Maria del Buon Consiglio, presieduta dal vicegerente per la diocesi di Roma, monsignor Filippo Iannone e concelebrata dagli assistenti degli oratori. Proprio nell’omelia, il presule ha sottolineato la «necessità di essere testimoni credibili e generosi, animati da un profondo amore per i fanciulli e i ragazzi».

«Fondamentale sarà l’esempio di coloro che ci hanno preceduto sulla vita della fede – ha detto – cominciando dal Servo di Dio Arnaldo Canepa, vero dono di Dio alla diocesi di Roma che ha vissuto pienamente l’annuncio evangelico dell’amore. Vi riconosceranno da come vi amerete – ha più volte sottolineato esortando i tanti catechisti presenti a non dimenticare l’eredità lasciata dal fondatore del COR, «un patrimonio che merita di essere custodito». Il presidente del COR, Alessandro Ciafrei, nel suo intervento di saluto, ha confermato l’impegno dell’associazione nella promozione dell’oratorio quale mezzo attuale, valido e capace di sconfiggere il crescente nichilismo presente tra i giovani attraverso l’entusiasmo degli animatori e con l’aiuto dello Spirito Santo.

Le attività negli oratori associati per la formazione dei nuovi animatori e catechisti svilupperanno quest’anno il tema “Ci credo. In Oratorio la fede si fa grande”, che condurrà i bambini e i ragazzi a riscoprire i contenuti della fede professata, celebrata, vissuta e pregata. L’associazione proseguirà nella promozione delle attività oratoriane nella diocesi attraverso lo sviluppo e il consolidamento degli oratori parrocchiali legati al COR, in particolare di quelli animati da catechisti “missionari”, ma anche con l’impegno nella riscoperta e nella valorizzazione dell’identità del catechista ed un percorso di riflessione e di nuova formalizzazione del metodo per raccogliere le nuove sfide dell’evangelizzazione.

Tutto questo verrà realizzato attraverso un’intensa offerta formativa con appuntamenti dedicati alle varie fasce di età, ma anche con la collaborazione con l’Ufficio catechistico e quello per la pastorale giovanile del Vicariato. In particolare il COR è attualmente coinvolto anche nella realizzazione dei sussidi per la fascia dei bambini fra i 6 e i 7 anni in uno speciale cammino di iniziazione cristiana all’interno dello spazio privilegiato dell’oratorio e attraverso una stretta collaborazione con le famiglie. Tutto questo senza dimenticare i tradizionali appuntamenti dedicati ai bambini e alle loro famiglie, come la benedizione dei bambinelli a Piazza San Pietro (16 dicembre) e la Festa della riconoscenza (28 dicembre), che testimoniano da sempre la gioia dell’esperienza oratoriana anche per le vie della nostra città.

romasette.it