Crea sito

Calcio. Sportube debutta in Serie A

Con un colpo a sorpresa la televisione via internet Sportube ha annunciato che inizierà a trasmettere ogni domenica tre partite di serie A. Si parte subito, già questa domenica, con in palinsesto un gran match comeMilan-Roma alle diciotto oltre a Napoli-Cagliari a mezzogiorno e mezza e Benevento-Inter alle quindici.

Sportube è attiva da anni in Italia, dove è conosciuta soprattutto tra i tifosi delle squadre della Serie C, di cui trasmette tutte le partite con abbonamenti da 29,90 euro per l’intera stagione o 2,90 per il singolo match, ma anche tra quelli di altri sport con meno seguito, come la pallavolo, la pallanuoto, la scherma, il badminton o i go kart. A maggio l’azienda è stata acquisita dal gruppo inglese Eleven Sports, che ha guidato quest’ulteriore espansione.

La webtv trasmetterà le partite in base a un accordo di distribuzione con Serie A Tim Tv, che detiene il pacchetto E del bando dei diritti televisivi 2015-2018, un pacchetto minore che consente la trasmissione via internet su telefonini, tablet e computer (non sulle smart tv) di tre partite alla settimana scelte dalla Lega, in genere le partite dell’ora di pranzo e del tardo pomeriggio più un match delle quindici o della sera. Sportube distribuirà quindi il canale della Serie A di Tim, praticando gli stessi prezzi: 1,99 per comprare una singola partita, 3,99 per comprare l’intera giornata, cioè tre match.

«Il nostro modello di acquistare diritti minori con costi di produzione praticabili e un grande appeal tra i tifosi italiani si è mostrato molto efficace e siamo entusiasti di potere portare la nostra copertura del calcio al livello successivo trasmettendo la Serie A ai nostri fan» ha spiegato Danny Menken, manager di Eleven Sports. «È con grande orgoglio e soddisfazione che ci apprestiamo a vivere questa stagione di Serie A Tim – ha commentato Bruno Stirparo, amministratore delegato di Eleven Sports Italia – la nostra offerta dedicata al calcio si arricchisce con i match più importanti a livello nazionale rendendoci sempre di più una realtà unica in Italia e al mondo».

Per il calcio italiano questo affare – che riguarda le partite da qui alla fine della stagione – è un’ulteriore dimostrazione di come l’innovazione possa cambiare lo scenario del calcio in tv, un tempo appannaggio della sola rete satellitare Tele+ e poi di Sky e quindi, dal 2005, contesa da Mediaset Premium.

Sportube è un nuovo attore che difficilmente si proporrà per uno dei pacchetti maggiori del prossimo bando della Serie A, ancora in preparazione con l’aiuto di Infront dopo il flop di giugno. Ma il debutto “in minore” di questa webtv rivela come con internet si stiano facendo numerosi i possibili concorrenti per contenuti che interessano alla gente e che un tempo erano esclusiva dei tradizionali canali televisivi. Per le partite del campionato più seguito del mondo, la Premier League inglese, si danno già per sicure offerte in arrivo dai giganti del web Google, Facebook e Amazon.

avvenire