Crea sito

Viva, il volontariato in festa per 10 giorni al Santa Maria di Reggio Emilia

Dal 31 agosto al 9 settembre dibattiti, concerti e momenti di cultura organizzati dalle onlus Ascmad Prora, Croce Verde, CuraRE e Grade

di Laura Pasotti – Gazzetta di Reggio

REGGIO EMILIA. Un inno al volontariato. È “Viva. Solidarietà a Reggio Emilia”, la tre giorni dedicata al no profit che si svolgerà al’interno dell’Arcispedale Santa Maria Nuova – Irccs il 29 e 31 agosto e il 9 settembre. L’idea arriva da Ascmad Prora, Croce Verde, CuraRE e Grade, 4 onlus che lavorano dentro l’ospedale e che, pur mantenendo la propria autonomia, hanno riconosciuto la necessità di una riflessione condivisa per evitare la dispersione delle risorse e per raccogliere fondi da investire in strutture, strumenti e servizi all’avanguardia in grado di dare nuove risposte assistenziali.

Nasce così “Viva”, con il logo disegnato da Davide Benati e il patrocinio di Comune, Provincia, Ausl, Fondazione Manodori e Azienda ospedaliera Santa Maria Nuova. “Abbiamo contribuito con entusiasmo alla creazione di Viva – ha detto Giovanni Fornaciari, direttore dell’U.O. di Medicina III – Gastroenterologia e presidente di Ascmad Prora – perché aprirsi a esperienze di condivisione con altre associazioni è senza dubbio positivo”.

Si parte il 29 agosto con un dibattito (ore 21, ingresso libero) sul tema del volontariato e della solidarietà a Reggio Emilia, sull’impatto di quest’ultimo sulle strutture ospedaliere e sulle prospettive future. Tra i relatori, il sindaco Luca Vecchi e l’assessore alle Politiche per la salute della Regione Carlo Lusenti. Il 31 agosto “Viva” propone un concerto benefico con Lassociazione, Violetta Zironi, Irene Fornaciari e Graziano Romani (ore 21, ingresso 10 euro).

La tre giorni si conclude il 9 settembre con una charity dinner sotto le stelle (ore 20.30, 25 euro a persona) con piatti della tradizione reggiana. Il ricavato della tre giorni “Viva. Solidarietà a Reggio Emilia” sarà destinato alle quattro onlus coinvolte per finanziare progetti di ricerca e assistenza all’interno dell’Arcispedale Santa Maria Nuova – Irccs.

Per il futuro le onlus puntano a trasformare “Viva” in un appuntamento fisso per la città. Per farlo 4 realtà non bastano ma l’idea è di coinvolgere tutte le circa 70 associazioni che operano in ospedale come ha sottolineato Francesco Merli, direttore del reparto di Ematologia e referente di Grade: «Spero che l’anno prossimo altre associazioni possano raccogliere il testimone di questo impegno condiviso”.

Per informazioni, prevendite dei biglietti del concerto e prenotazioni per la charity dinner, è necessario telefonare ai numeri: 0522.295585 (Ascmad Prora Onlus), 0522.286492 (Croce Verde), 342.8098898 (CuraRE Onlus), 0522.296888 (GRADE Onlus).

www.vivareggioemilia.it

volontariato