MATURITA’: OGGI LA PRIMA PROVA, ITALIANO

ansa

ESAMI PER 500MILA STUDENTI. BUSSETTI IN VISITA NELLE MARCHE Oggi per 500mila studenti la prima prova della Maturità 2018, Italiano. Alle 8:30 l’apertura del plico telematico. Il ministro Bussetti sarà oggi nelle Marche: prima nell’ateneo di Macerata dove incontrerà i rettori delle università marchigiane, poi nell’istituto ‘Filelfo’ di Tolentino. Giovedì la seconda prova, variabile in base agli indirizzi.

Maturità, la Notte prima degli esami in diretta streaming aspettando l’esame

La copertina di Notte prima degli esami © Ansa

La notte prima degli esami potrebbe essere insonne per il 70% dei maturandi. A far loro compagnia, la diretta di Skuola.net e Radio 24 a partire dalle 20.00 fino alle 8.00 del mattino. Una formazione fatta di influencer (Angelica Massera, gli Autogol, Leonardo Decarli, Valeria Angione, Martina dell’Ombra), cantanti (Shade, Calcutta, Lodo de Lo Stato Sociale) e istituzioni (il Presidente della Camera Fico, i Ministri Bussetti, Di Maio e Salvini).

Maturità al via – LO SPECIALE ANSA

Da che mondo è mondo la notte prima degli esami è un momento particolare e delicato. Sicuramente, si fa fatica a dormire. Ed è proprio questa la sensazione che hanno quasi 7 maturandi su 10: loro già sanno che difficilmente riuscirà a prendere sonno la sera prima dello scritto di italiano.

Per non lasciarli soli, Skuola.net prevede una diretta web lunga tutta la notte e che è possibile visionare anche su questa pagina a partire dalle 20.00.

Dai palazzi della politica a Youtube: ecco gli ospiti della serata-evento

Un’edizione speciale quella di quest’anno: ci sarà, infatti, una delle prime uscite pubbliche del nuovo ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, che per l’occasione ha registrato il suo in bocca al lupo ai maturandi. Ma tutto il mondo della politica si è mobilitato per gli studenti: tra le personalità che faranno visita a Skuola.net ci sarà anche il presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico. E nel corso della serata andranno in onda gli auguri del ministro dell’Interno Matteo Salvini, del ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio. All’appello, naturalmente, non mancheranno gli idoli degli studenti. Influcencer e Youtuber su tutti: gli Actual, gli Autogol, Leonardo Decarli, Martina Dell’Ombra, Valeria Angione, Angelica Massera. A cui si aggiungeranno le voci di Shade, Calcutta, Lodo de Lo Stato Sociale, Beppe Vessicchio. Tutti assieme per fare compagnia ai ragazzi e allentare la tensione con sketch, canzoni, battute e aneddoti sulla loro maturità. Fondamentale l’apporto degli addetti ai lavori: docenti, psicologi e persino la Polizia Postale porteranno la loro esperienza sul campo per dare consigli su come affrontare al meglio le prove d’esame.

La Notte prima degli esami

L’evento web di Skuola.net anche quest’anno si svolge in collaborazione con Radio 24, per far sì che in ogni canale gli studenti possano trovare il giusto riposo. Sul web una lunga diretta dalle ore 20.00 alle 8.00 del mattino successivo sui canali web di Skuola.net. Dalle ore 21 (per l’intera serata) on air anche sulle frequenze di Radio 24. Per gli studenti ci sarà l’occasione di sorridere e di avere gli ultimi utili consigli per affrontare al meglio gli esami. Negli studi di Skuola.net, infatti, si alterneranno vip ed esperti che vorranno far sentire la propria vicinanza ai ragazzi. Mentre, su Radio 24, il conduttore Federico Taddia sarà accompagnato dal giovane artista Lorenzo Baglioni, che con le sue canzoni – come ‘Il congiuntivo’, presentata all’ultimo Festival di Sanremo – cerca di rendere ‘digeribili’ ai ragazzi i concetti più ostici inseriti nei programmi scolastici.

I 10 modi preferiti per trascorrere la vigilia della Maturità 2018

La notte prima degli esami vedrà gli studenti non solo partecipare alla diretta streaming. Ci saranno infatti tante attività a fare da sottofondo. Secondo una indagine di Skuola.net su 6.000 maturandi, ecco le 10 attività che i maturandi pensano di svolgere per ingannare l’attesa. C’è chi preso dalla disperazione sfrutterà quelle ore per ripassare le ultime cose o per dare i ritocchi finali alla tesina: lo farà quasi 1 su 4 (il 24%). E chi tenterà di allentare la tensione distraendosi un po’: il 19% uscirà con gli amici. I più diligenti (17%) ne approfitteranno per andare a letto presto e provare a riposarsi dopo lunghe settimane di studio. Sempre presente chi, col favore delle tenebre, preparerà il materiale per copiare il giorno dopo (6%) mentre il 5% tenterà (invano) di cercare le tracce d’esame online. C’è chi si rivolgerà agli affetti: il 5% passerà la serata con il proprio amore, il 3% con la famiglia. Un altro 4% organizzerà l’ennesimo gruppo di studio con i compagni di classe. Il 5% cercherà un po’ d’evasione nelle partite dei Mondiali di calcio (anche senza Italia). La stessa quota (5%) ascolterà della buona musica o si rilasserà guardando un film.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Maturità 2018. Che cosa si può fare (e cosa no) durante l’esame di Stato

Il MIUR ha diffuso la circolare relativa agli adempimenti di carattere operativo e organizzativo per lo svolgimento delle prove scritte a giugno: il 20, 21 e 25 giugno

da Avvenire

Che cosa si può fare (e cosa no) durante l'esame di Stato

Quella che tutti conosciamo come Maturità, in realtà, si chiama esame di Stato. A introdurre la nuova denominazione fu il decreto del 1997 (firmato dall’allora ministro Luigi Berlinguer) che ne cambiò la struttura: con il debutto della terza prova, con la valutazione del curriculum scolastico e con il voto finale in centesimi. Quest’anno si inizia mercoledì 20 giugno con la prima prova, il tema d’italiano, giovedì 21 giugno si replica con la seconda prova, quella d’indirizzo. Il lunedì successivo – 25 giugno – va in scena la terza prova. Tempo qualche giorno è via agli orali. Che finiranno entro la metà di luglio.

Uno dei dubbi che sta animando la vigilia della Maturità 2018: è obbligatorio aver svolto tutte le ore di alternanza scuola lavoro per sostenere l’esame? In teoria sì, perché siamo alla fine del primo triennio pieno di funzionamento dello strumento. E quindi tutti i ragazzi di quinto dovrebbero aver svolto per intero l’alternanza (200 ore al liceo, 400 nei tecnici e professionali). Ma solo dall’anno prossimo sarà requisito di ammissione per l’esame.

Prosegue, intanto la fase organizzativa della #Maturità2018, già entrata nel vivo con l’emanazione dell’Ordinanza annuale lo scorso 2 maggio che rappresenta una sorta di manuale operativo per le commissioni. Il MIUR ha diffuso la circolare relativa agli adempimenti di carattere operativo e organizzativo per lo svolgimento delle prove di giugno. Vale a dire, tutto quello che c’è da sapere su cosa si può fare e cosa non si può fare mentre sono in corso gli esami di Maturità.

Ecco i divieti per l’esame di Maturità 2018

La circolare è stata emanata il 31 maggio, in concomitanza con la Conferenza Nazionale dei Dirigenti Tecnici e dei componenti le task-force regionali che gestiranno tutte le fasi della Maturità.

Confermato il divieto tassativo per maturande e maturandi, nei giorni delle prove scritte, di utilizzare cellulari, smartphone, PC e qualsiasi altra apparecchiatura elettronica in grado di accedere alla rete o riprodurre file e immagini, pena l’esclusione dall’Esame. Dallo scorso anno, come ricordato anche nell’Ordinanza del 2 maggio, vengono fornite indicazioni sull’uso delle calcolatrici scientifiche e/o grafiche nella seconda prova. Quelle ammissibili sono state rese note con una circolare di marzo e chi vorrà usarle dovrà consegnarle il giorno della prima prova scritta per consentire alla commissione d’esame i necessari controlli.

Nei giorni della prima, della seconda e dell’eventuale quarta prova scritta, quelle inviate con plico telematico, fino all’avvenuta stampa delle tracce, l’accesso a internet sarà riservato ai computer utilizzati dal dirigente scolastico o da chi ne fa le veci, dal direttore dei servizi generali e amministrativi (se autorizzato dal dirigente), dal referente o dai referenti di sede. Sono previste modalità speciali per l’invio, mediante plico telematico o, in via eccezionale, cartaceo, delle prove per candidate e candidati con disabilità visive e per coloro che sostengono l’esame presso sezioni carcerarie od ospedaliere.

I numeri degli studenti iscritti all’esame di Stato

A oggi sono 509.307 le studentesse e gli studenti iscritti all’esame di Stato, fatti salvi gli esiti degli scrutini finali. Di questi, 492.698 sono candidati interni. Sono 25.606 sono le classi coinvolte nell’Esame, 12.865 le commissioni.

La prima riunione plenaria delle commissioni è fissata per lunedì 18 giugno, alle ore 8.30. La prima prova scritta, italiano, (20 giugno) avrà una durata massima di 6 ore. Per la seconda prova (21 giugno) la durata dipende dalle discipline che caratterizzano gli indirizzi ed è variabile dalle 4 alle 8 ore, tranne che per alcuni indirizzi, come i Licei musicali, coreutici e artistici, dove la prova può svolgersi in due o più giorni. La terza prova (25 giugno), assegnata da ciascuna commissione d’esame, comincia dalle ore 8.30.

Vi è inoltre, una quarta prova, che si effettua nei Licei e negli Istituti tecnici presso i quali sono presenti i progetti sperimentali di doppio diploma italo-francese Esabac ed Esabac Techno e nei Licei con sezioni a opzione internazionale spagnola, tedesca e cinese, in calendario giovedì 28 giugno alle 8.30. Le studentesse e gli studenti candidati per gli indirizzi di studio Esabac sono 7.688, tutti interni, seguiti da 283 commissioni. Per gli indirizzi di studio Esabac Techno le candidate e i candidati sono 327, tutti interni, seguiti da 20 commissioni.