Crea sito

Traguardo record del colosso cinese. BYD, 50mila bus elettrici

BYD, 50mila bus elettrici

Due grandi eventi hanno caratterizzato gli ultimi giorni della Byd, il colosso cinese della mobilità, leader mondiale dell’elettrico. Da un lato il raggiungimento del traguardo dei 50mila autobus elettrici prodotti, dall’altro un compleanno, quello della presenza in Europa da 20 anni.

50mila bus elettrici

Il 50.000esimo autobus elettrico prodotto dall’azienda di Shenzhen rappresenta un evento, dato che si tratta di un numero a dir poco impressionante paragonandolo ai 2.200 bus elettrici circolanti in Europa e ai 400mila, uno più uno meno, che viaggiano nel mondo, dei quali ben il 99% in Cina. Un traguardo record se si pensa che la produzione di bus “con la scossa” venne avviata in Cina nel 2010 quando il primo K9 uscì dalla fabbrica di Changsha. In nove anni Byd ha saputo vendere i suoi mezzi in 300 città del pianeta ma il bus elettrico è ormai un mezzo comune nelle metropoli ma pure ben presente anche in città di medie dimensioni. Se a Shenzhen tutti i bus e i taxi sono mossi dall’elettricità, sulla stessa strada si è avviata anche un’altra metropoli, Guangzhou, dove è stato firmato, nel 2018, un contratto da quasi 4,500 bus elettrici. Certo il mercato cinese è particolare, sia per la richiesta, sia per la presenza di almeno tre grossi produttori.

Byd in Italia e nel mondo

Byd è sbarcata in Europa 20 anni fa – ha celebrato l’evento in forma privata in Olanda, dove ha sede, tre giorni fa – e i suoi mezzi, 35 per la precisione, hanno iniziato a servire l’aeroporto di Schiphol, Amsterdam, nel 2013. Ma il colosso cinese è ben presente – quasi 300 mezzi – nel Regno Unito con il partnernariato col costruttore locale Alexander Dennis. Oggi, però, produce anche nel Vecchio Continente grazie a due nuovi stabilimenti, uno in Francia ed uno in Ungheria. La consegna più recente è quella per 100 veicoli a Santiago del Cile (altri 100 sono forniti dall’altro costruttore cinese, Yutong) e, sempre in sud America, a Medellin, in Colombia (64 bus). In Italia Byd è presente con 23 bus a Torino e Novara più 8 più piccoli a Messina. Il mercato italiano si muove molto a rilento: solo 60 autobus, 31 di Byd e gli altri della polacca Solaris. E nelle gare pubbliche il numero riservato agli elettrici è sempre molto basso… Alla faccia delle sempre più stringenti norme contro le emissioni.

Avvenire