Crea sito

La diocesi accorpa altre sei parrocchie

Quella che è stata annunciata domenica non sarà l’unica variazione che riguarderà le parrocchie di Sassuolo: la creazione di una “Unità pastorale”, comprendente le parrocchie di San Giorgio, Sant’Antonio (ex fratini) e San Giovanni Neumann, non rimarrà episodio isolato.

Anche le diocesi sono in sofferenza per la crisi di vocazioni ed economica e “tagliano” anch’esse. Il primo passo deciso dal vescovo di Reggio Emilia Massimo Camisasca (diocesi nella quale è inserito il territorio sassolese) aveva prodotto la nomina di don Giovanni Rossi, (oggi alla direzione dell’unità pastorale di Bagnolo in piano, Pieve Rossa, San Michele e San Tommaso della Fossa). La decisione porterà, sempre nelle prossime settimane, ai primi di settembre, anche don Carlo Menozzi a vicario dell’Unità pastorale e coordinatore della pastorale giovanile in città (al posto di don Alessandro Ravazzini, diventato rettore del seminario).

Dopo questa decisione presa da monsignor Camisasca, altre ne arriveranno nel 2015 e nel 2016. Il prossimo anno ,secondo quanto si apprende da fonti vicine alla curia reggiana, a diventare “Unità pastorale” saranno le parrocchie di Madonna di Sotto, Ancora e Braida, che formeranno una unica realtà, retta da un sacerdote probabilmente in arrivo da una zona reggiana.

L’anno successivo, invece, stessa sorte dovrebbero avere le altre tre parrocchie rimanenti: San Pietro di Rometta, Consolata e San Michele (in questo caso la scelta del parroco, da parte del vescovo Camisasca, dovrebbe portare all’individuazione di don Sergio Pellati, attuale parroco della Consolata). Il primo e principale dei motivi che vedrà questa grande riorganizzazione delle parrocchie sassolesi è ormai risaputo e, tranne eccezioni, è da ricercare nella carenza di sacerdoti con una età da Under 60. La carenza di vocazioni che portino altri sacerdoti nel futuro prossimo è il secondo dei motivi. Preti sassolesi con queste caratteristiche in diocesi esistono, ma sono impegnati in parrocchie della sponda reggiana.

gazzettadimodena