Al via da oggi i saldi estivi. Ecco alcuni consigli

Da oggi, sabato 6 luglio, partono i saldi estivi in tutta Italia e quindi anche a Reggio Emilia. La durata del periodo dei saldi sarà come di consueto pari a 60 giorni e, pertanto, i saldi estivi si concluderanno il 3 settembre.

Le aziende interessate devono dare la comunicazione di inizio saldi almeno 5 giorni prima della data di effettuazione della vendita di fine stagione, in via telematica al proprio comune, tramite PEC oppure compilando il modulo SUAP Telematico sul sito del proprio comune.

Il cliente ha la possibilità di cambiare il capo entro sette giorni dall’acquisto, a discrezione del commerciante, accompagnato dallo scontrino fiscale integro. Eventuali cartelli pubblicitari inerenti ai saldi esposti in vetrina, potrebbero essere soggetti al pagamento dell’imposta di pubblicità.

Gli esercenti commerciali devono porre massima attenzione all’indicazione dei prezzi della merce esposta, indicando il prezzo pieno, la percentuale di sconto applicato ed il prezzo finale di acquisto.

Riportiamo di seguito il decalogo che invita caldamente i commercianti a rispettare il Codice di Comportamento secondo i seguenti principi:

1. Attendere il periodo ufficiale dei saldi. 
2. Indicare in modo chiaro e ben leggibile la composizione del prezzo di vendita al pubblico (prezzo originario, percentuale di sconto, prezzo scontato in euro). 
3. Accettare pagamento con assegno, carta di credito e bancomat secondo i termini delle relative convenzioni. 
4. In caso di vizi o mancata conformità rispetto alle caratteristiche descritte del bene venduto in occasione dei saldi il commerciante è soggetto alle ordinarie norme in materia di garanzia. 
5. In casi diversi dal vizio o dalla mancata conformità la sostituzione del capo è a discrezione del titolare dell’esercizio. 
6. Durante i saldi il commerciante può consentire la prova dei capi in vendita per verificare la corrispondenza della taglia. 
7. Non esibire sconti generici, specie se riferiti soltanto ad alcuni articoli. 
8. Rendere visibile l’interno del negozio. 
9. Evidenziare all’esterno le taglie eventualmente disponibili.
10. Usare la massima cortesia.

DOMANDE PIU’ FREQUENTI:

I capi acquistati in saldo si possono cambiare? 
Il prodotto conforme, visionato dal cliente sul punto vendita e rispondente a quanto da quest’ultimo richiesto, non deve essere cambiato obbligatoriamente; l’eventuale cambio è lasciato alla discrezionalità del commerciante, purché questo sia restituito in condizioni integre, con il cartellino originale e relativo scontrino fiscale.

E se i capi acquistati hanno un difetto? 
Il prodotto con difetti o non rispondente a quanto richiesto dal consumatore deve essere obbligatoriamente riparato (se possibile) o cambiato dal commerciante, in qualunque situazione di vendita (anche durante i saldi). Se il commerciante non dispone dello stesso prodotto senza difetti può offrire un prodotto similare (previa accettazione del consumatore), in caso contrario sarà tenuto a ritirare il prodotto e a restituire il corrispettivo relativo.

È possibile pagare con carta di credito? 
Si, anche i capi in saldo possono essere acquistati con carta di credito, in relazione al circuito supportato dall’operatore commerciale.

nexstopreggio.it

Be Sociable, Share!
Precedente Comunità cattolica “sconvolta”, chiesa disunita su Card. Alencherry: convocata riunione d’emergenza del Sinodo siro-malabarese Successivo I saluti del Papa dopo l'Angelus. Francesco prega per le vittime in Libia dell'attacco aereo contro un centro di detenzione di migranti e auspica che siano organizzati corridoi umanitari per i più bisognosi