Sequestro alle Poste, la minaccia di Francesco Amato: «La Beretti è un morto che cammina»

«La Cristina Beretti è un morto che cammina». La frase, che ha fatto sobbalzare i presenti, è stata pronunciata ben due volte, durante l’udienza di ieri per il sequestro alle Poste di Pieve, da parte di Francesco Amato. Tanto che, alla lettura del dispositivo della sentenza, il giudice monocratico Silvia Guareschi ha disposto «l’invio alla Procura del verbale odierno, per le dichiarazioni rese dall’imputato».
Gazzetta di Reggio
Precedente Basket, il ritorno in Europa sembra ancora lontano per la Grissin Bon Successivo Mafie, la Dia di Firenze confisca beni per un milione a Gaetano Blasco