2 giugno. L’Inno di Mameli al violino elettrico per la Festa della Repubblica

da Avvenire

Una versione in stile “pop-acustico” dell’Inno suonata dal violinista elettrico Andrea Casta, per celebrare la Festa della Repubblica. Così il “Canto degli italiani” del 1847 diventa contemporaneo

Precedente Idee. I populismi davanti alle istanze delle religioni Successivo Calcio: il Mondiale è donna, azzurre sognano in Francia