Crea sito

Rai Gulp. Con «La banda dei FuoriClasse» la scuola torna in tv

Presentato al Prix Italia a Roma il ritorno dal 28 settembre delle lezioni per i ragazzi con Mario Acampa. Il ministro Azzolina: «Rai e Ministero dell’Istruzione hanno riannodato un’alleanza»
Mario Acampa conduce «La Banda dei FuoriClasse» su Rai Gulp dal 28 settembre

Mario Acampa conduce «La Banda dei FuoriClasse» su Rai Gulp dal 28 settembre

«Insieme, Ministero e Rai, hanno riannodato in questo anno così particolare i fili di un’alleanza che si era purtroppo un po’ persa, e che ora invece grazie alla sensibilità dei vertici della televisione pubblica è stata rilanciata, e proseguirà nel tempo. Si tratta di un’alleanza preziosa che mette insieme le nostre e le vostre migliori professionalità nell’interesse della scuola». Lo ha detto la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, in un videomessaggio in occasione della presentazione al Prix Italia (inaugurato oggi dalla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e dal presidente della Rai Marcello Foa) del programma di Rai Gulp La Banda dei FuoriClasse. «La collaborazione con la Rai, un vero atto di servizio pubblico, è stato un aiuto importante quando alunni e alunne sono stati costretti a studiare da casa, e ha operato su più livelli guardando ai piccoli con La Banda dei FuoriClasse, ai più grandi con La scuola in tv con le lezioni tenute dai docenti delle nostre scuole, e a un pubblico trasversale con la trasmissione Maestri che ha potuto contare anche sulla collaborazione di nomi importanti della cultura del nostro paese». E ha annunciato: «tutto questo andrà avanti: le trasmissioni citate proseguiranno, pure ora che i nostri ragazzi sono rientrati a scuola, nelle aule, perché abbiamo deciso di non disperdere quanto realizzato in questi mesi. E anzi, vogliamo potenziarlo dando alla scuola lo spazio di qualità che merita».

Un bel riconoscimento, quindi, per lo sforzo compiuto dalla direzione di Rai Ragazzi, nelle persone del direttore Luca Milano e del vice direttore Mussi Bollini, che hanno saputo reagire con prontezza alle difficoltà dettate dall’emergenza Covid, per fare vero servizio pubblico. «In pochi mesi le interazioni social sono aumentate del 70 per cento, e non è tutto quando con la fine dell’anno accademico si è chiuso il programma c’è stata una richiesta a gran voce perchè tornasse: ci scrivevano, studenti, giovanissimi, e più grandi, genitori e insegnanti» conferma Luca Milano che è anche responsabile della Direzione Kids di Viale Mazzini alla presentazione della nuova stagione del fortunato La Banda dei Fuoriclasse che torna dal 28 settembre. Un programma dedicato ai bambini dagli 8 ai 14 anni, capace di educare divertendo, che è riuscito a garantire, dallo scorso 17 aprile (giorno della prima puntata), una diretta giornaliera (dal lunedì al venerdì) per 37 puntate di tre ore ciascuna. «Sono state affrontate tutte le materie, dall’italiano alla matematica, passando per storia, geografia, scienze, inglese, educazione artistica e musica, oltre all’educazione fisica con il contributo dei giovani campioni del programma di Rai Gulp Sport Stories» dice il conduttore Mario Acampa.

Con la riapertura delle scuole, il programma firmato da Federico Taddia, torna il pomeriggio per cinque giorni a settimana nelle funzioni di doposcuola: dal 28 settembre su Rai Gulp in onda sul canale 42 sul digitale terrestre e 142 in HD su TivuSat, dal lunedì al venerdì dalle 14.40 alle 16.10 in diretta dal CPTV di Torino, dalle 14.40 alle 16.10. «Siamo nati nel l’emergenza come sostituzione della scuola, in questa passo ulteriore vogliamo diventare compresenti rispetto all’attività scolastica» ha aggiunto Mussi Bollini.

In diretta dal Centro di Produzione Rai di Torino, il capobanda Mario Acampa, darà voce alle domande degli studenti affidandole a una “banda” di maestre e maestri particolarmente comunicativi: ogni giorno un’insegnante di scuola primaria farà una lezione di approfondimento inerente l’anno scolastico, darà le istruzioni per un divertente laboratorio interattivo e aiuterà i ragazzi nello svolgimento dei compiti. Un gruppo di docenti, divulgatori, scrittori ed esponenti del mondo della cultura convocati per brevi lezioni a volte su argomenti prettamente scolastici, altre volte su tematiche di interesse generale, accompagneranno la Banda nel pomeriggio. A proposito di attualità: quotidianamente in collegamento con un giornalista verrà spiegata la notizia più importante del giorno.

Riguardo all’offerta di Rai Ragazzi, Rai Yoyo, senza pubblicità e destinato ai più piccoli, e Rai Gulp, molte le novità in arrivo come, su Rai Gulp, le prime previsioni del tempo pensate per il pubblico dei ragazzi. Da domani, alle 18, sul canale 42, ci sarà Green Meteo. Il programma, condotto da Riccardo Cresci, e realizzato da Rai Pubblica Utilità e Rai Ragazzi, sarà proposto ogni venerdì basandosi sui dati del Servizio Meteo dell’Aereonautica Militare. Le previsioni del tempo per il fine settimana si uniscono a informazioni sull’ambiente da parte di giovani ricercatori, nell’ottica di educare i giovanissimi ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Onu, da raggiungere entro il 2030. I telespettatori possono interagire via Twitter, Facebook e Instagram. Tutte le puntate possono essere riviste su www.raiplay.it