Maltempo: Regione Piemonte, salgono a 16 i dispersi

 © ANSA

Si aggrava in Piemonte il bilancio dei dispersi a causa della violenta ondata di maltempo delle scorse ore. Secondo la Regione, le persone di cui al momento non c’è traccia sono salite da 11 a 16, tutte tra la provincia di Cuneo e la francese Val Roja. Le ricerche, in Italia e in Francia, sono tuttora in corso. (ANSA).

Maltempo: Mattarella chiama Cirio, sono vicino al Piemonte

 © ANSA

ansa

(ANSA) – TORINO, 03 OTT – Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha telefonato al governatore del Piemonte, Alberto Cirio, per testimoniare la sua “vicinanza al territorio”, duramente colpito dal maltempo delle scorse ore. Il governatore Cirio, si apprende dalla Regione, ha informato il Capo dello Stato della situazione che, seppur più contenuta nell’estensione, mostra danni alle aree colpite maggiori e più gravi di quelli causati dalla terribile alluvione del 1994

Maltempo fa paura in Piemonte, situazione critica

(ANSA) – TORINO, 03 OTT – Resta critica la situazione in Piemonte a causa delle piogge record delle ultime ore. Un uomo risulta disperso tra Italia e Francia, dove la provincia di Cuneo confine con la Val Roja. Gravi i danni causati a Liomone Piemonte (Cuneo) dall’esondazione del torrente Vermegnano. La località turistica è isolata in seguito alla chiusura della statale da Vernante. A Garessio e Ceva è esondato il Tanaro, che a Ormea ha battuto i valori dell’alluvione del 94 e del 2016, prima di rientrare sotto i livelli di pericolo.
Alluvione a Borgosesia, nel Vercellese, dove l’onda di piena da record del Sesia, che ha raggiunto gli 8,54 metri, ha causato esondazioni diffuse. Chiusi tutti i ponti da ieri sera, le auto parcheggiate sono andate sott’acqua in diversi punti della cittadina. Allagate anche le abitazioni.
Allagamenti a Mergozzo, nel Verbano Cusio Ossola, a Candoglia secondo i dati dell’Arpa sono caduti oltre 214 mm di pioggia nelle ultime 12 ore. Disagi anche nel Biellese, dove si registrano frane e blackout. Non sta più piovendo a Torino, dove i livelli del Po sono cresciuti nella notte, con valori però al di sotto delle soglie, mentre incrementi più consistenti si registrano per la Dora Baltea.
Permane l’allerta arancione, confermata ieri sera dall’Arpa, l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale, che prevede una progressiva attenuazione dei fenomeni solo dalla tarda mattinata, con piogge residue sul verbano. (ANSA).

Maltempo flagella il Nord, 11 dispersi in Piemonte | Aosta, cade pianta: morto vigile del fuoco

Il maltempo flagella il Nord. Critica la situazione in Piemonte, dove si contano undici dispersi. Gravi i danni causati a Limone Piemonte (Cuneo) dall’esondazione del torrente Vermegnano. A Garessio, sempre nel Cuneese, è esondato il Tanaro. Violente piogge anche in Veneto e in Valle D’Aosta. Un vigile del fuoco volontario di Arnad, in provincia di Aosta, è morto a causa del maltempo

Undici dispersi in PiemonteSono undici le persone disperse a causa del maltempo che si è abbattuto sul Piemonte. Lo ha reso noto la Regione. Dieci sono i dispersi nel Cuneese, su cui si stanno facendo verifiche tra il versante italiano e quello francese. Un altro disperso si registra nel Vercellese, caduto con la sua auto nel Sesia. Il presidente del Piemonte, Alberto Cirio, ha chiesto lo stato d’emergenza. Chiusa per precauzione, dopo l’esondazione del torrente Dora, l’autostrada A5 Torino-Aosta tra gli svincoli di Quincinetto e Scarmagno.
Newline - Soluzioni per la sanificazione

Limone Piemonte, il sindaco: “Situazione catastrofica” – Gravissimi i danni a Limone Piemonte (Cuneo), dove la statale 20 del colle di Tenda che collega il paese con la vicina Vernante è stata interrotta venerdì sera dopo essere diventata un fiume di detriti e massi per l’esondazione di almeno due torrenti, tra cui il Vermenagna. “La situazione è catastrofica – ha detto il sindaco Massimo Riberi -, sono esondati rii e torrenti, cancellando strade e facendo crollare una palazzina in corso di ristrutturazione. Vie dissestate, la celebre strada romana non c’è più. Acqua e fango hanno invaso la statale del colle di Tenda”.

Arpa: in 24 ore pioggia record sul Piemonte – Ha superato il record storico del 1958 il valore della pioggia giornaliera registrato sull’intero Piemonte. Lo rende noto su Twitter Arpa, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale. “Valori eccezionali per le precipitazioni cumulate nelle ultime 24 ore su alcune stazioni – precisa l’Agenzia -: Sambghetto (Vco) 630 mm e Limone Piemonte 580 mm”.

Conte: “Monitoraggio costante del governo” – “Sono in costante contatto con il capo della Protezione civile Angelo Borrelli – ha scritto su Facebook il premier Giuseppe Conte a proposito dell’ondata di maltempo sul Nord-ovest -. Stiamo assicurando un monitoraggio continuo, in pieno coordinamento con i territori, di questa emergenza, con particolare riguardo alla Valle d’Aosta, al Piemonte e alla Liguria. L’attenzione del governo è massima”.

Esondazioni nel Ponente ligureSi è invece conclusa l’allerta meteo rossa in tutta la Liguria, con il Levante (Tigullio, Spezzino e valli genovesi) tornato dalle 8 di sabato all’allerta arancione e l’allerta declassata nel Ponente e le valli savonesi. La zona più colpita dalle piogge è stata il Ponente ligure, in particolare Ventimiglia, dove il Roja è esondato in più punti.

Vento a 100 km e frana nel BergamascoRaffiche di oltre cento chilometri orari si sono registrate sopra i duemila metri di quota nella Bergamasca. Il vento ha caratterizzato per tutta la nottata di venerdì il clima dell’intera provincia: oltre cento millimetri di pioggia sulle Orobie bergamasche. A causa del maltempo la strada provinciale 24 in località Foppacalda, nel territorio comunale di Val Brembilla, è stata chiusa per una frana: la strada è inagibile come deciso dal Comune di Val Brembilla.

Cade pianta, morto un vigile fuoco Un caposquadra dei vigili del fuoco volontari di Arnad (Aosta) è morto a causa del maltempo. Una pianta gli è crollata addosso durante un intervento di soccorso. La vittima si chiama Rinaldo Challancin, di 53 anni. Lascia la moglie Anna e le figlie, Marzia e Stèphanie.

Esonda il Sesia, fermi i treni della Torino-MilanoCircolazione ferroviaria sospesa tra Vercelli e Novara, sulla linea storica della Torino-Milano, dove è esondato il fiume Sesia. Sul posto sono intervenuti per monitorare la situazione i tecnici di Rfi. Regolare invece il servizio Alta Velocità.

Maltempo in Francia, almeno due mortiAlmeno due persone sono morte nei nubifragi e inondazioni che hanno colpito il sud-est della Francia. Ci sono anche alcuni dispersi. Diverse case sono state distrutte o danneggiate, mentre il comune di Saint-Martin-Vèsubie è tagliato fuori dal resto del mondo. La furia delle acque ha anche distrutto un ponte.

tgcom24
Ali Express - Omaggi Nuovo Utente

Maltempo: forti nevicate in arrivo

neve.maltempo.italia

Da lunedì intense nevicate al Nord Italia. Il capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, ha contattato i vertici nazionali delle strutture viarie e ferroviarie, nonché delle Regioni centro-settentrionali che saranno interessate dagli eventi, al fine di sensibilizzare preventivamente l’intero sistema sulle misure che dovranno essere attuate per limitare le criticità.

In queste ore, fa sapere la Protezione civile, l’Italia è interessata dall’arrivo di aria fredda dal Nord Europa che determina un generale calo delle temperature, specie sulle regioni settentrionali e centrali adriatiche. Da domani sera una nuova perturbazione, proveniente dalla Francia, determinerà un peggioramento delle condizioni meteorologiche. In particolare, lunedì ci saranno nevicate diffuse e persistenti su tutte le regioni settentrionali e sull’alta Toscana, anche a quote di pianura, con accumuli al suolo significativi. Nel corso della mattinata nubi e precipitazioni si estenderanno anche alle regioni centrali e alla Sardegna, con le nevicate che saranno possibili sopra le quote collinari. Martedì le precipitazioni, che tenderanno a spostarsi verso est, inizieranno ad attenuarsi; inoltre, grazie ai venti meridionali che determineranno un graduale aumento delle temperature, ci sarà un successivo innalzamento della quota neve specie sulle regioni adriatiche settentrionali e sulla Toscana. Vista l’ampia estensione territoriale dei fenomeni previsti e le conseguenti criticità che potrebbero determinarsi, il Dipartimento ha già autorizzato l’attivazione preventiva delle organizzazioni di volontariato di protezione civile allo scopo di supportare le misure operative, anche di natura preventiva, che saranno adottate a livello locale per ridurre gli eventuali disagi alla popolazione, nonché per garantire le necessarie attività di assistenza in caso di emergenza.

ansa

Allerta maltempo per il weekend

Una vasta perturbazione di origine atlantica interesserà dalle prossime ore la nostra penisola, determinando un peggioramento delle condizioni meteorologiche sulle regioni settentrionali, in successiva estensione alle regioni centrali del versante tirrenico.

Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche. L’avviso prevede, dal mattino di domani, sabato 10 novembre, precipitazioni diffuse e persistenti, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria e Piemonte meridionale, in estensione a Lombardia, Emilia-Romagna e Toscana. Inoltre, dal pomeriggio-sera, si prevedono precipitazioni diffuse e persistenti, anche a carattere di rovescio, su Veneto e Provincia Autonoma di Trento, in successiva estensione al Friuli Venezia Giulia.

I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Quarta evacuazione in due settimane a Borghetto Vara, il comune dello spezzino duramente colpito
dall’alluvione del 25 ottobre 2011. Domani mattina dopo le 8 una cinquantina di abitanti saranno costretti precauzionalmente a lasciare le loro case per l’allerta meteo 2 della Regione Liguria per le forti piogge. Le famiglie evacuate, fino a domenica alle 12, quando terminerà l’allerta meteo, saranno ospitate da parenti, amici e nei locali della Croce Verde. Molte scuole resteranno chiuse domattina anche alla Spezia in
centro, mentre a Sarzana (La Spezia) è stata annullata l’inaugurazione domani mattina del nuovo centro di igiene mentale. Alla manifestazione era prevista la presenza del presidente della Regione Liguria Claudio Burlando.

Il sindaco di Genova, Marco Doria, ha disposto la chiusura di tutte le scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado incluse le e universitarie per tutto il periodo dell’allerta.

Dalle 14 di sabato alle 14 di lunedì 12 è stato decretato lo stato di allarme per rischio idrogeologico in tutto il territorio del Veneto.

avvenire.it