Domenica 8 maggio, 59esima Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, alle ore 18 l’Arcivescovo Giacomo Morandi ordina diaconi tre seminaristi incamminati verso il sacerdozio


I nuovi diaconi sono: Antonio Franco, fr. Boniface Koyet Koua e fr. Florent Sèka Yao. La celebrazione si svolge nella Cattedrale di Reggio Emilia. La celebrazione sarà trasmessa in diretta dalle ore 18 su YouTube e su Teletricolore (canale 97)

Prima Settimana Santa reggiana per il nuovo vescovo mons. Giacomo Morandi

monsignor Giacomo Morandi vescovo Reggio Guastalla

Per la diocesi di Reggio e Guastalla quella del 2022 sarà la prima Pasqua insieme al nuovo pastore, l’arcivescovo Giacomo Morandi, che presiederà le celebrazioni principali della Settimana Santa. Domenica 10 aprile, nella Domenica delle palme, il vescovo guiderà – a partire dalle 11 – la processione dal sagrato della basilica di San Prospero alla cattedrale, dove alle 11.30 presiederà la celebrazione eucaristica.

Nella giornata del Giovedì Santo (giovedì 14 aprile), sempre in cattedrale, mons. Morandi presiederà la messa crismale alle 9.30, con la benedizione degli olii santi, e la messa “in coena Domini” alle 18: con quest’ultima eucarestia, che dà inizio al cosiddetto “triduo pasquale”, si entrerà nel silenzio che sarà interrotto solo nella notte del Sabato santo.

Il Venerdì santo (venerdì 15 aprile) sarà caratterizzato da altri due momenti significativi presieduti dal vescovo: la celebrazione della Passione del Signore, in programma alle 18 in cattedrale, e la Via Crucis cittadina, che ritornerà a essere itinerante, con ritrovo alle 21 e partenza dal sagrato della basilica della Ghiara. Da lì la Via Crucis raggiungerà la cattedrale percorrendo corso Garibaldi e via Farini. Durante le liturgie ci sarà una speciale intenzione di preghiera per la pace nel mondo, in particolare per i paesi tuttora sconvolti dalle atrocità della guerra.

Sabato santo (sabato 16 aprile), invece, alle 21 monsignor Morandi presiederà in cattedrale la solenne liturgia della veglia pasquale, durante la quale amministrerà i sacramenti dell’iniziazione cristiana a un gruppo di catecumeni.

Nella Domenica di Pasqua (domenica 17 aprile), infine, il vescovo presiederà la solenne celebrazione eucaristica nella concattedrale di Guastalla alle 10.30, mentre nella cattedrale di Reggio la stessa liturgia sarà guidata alle 11.30 dal vicario generale e alle 18 dall’arcivescovo Morandi.

24emilia.com

 

Così le Messe nella Viglia di Natale nella diocesi Reggio Emilia – Guastalla

pubblichiamo in questa pagina il quadro – diviso per vicariati (in rosso) e per unità pastorali (nomi in grassetto) (fonte: laliberta.info)
– delle celebrazioni eucaristiche della “notte” di Natale o vespertine della Vigilia in programma nella giornata di giovedì 24 dicembre 2020 nelle diverse chiese del territorio diocesano.

VICARIATO 1

Ss. Crisanto e Daria
Santo Stefano ore 18.00, Sant’Agostino ore 18.45, Santa Teresa ore 18.00;
Cattedrale ore 19.00, con prenotazione;
Basilica della Ghiara ore 18.30;
San Giacomo ore 18.30;
San Pietro ore 18.00;
Chiesa dei Cappuccini ore 18.30 e ore 20.00

Sant’Oscar Romero
Villa Sesso ore 20.30, S. Prospero de’ Strinati ore 18.30, S. Giovanni Bosco ore 18.30, Mancasale ore 18.30

Santa Teresa di Calcutta
Pieve Modolena Veglia comunitaria e Primi Vespri per tutta l’unità pastorale

B. Alberto Marvelli
Cella ore 18.30, Cade’ ore 18.30

Santa Maria degli Angeli
Regina Pacis ore 19.00 Con prenotazione, Roncina ore 19.00 Con prenotazione, San Bartolomeo ore 19.00 prenotazione consigliata;
Spirito Santo ore 18.30

Casa di Nazareth
San Giuseppe Sposo ore 19.00, Immacolata ore 19.00

Santa Maria Maddalena
Buon Pastore ore 18.00 e ore 20.00

Padre Misericordioso
Non pervenuta

Rivalta Non pervenuta

Santi Antonio, Luigi, Anselmo
Sant’Antonio di Padova ore 18.30, San Luigi ore 18.30;
Sant’Anselmo ore 19.00

Canali – Fogliano
Non pervenuta

San Paolo VI
Santa Croce ore 17.30, San Paolo ore 19.30, Gavassa ore 20.00,
Massenzatico ore 18.00

San Giovanni Paolo II
Villa Ospizio ore 18.30, Sant’Alberto ore 19.30, San Maurizio ore 18.30

Maria Madre della Chiesa
Bagnolo in Piano ore 18.30

Cadelbosco
Cadelbosco Sopra ore 18.30

 

VICARIATO 2

Beata Vergine delle Grazie
San Quirino ore 19.00, San Prospero ore 18.30, San Pietro “Espansione Sud” ore 18.30, Madonna di Fatima ore 19.00

Ss. Pietro e Paolo e B. Carlo Acutis
Budrio ore 19.30

Maria Regina della Famiglia
San Martino in Rio ore 19.00, Stiolo ore 19.00;
San Martino in Rio, Chiesa dei Frati ore 20.30

Discepoli di Emmaus
Rio Saliceto ore 20.00

Beata Vergine della Porta
Concattedrale ore 18.00 con prenotazione locale, Basilica Pieve di Guastalla ore 18.00 con prenotazione locale, San Martino di Guastalla ore 18.00 con prenotazione locale;
San Rocco di Guastalla ore 18.30

Sant’Alberto di Gerusalemme
Gualtieri ore 18.00

Beato Artemide Zatti
Boretto ore 19.00, Brescello ore 19.00

Luzzara
Luzzara ore 17.30 Messa Vespertina della Vigilia;
Codisotto ore 18.30 Messa Vespertina della Vigilia;
Casoni ore 18.30

Beata Vergine dello Spino
Reggiolo ore 18.30, Brugneto ore 18.00, Villarotta ore 18.00

Madonna Pellegrina
Campagnola ore 18.00, Fabbrico ore 18.00

Beata Vergine della Fossetta
Novellara ore 18.30, S. Giovanni della Fossa ore 19.30, San Giuseppe alla Bernolda ore 18.30

San Francesco d’Assisi
Castelnuovo di Sotto ore 18.30

Poviglio
Non pervenuta

 

VICARIATO 3

Cuore Immacolato di Maria
Rubiera ore 18.30, San Faustino ore 18.00, Fontana ore 20.00

Beata Vergine della Neve
Non pervenuta

Pieve di Scandiano
Natività B.V. Maria ore 18.30, Santa Teresa ore 18.30, Chiozza ore 18.30, Pratissolo ore 18.30, Fellegara ore 18.30

Arceto – Cacciola
Non pervenuta

Maria Regina della Pace
Madonna del Lavoro ore 18.30, Salvaterra ore 18.30;
Dinazzano ore 18.30

Viano – Baiso
Baiso ore 19.00, Viano ore 18.30, S. Giovanni di Querciola ore 18.00;
Regnano ore 20.30

Sacra Famiglia
Albinea San Gaetano ore 19.00, Pieve di Albinea ore 19.00, Montericco ore 19.00, Borzano “Oratorio alla Noce” ore 19.00

Sassuolo Centro
San Giorgio ore 19.00, Sant’Antonio ore 18.00, S. Giovanni Neumann ore 18.30

Sassuolo Nord
Madonna Di Sotto ore 19.00, Braida ore 18.30, Ancora ore 18.00

Madonna del Carmelo
Carmelo ore 20.00, Pontenuovo ore 19.00, Rometta ore 19.00
San Michele de’ Mucc. ore 18.30, Pigneto ore 20.00

Prignano
Non pervenuta

Gesù Misericordioso
Non pervenuta

Madonna di Campiano
Castellarano-Santuario Campiano ore 19.00, Roteglia ore 19.00
Tressano ore 19.00, San Valentino ore 19.00

Fortitudo Unitatis
Non pervenuta

 

VICARIATO 4

Gioia del Vangelo
Campegine ore 18.00, Praticello ore 16.00 Messa vespertina della Vigilia

San Giovanni Bosco
Sant’Ilario d’Enza ore 19.00

Beata Vergine dell’olmo
Montecchio ore 18.30, Aiola ore 18.30

San Giovanni Battista (Cavriago)
Non pervenuta

Bibbiano
Bibbiano ore 19.00, Barco ore 18.00

Terre del Perdono
San Polo ore 18.00 e ore 20.30, Ciano d’Enza ore 20.30, Borzano d’Enza ore 18.30, Vedriano ore 17.00 Messa vespertina della Vigilia

Quattro Castella
Non pervenuta

Vezzano – Puianello
Vezzano Sul Crostolo ore 18.30, Pecorile ore 18.30, Puianello ore 18.30

 

VICARIATO 5

Beata Vergine di Bismantova
Castelnovo Ne’ Monti ore 18.00 e ore 20.30, Garfagnolo ore 20.30
Campolungo ore 20.30, Rosano ore 19.00; Felina ore 20.00, Gatta ore 20.00

Vetto d’Enza
Vetto ore 20.00, Cola ore 18.30

Beata Vergine del Carrobbio
Casina ore 18.00 e ore 20.30

Carpineti
Carpineti San Pietro ore 20.30
Valestra ore 20.30

Collagna
Collagna ore 20.45, Ligonchio ore 17.00 Messa vespertina della Vigilia

Busana
Non pervenuta

Ramiseto
Ramiseto ore 18.30

Beata Vergine delle Fonti
Villa Minozzo ore 20.00, Minozzo ore 20.00, Carniana ore 18.00
Sologno ore 18.00, Cerre’ Sologno ore 15.30 Messa vespertina della Vigilia

Santa Maria in Castello
Non pervenuta

Fontanaluccia
Fontanaluccia ore 20.00

UFFICIO LITURGICO DIOCESANO Calendario liturgico dal 20 al 23 luglio 2017

Ufficio Liturgico Diocesano

Calendario liturgico dal 20 al 23 luglio 2017

Giovedì 20 luglio – Festa (anticipata) di S. Brigida, compatrona d’Europa

Nel calendario proprio delle Chiese dell’Emilia – Romagna, dopo gli aggiornamenti al Messale Romano del 2003, alla data del 20 luglio si anticipa in tutte le parrocchie la festa di Santa Brigida di Svezia (vissuta nel XIV sec.), proclamata nel 1999 da san Giovanni Paolo II patrona d’Europa insieme a Santa Caterina da Siena e a Santa Teresa Benedetta della Croce (Edith Stein). Di questa straordinaria donna — diventata religiosa dopo aver vissuto santamente per oltre 25 anni il matrimonio e rimasta vedova —, la Chiesa universale celebra la festa alla data del 23 luglio, giorno della sua nascita al cielo (1373, a Roma). Quest’anno il 23 luglio cade di domenica, e le Chiese in Europa (tranne le nostre dell’Emilia Romagna) omettono la festa di Santa Brigida.

L’Ufficio Liturgico mette a disposizione sul sito diocesano i testi e le letture bibliche della festa.

* Il 20 luglio è anche il giorno di Sant’Elia, il grande profeta della storia ebraica. Le comunità religiose che seguono il calendario Carmelitano, lo celebrano col grado di festa (o di solennità). Per loro, la festa di Santa Brigida slitta al giorno successivo, il 21 luglio.

* Fanno eccezione anche le comunità di Calerno, Costa de’ Grassi, Gova, Montecagno, che oggi celebrano la solennità della loro titolare, Santa Margherita, vergine e martire. Se la patrona, però, viene festeggiata la domenica precedente o successiva, il 20 celebrano la festa di Santa Brigida, come le altre comunità della Diocesi.

Oggi dunque si festeggiano gli onomastici di Elia e di Margherita.

Nel calendario liturgico anche due beati sono ricordati al 20 luglio: il beato Giuseppe Barsabba il Giusto (negli Atti proposto insieme a Mattia per sostituire il posto lasciato da Giuda) e il beato Luigi Novarese (1914-1984), fondatore settant’anni fa dei Volontari della Sofferenza, e le cui stampelle utilizzate durante la sua malattia giovanile, prima di essere guarito e di diventare sacerdote dedicato ai malati, sono state portate il giugno scorso in alcuni luoghi della sofferenza della nostra Diocesi, in una sorta di “staffetta della speranza” che si è conclusa in Cattedrale, la domenica 11 giugno, con la Messa dei malati presieduta dal nostro Vescovo .

Venerdì 21 luglio

Si può fare memoria di San Lorenzo da Brindisi (Brindisi, 22 luglio 1559 – Lisbona, 22 luglio 1619), sacerdote francescano dei Minori Cappuccini, che percorse molte regioni d’Europa predicando il Vangelo e realizzando missioni di riconciliazione. È dottore della Chiesa.

* Nel calendario, si fa memoria di uno dei quattro profeti scrittori maggiori della Bibbia ebraica, San Daniele [l’onomastico però è solitamente festeggiato il 10 ottobre].

Sabato 22 luglio: Festa di Santa Maria Maddalena

Come noto, nell’estate 2016, su indicazione del Santo Padre Francesco, la memoria di Santa Maria Maddalena (22 luglio) è stata elevata al grado di festa.

Le orazioni sono rimaste quelle del Messale al 22 luglio; mentre sono diventati obbligatori l’Inno di Lode (il Gloria) e il Prefazio proprio della Preghiera Eucaristica dal titolo suggestivo “Apostola degli apostoli”.

L’Ufficio Liturgico mette a disposizione sul sito diocesano la traduzione approvata per la lingua italiana del nuovo prefazio della festa e le modifiche da inserire nella Liturgia delle Ore. Infine, vengono messi a disposizione i testi completi per la Messa, le Lodi. Essendo sabato, i Vespri sono omessi.

In Diocesi a Reggio, sono due i centri della tradizionale devozione: l’oratorio sul Monte Ventasso, da cui la protezione di Santa Maria Maddalena si estende a tutto il Vicariato 10 di Cervarezza. L’altro oratorio a lei intitolato, è quello a Cerezzola, nel comune di Canossa, dove alla sera, alle 20.30, prima della Santa Messa, si fa una suggestiva processione con la benedizione al fiume Enza.

A Santa Maria Maddalena è stata intitolata la Unità Pastorale cittadina formata dalle parrocchie di San Pellegrino e del Buon Pastore. Ricordiamo oggi nella preghiera anche la Caritas con il progetto “Maria di Magdala” per l’accoglienza al femminile, per la liberazione dalle nuove schiavitù…

Naturalmente si festeggia l’onomastico di chi porta il nome Maddalena.

* Il 22 luglio si ricorda anche la Beata Maria Inés Teresa Arias Espinosa (1904-1981), messicana, fondatrice delle Missionarie Clarisse del SS.mo Sacramento e dei Missionari di Cristo per la Chiesa universale, istituti per l’evangelizzazione ad gentes. Una comunità di Missionarie Clarisse messicane è accolta da diversi anni a Poviglio, dove si dedicano alla pastorale parrocchiale e missionaria; da quest’anno sono presenti anche nella parrocchia cittadina di Sant’Anselmo.

Domenica 23 luglio: XVI Domenica del Tempo Ordinario

Quest’anno le Chiese dell’Emilia – Romagna, eccetto quella di Ravenna-Cervia, omettono domenica 23 luglio la festa di Sant’Apollinare, nonostante sia venerato quale patrono massimo della nostra Regione, in quanto primo vescovo di Ravenna, evangelizzatore nelle terre di Flaminia (attuale Romagna) verso la fine del secondo secolo, e avendo sigillato il suo episcopato con il martirio, da sempre ricordato appunto al 23 luglio.

Tuttavia, l’occasione della ricorrenza in domenica, va colta per far conoscere (ad es. nell’omelia o nella introduzione alla preghiera dei fedeli) questa peculiarità della nostra Regione di avere la grazia di invocare un Patrono comune come Sant’Apollinare (molti non sanno neanche chi sia e, tantomeno, che sia nostro protettore e maestro nella fede). Si consiglia pertanto, nella preghiera dei fedeli della domenica, di pregare per le nostre Chiese, per i nostri Pastori, in particolare per il nostro Lorenzo Ghizzoni, che dal 2013 siede sulla cattedra di sant’Apollinare, quale arcivescovo metropolita di Ravenna-Cervia. Si consiglia poi di concludere con l’orazione propria di Sant’Apollinare.

È sempre possibile, ad es. già il giorno successivo, il lunedì 24 luglio, giorno libero da memorie obbligatorie o feste, celebrare la Messa votiva di Sant’Apollinare, con le letture della feria o con le letture proprie, a scelta di chi presiede l’Eucaristia.

* Tre sono le comunità della nostra Diocesi intitolate a Sant’Apollinare e che lo celebrano dunque come solennità domenica 23 luglio: Cadiroggio, Casteldaldo e Ginepreto. Per curiosità: una bellissima e imponente pala raffigurante Sant’Apollinare si trova nella chiesa cittadina di Sant’Agostino, nel transetto di sinistra guardando l’altare.

“Soli Deo Gloria” Mercoledì 29 giugno 2016 – ore 21 Reggio Emilia, Chiesa di S. Agostino

Una Messa Tridentina tra Riforma e Controriforma

Sergio Vartolo organo 

Coro della Cappella Musicale San Francesco da Paola, dir. Silvia Perucchetti

Musiche di G. Frescobaldi (Messa della Madonna dai Fiori Musicali), J. S. Bach, J. P. Sweelinck, G. P. da Palestrina, F. Guerrero, T. L. de Victoria, M. Cazzati

Soli Deo Gloria 2016

Ingresso libero | Le offerte verranno devolute al CEIS (Centro di Solidarietà Reggio E.)

Trentacinque concerti per riscoprire organi pregiati e luoghi sacri della città.

É l’organo, di cui Reggio Emilia custodisce pregevoli esemplari, lo strumento principe di Soli Deo Gloria – Organi, Suoni e Voci della Città, prestigiosa rassegna che per tutto il 2016 propone un ricco programma di concerti – tutti ad ingresso gratuito – nelle chiese della città e della provincia di Reggio Emilia.

Tanti appuntamenti interessanti, che si susseguiranno da marzo a dicembre, molti dei quali dedicati alla solidarietà: le offerte di molti concerti verranno infatti devolute a enti reggiani impegnati in progetti a carattere sociale, come il MIRE (Maternità Infanzia Reggio Emilia), il CEIS (Centro di Solidarietà Reggio Emilia) e il Centro Aiuto al Bambino Cenacolo Francescano onlus.

Soli Deo Gloria è una rassegna diretta da Renato Negri e promossa dal Servizio Istituzioni Culturali del Comune di Reggio Emilia, dall’Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti “A. Peri – C. Merulo”, dalla Diocesi e dal Museo Diocesano di Reggio Emilia-Guastalla, dai Comuni di Albinea, Casina, Rubiera, Sant’Ilario d’Enza, San Martino in Rio, da Reggio Iniziative Culturali, da Capella Regiensis, dalla Fondazione Pietro Manodori, da AERCO e dall’Associazione Italinclassics.

segnalazione web a cura di Giuseppe Serrone – Turismo Culturale

http://viagginews.blogspot.it

http://turismoculturale.altervista.org

turismoculturale@yahoo.it

#SharetheLove, condividi la Misericordia. Torna il Festincontro

Anche quest’anno, immancabile, dal 10 al 13 giugno a Gavassa, si presenta l’appuntamento con il Festincontro, la festa diocesana dell’Ac. Sono ben 32 le edizioni, ognuna con la sua particolarità, le sue gioie, le sue difficoltà, ma sempre e comunque straordinarie ed intense sia per chi le vive, sia per chi dietro le quinte lavora incessantemente, spesso in orari improbabili, per la sua buona riuscita.

Il tema sarà #SharetheLove – Condividi la Misericordia.

Programma

Venerdì 10 giugno

Ore 18.45 Apertura Festa con il taglio del nastro.
Ore 19.00 S. Messa presieduta dai neosacerdoti don Giancarlo Minotta e don Andrea Volta.
Concelebrerà il vicario generale don Alberto Nicelli.
In ricordo di tutti i benefattori di AC
Ore 20.00 Apertura ristorante e paninoteca.
Ore 21.00 Musical “Un cuore grande come la sabbia del mare” su S. Giovanni Bosco scritto
e diretto dall’U.P. Santa Maria Maddalena (S. Pellegrino e Buon Pastore di Reggio Emilia).
Al termine Preghiera di compieta.

Sabato 11 giugno

Ore 19.00 S. Messa presieduta da padre Bernardo Cervellera – Animata dall’ACR.
Ore 20,00 Visita guidata ai lavori di restauro e adeguamento liturgico della chiesa Festincontro-manifesto2016
parrocchiale di San Floriano Gavassa
Ore 20.00 Apertura ristorante e paninoteca.
Ore 21.30 Momento di incontro e riflessione con PADRE BERNARDO CERVELLERA
missionario del PIME e direttore di ASIANEWS. Tema “Cristiani perseguitati fonte di speranza”
Al termine Preghiera di compieta.

Domenica 12 giugno

Ore 10.00 Inizio grande maratona di BEACH VOLLEY in collaborazione con la Società Sportiva Daino con squadre miste di 4 componenti.
Per iscrizioni contattare Francesco Boni cell 349 3208028.
Al termine del torneo aperitivo e musica insieme.
Ore 18.30 Apericena con intervista in anteprima assoluta di “Family man” e “Family woman” sul Diario semiserio di Edoardo Tincani, Direttore del settimanale diocesano “La Libertà”.
Ore 19.30 Apertura ristorante e paninoteca.
Ore 21.30 “Tenacemente famiglia 2” – Cristiana Caricato, giornalista di TV2000, intervista Costanza Miriano.
Al termine Preghiera di compieta.

Lunedì 13 giugno

Serata TERZA ETA’ dedicata alla “PREGHIERA PER LA PACE E LA MISERICORDIA”
Ore 18:30 Rosario
Ore 19.00 S. Messa presieduta da don Giuseppe Bassissi e mons. Gianfranco Gazzotti animata dal coro “S. Maria – P.Remigio” dell’Arcispedale di Reggio Emilia
Ore 20.00 Apertura ristorante e paninoteca
Per la Terza Età prenotare presso la cassa ristorante o l’ufficio di AC 0522 437773
Ore 21.00 Presso la Paninoteca: partita ITALIA- BELGIO
Ore 21.30 Commedia Dialettale “Al luchet” e “Tognet e la Mariana” della compagnia “Il Muretto” di Rivalta.
Al termine Preghiera di compieta

Tutte le messe sono concelebrate da don Luciano Pirondini
Il Festincontro desidera essere un punto di incontro e di riflessione, pertanto durante tutta la festa la chiesa sarà aperta e sarà possibile confrontarsi con Frate Adriano.

Funzioneranno: Ristorante, Area Giovani, Paninoteca, Stand AC, Grande Pesca, Stand Libri, Gonfiabili, giochi per grandi e piccoli, Stand altre associazioni e movimenti, mostra sulla
“GMG STORY” ricordi e testimonianze da Czestochowa a Cracovia: video, foto …

laliberta.info

Ordinazione in Cattedrale Sabato 14 maggio alle 18, per l’imposizione delle mani e la preghiera del Vescovo

Da La Libertà del 7 maggio 2016

In copertina, i tre ordinandi di questa Pentecoste 2016. L’ordinando diacono è Andrea Lazzaretti, dell’unità pastorale Beata Vergine Maria Regina della Famiglia in San Martino in Rio e membro della Comunità Sacerdotale Familiaris Consortio.
Gli ordinandi sacerdoti sono Giancarlo Minotta, della parrocchia di San Giorgio Martire in Rio Saliceto, e Andrea Volta, della parrocchia di Santa Maria Assunta in Reggiolo, membro della Comunità Sacerdotale Familiaris Consortio.
Riceveranno l’ordinazione per l’imposizione delle mani e la preghiera del vescovo Massimo Camisascasabato 14 maggio alle 18 in Cattedrale.
Fissate poi le prime Messe dei novelli preti, nella domenica 15 maggio: alle 11 don Volta a Reggiolo; alle 16.30 don Minotta a Rio Saliceto.

Su La Libertà di questa settimana, in uscita giovedì 12 maggio, uno speciale con le interviste agli ordinandi.

La Messa di ordinazione sarà trasmessa in diretta televisiva dal Centro diocesano per le Comunicazioni sociali su Medianews (canali 10 e 119), con la possibilità per gli ammalati di ricevere l’indulgenza giubilare.

ORDINAZIONI-2016w

laliberta.info

Gruppo Albania – Resoconto mese di Aprile 2016

Ç’kemi!

Aprile dolce dormire… dicono!

Laura tornata da Shengjin in mattinata,  sale a Gomsiqe con la maestra che aiuta nella suddivisione dei giochi adatti ai bambini speciali e non.
Ma la giornata non manca di vivacità! È il compleanno della Nostra Sr. Graziaaaa! Si festeggia a cena insieme  agli ospiti con Sr. Ines e i ragazzi di RTM! Tanti Auguri Motra Grazia!!!
Il 2, insieme a Sr. Ines e Sr. Drane,  dopo una breve saluto alle suore del Carmelo di Nenshat, si raggiunge Dragushë dove ci attendono Sr. Rita con Pjietri e Rregjina per la Festa delle Famiglie in cui assistiamo anche alla testimonianza del perdono fra due famiglie in vendetta. Dopo un buon pranzo scappiamo alla volta di Gomsiqe per il consueto catechismo con i ragazzi!  Don Stefano poi si reca a Nenshat per l’ordinazione di un nuovo frate.

3 Aprile: FESTA DELLA DIVINA MISERICORDIA!  Assistiamo ad un miracolo: Dila e Gjon ci battono sul tempo e sul desiderio andando da soli a Barbollush dove già vive da alcuni mesi la Dila Plaka. Spiazzati non riusciamo quasi a credere alle nostre orecchie quando riceviamo la conferma della direttrice della struttura nel volerli accogliere! Grazie Signore non perché ci liberi di questi poveri che per molto tempo ci hanno accompagnato e fatto crescere ma perché ci dimostri che i nostri tempi e modi non sono i tuoi e sempre dobbiamo affidarci a Te!

Lunedì, insieme a Vilma, (che dopo alcuni giorni ci dice di essere parente con la direttrice così capiamo un pò di cose…) ci rechiamo per due volte a Barbollush per portare vestiti e cianfrusaglie ai nostri due amici. Nel pomeriggio inizia il corso di calcio e pallavolo a Scutari per i nostri ragazzi accompagnati da Don Stefano e Benito che allena piccoli e grandi.
Martedì di Sant’Antonio, alla Messa partecipa anche Sr. Ines che per la prima volta vede Gomsiqe Jakaj e gusta un pranzo alla gomsiqiana all’Arca di Noè!
Nel tardo pomeriggio Laura e Don Stefano scendono a Scutari per la Messa al convitto delle Ravasco.
Il 7 altro evento spettacolare del mese: Dila e Gjon LAVATI e vestiti a festa sono pronti per la visita alla commissione medica! Immortaliamo il momento e si torna a Gomsiqe per le normali attività. Alla sera cena a Mabe per discutere insieme a don Matteo, don Maurizio, Tiziana e Goffredo della GMG a cui parteciperà un pullman da 55 della nostra Diocesi!

Venerdì 8 ricomincia il lavoro di taglio e cucito delle vestine battesimali con le donne per un mese di prova.
Vilma guida il gruppo con un tema educativo a cui loro volentieri partecipano mettendosi in gioco.
Dopo il week end di Messe lunedì la comunità si rilassa girovagando per Fush Arres e dintorni. Un pò di riposo non fa male e nemmeno un buon pilaf shqiptar!
Durante tutta questa settimana è stato preziosissimo il lavoro di Gjon puntor che vestito da palombaro ha risanato, svuotando lavando e pitturando, la casa dei nostri vicini!!! Falenderojme Zoti!!!!
Il 13 preti e suore sono stati convocati per un incontro in curia sulla salute del Vescovo che purtroppo si è capito non sta affatto bene. Si inizia a pregare per lui. Più tardi don Stefano ha incontrato la commissione per preparare il nuovo incontro con i giovani. Poi sia Laura che il don hanno optato per un pò di riposo in seminario a Scutari. Per il don a causa della Land Rover non si è rivelato un gran riposo però c’è stato tempo per leggere, adorare e incontrare amici.
Venerdì mattina si torna a casa dove ci aspetta il cucito con le donne che procede bene grazie alla presenza di Vilma che le coinvolge con domande interessanti. Nel pomeriggio preparazione dei premi del nono concorso della biblioteca che verranno distribuiti ai bimbi vincitori!

Sabato 16 Laura è rimasta a casa per faccende domestiche mentre Benito allenava nel campetto i ragazzi di Gomsiqe e Karma per le partite del martedì. Don Stefano invece è andato a Korthpul per un pò di prove di chitarra con i suonatori dato che si avvicina la festa della Santa Croce.
Poi “veloce” alla Messa di saluto del Vescovo in Cattedrale a Vau- Dejes. Mons. Luciano, debole e affaticato ha celebrato insieme a don Simon e alla fine ha ringraziato ognuno per tutte le belle cose fatte insieme. Parte l’indomani per iniziare la chemioterapia in Italia.
Sconvolti e amareggiati per i piani spiazzanti del Signore sulla vita del nostro pastore continuiamo nella quotidianità pregando per lui.
La Domenica dopo due Messe il don porta Laura e Vilma alla Perla: pranzo premiooo!
Nel tardo pomeriggio poi il don fa visita a Dila vecchia, Gjon e Dila giovane; quindi parte per Rinas dove stanno per arrivare don Giuliano, don Carlo, Benedetta, Damiano e Samuele.
Alle 00.30 dopo un ritardo di due ore eccoli!  Noi felici ne approfittiamo per ritornare a dormire a Casaaaa!!!! Che gioiaaaa!!!
Il 17 ci organizziamo per trapiantare i nostri bellissimi fiori e poi nel pomeriggio, dopo un doveroso mega saluto agli ospiti della Casa e alle Suore, ecco il  consueto giro per la città di Scutari con don Stefano che fa da Cicerone! Alle 18 S.Messa in seminario per salutare gli amici seminaristi di don Giuliano, segue la cena insieme e poi si ritorna a casa.
Martedì Messa al Lago e poi nel pomeriggio visita alla diga, alla cattedrale di Vau-Dejes e assaggio del tipico dolce shqiptare: TRILEQE!
Il 20 approfittando della preparazione di don Carlo in quanto biblista abbiamo partecipato, noi con Vilma e Benito,  ad un ritiro sulla figura di Pietro a cui è seguita l’Adorazione.
Don Carlo poi è sceso a Laç per il ritiro con le suore mentre il resto del gruppo è salito a Karma per il catechismo! Damiano ha diretto i  bans e i giochi iniziali e dopo l’incontro Samuele ha stregato grandi e piccini con i suoi strepitosi giochi di magia! Grazie ragazzi! Alla sera S.Messa e cena in Casa di Carità! Che festaaa!
L’ultimo giorno don Stefano ha portato il gruppo a Nenshat, Blinisht e poi Barbollush per salutare suore e amici. All’una pranzo all’Arti Zanave il ristorante gestito dalle donne uscite da situazioni di violenza e poi giro per la città di Scutari. Alle 16 l’appuntamento dalle Clarisse per la Grande Festa di Consacrazione del loro Monastero. Ha celebrato il Vescovo Monsignor Massafra con i Vescovo di Lesha e il Nunzio Apostolico di Tirana ed un sacco di preti della diocesi e non;  purtroppo mancava il nostro Monsignor Luciano. Tuttavia è stata una bella celebrazione partecipata e gioiosa per lodare questo dono del Signore alla chiesa albanese.
Poi ritorno a casa e a cena una bella condivisione dell’esperienza! Gr azie mille per essere venuti e ritornati ridandoci carica e passione.
Eccoci nuovamente in due anzi per la verità un pó di più: Laura e il don, il don e Laura più gli angeli custodi vari!!!
Venerdì terza ed ultima giornata di lavoro con le donne per il mese di Aprile mentre il don insieme a Benito è impegnato nelle benedizioni delle famiglie di Karma. Nel pomeriggio con il catechismo a Gomsiqe Eperme terminano anche le premiazioni del concorso della biblioteca.
Bravi i nostri ragazzi!
Sabato mattina si parte per le Messe e a Gomsiqe arriva una decina di giovani della Papa Giovanni XXIII per un breve ritiro. Intanto noi continuiamo le nostre attività di oratorio, corsi di italiano e allenamenti! Il 24 grande giornata di pioggia, si va piano e si arriva lontano. Nonostante il diluvio, sebbene sia poca, la gente partecipa alle Messe e noi ce ne rallegriamo.
Alle tre dopo la Messa a Gomsiqe Jakaj il gruppo ci lascia e noi torniamo nuovamente a Laç per la notte.

È il 25 aprile e qui si festeggia San Marco salendo alla chiesa sopra Mjede. La pioggia continua ma alcuni decidono di andare ugualmente; noi no, don Stefano celebra in CdC.
Dopo il pranzo con pochi intimi nella sala della Caritas e un pó di riposo alle 16.00 ritorniamo a Gomsiqe con Vilma e Benito per preparare la nostra ora di Adorazione in chiesa per il Vescovo. Ventiquattro ore di preghiera per lui, perché il Signore lo possa guarire attraverso l’intercessione di Madre Teresa.
Il 27 aprile ecco il compleanno di Sr. Ritaaaa!!! Siamo un pó tristi per quello che sta capitando al pastore della nostra diocesi ma gli ospiti, soprattutto i bimbi ci aiutano ad andare avanti e a gioire ugualmente come farebbe Monsignor Luciano, sempre col sorriso.
Alla sera a festeggiare col tiramisù ci sono anche Giuseppe, Daniele e Caterina. Tanti Auguri Sr. Ritaaa!

Il 28 il Vescovo torna dall’Italia. Il 29 urgente incontro presbiterale. Purtroppo la situazione è molto grave. Sgomenti apprendiamo che è tornato per trascorrere con noi i suoi giorni fino a quando il Signore lo chiamerà o che, come ancora noi speriamo, guarisca miracolosamente e torni alla guida della nave.
Non è un’illusione è una speranza viva che tutti chiediamo accettando la volontà del Signore.

Il nostro mese di aprile nonostante tutto questo dolore termina con il battesimo dei quattro bambini della famiglia che abita al lago. È una bella festa che ridà vita alla parrocchia di Gomsiqe Jakaj.

Pregate per noi e per il Vescovo Luciano.
Da Gomsiqe è tutto.

Laura e don Stefano