Reggio Emilia, la Polizia in piazza della Vittoria per insegnare l’educazione stradale a 300 bambini delle scuole d’infanzia

Attraverso il progetto Stradilandia i bambini delle scuole d’infanzia hanno imparato alcune regole di base attraversando percorsi pedonali e ciclabili in sicurezza, preso parte ad alcuni interventi simulati del 118, Vigili di fuoco Polizia stradale e Carabinieri

REGGIO EMILIA – Non è mai troppo presto per imparare le regole salvavita dell’educazione stradale, questo il senso del progetto “Stradilandia” dedicato alle scuole d’infanzia reggiane, che oggi ha portato in piazza della Vittoria quasi 300 bimbi. Giunta alla quarta edizione “Stradilandia”, è organizzata dall’Ufficio scolastico provinciale e dalla Polizia locale di Reggio Emilia in collaborazione con l’Osservatorio regionale per la sicurezza stradale.

Le piazze dei Teatri, cuore della città, si sono trasformate in un grande parco giochi a tema, dove i bimbi delle scuole d’infanzia giocando hanno imparato alcune regole di base attraversando percorsi pedonali e ciclabili in sicurezza, preso parte ad alcuni interventi simulati del 118, Vigili di fuoco Polizia stradale e Carabinieri. A metà mattina il saluto delle autorità. Ad accogliere i piccoli, sottolineando l’importanza della manifestazione tutti i rappresentanti delle cariche cittadine: il capo di gabinetto del Prefetto Gabriele GavazziPaolo Bernardi dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, la vicecomandante della Polizia locale Mariella Francia, Nicola Burani del 118, Giuseppe Pologruto dei Vigili del Fuoco, Augusto Iotti della Polizia stradale e Marco Franzoni presidente Aci di Reggio Emilia.

A partire dalle 8.30 e fino alle 12.30 i “pedoni in erba”, a cui è stato regalato un giubbino ad alta visibilità, messo a disposizione dall’Osservatorio regionale per la sicurezza stradale, si sono cimentati in percorsi stradali, hanno colorato segnali stradali grazie a laboratori grafici e pittorici sui segnali stradali, ascoltato fiabe inventate dagli alunni delle primarie prendendo come spunto il codice della Strada.

Infine i piccoli pedoni hanno potuto visitare visitare gli stand degli operatori della sicurezza stradale: dal soccorso, con i volontari di 118 e Croce rossa, Vigili del fuoco, Aci e forze di polizia, con Carabinieri, Polizia locale e Polizia di Stato – sezione stradale. Alla mattinata hanno preso parte anche le associazioni: Protezione Civile, Avis Reggio Emilia, Ggev Guardie giurate ecologiche volontarie, Cisom Corpo italiano soccorso Ordine di Malta, Cooperatori con un volontario meccanico per le biciclette e Tuttinbici.

stampareggiana.it