Reggio Emilia. Da campovolo a Rcf Arena. La storia della musica è passata da qui

Da campovolo a Rcf Arena. La storia della musica è passata da qui

Nel 1992 ’Monsters Of Rock’, poi gli U2, l’era di Ligabue ed Harry Styles. Prossimi appuntamenti con Elrow Town (8 giugno) e Rammstein (21 luglio).

Presente, futuro e passato si intrecciano. Dopo un tramonto incendiato dal boato hard-rock degli Ac/Dc, color rosso sangue in Rcf Arena si pensa ai prossimi, grandi eventi, ovvero il grande show immersivo di ‘Elrow Town’, sabato 8 giugno lungo il boulevard dell’arena. Un festival a tema di 12 ore, con oltre 40 dj e 200 performer per cui si attendono 25mila clubbers. A due mesi di distanza dal live di ieri sera, invece, arriveranno sul palco i Rammstein, paladini tedeschi dell’industrial metal, attesi il 21 luglio.

Scene che si ripetono, maree di fan trepidanti, l’entusiasmo che si trasforma in delirio, adrenalina incontenibile. Ma ogni volta è diverso. Potere della musica che unisce boomer, zoomer e iGeneration.

Ripercorriamo intanto, salendo su una macchina del tempo musicale, gli eventi che hanno investito il campovolo di Reggio fino alla nuova denominazione in Rcf Arena. Monsters Of Rock. Il 12 settembre 1992 a Reggio Emilia è una data storica per tutti gli amanti dell’heavy metal. Il festival nella lineup schiera i fuoriclasse del genere: Iron Maiden, Black Sabbath, Megadeth, Testament, Warrant, Pantera e Pino Scotto. I Black Sabbath sfoggiavano Ronnie James Dio alla voce, i Warrant chiamavano Dimebag Darrell come guest-star e gli idoli incontrastati Iron Maiden venivano, tremate, dall’album ‘Fear Of The Dark’. Soltanto un rombo di tuono di questa portata poteva preparare all’inimmaginabile, fino ad allora.

Il 20 settembre 1997 il campovolo accoglie gli U2 del Pop Mart Tour. La band di Bono Vox registra il record assoluto di spettatori paganti per una band: 146mila. Un live memorabile. Scenografia con giochi al laser mozzafiato e attacco sulle note di ‘I will follow’. Nel pomeriggio la band aveva sorvolato l’area a bordo di un Boeing 727. Esperienza indimenticabile che spinge ancora oggi i fan ad esclamare “Io c’ero”, e apripista per Luciano Ligabue, che decise di festeggiare qui 15 anni di carriera il 10 settembre 2005. Il concerto stabilì il record europeo per biglietti venduti per un singolo artista: 165.264. ‘Questa è la mia vita’ di Ligabue aprì il 16 Luglio 2011 l’era del ‘Campovolo 2.0’. I biglietti venduti furono 110mila, il palco lungo 90 metri per una superficie di 1.100 mq era dotato di 620 mq di schermi e 19 torri altoparlanti.

Al Campovolo si sono tenuti anche eventi collettivi, come Italia loves Emilia il 22 settembre 2012. Una serata che intrecciava musica e solidarietà e che accolse 150mila persone. Un grande incasso tramutato in risorse economiche destinate alle popolazioni colpite dal sisma dell’Emilia-Romagna (quasi 4 milioni di euro). Grandi nomi della musica italiana sul palco, con Ligabue organizzatore e ospite, che ha passato il microfono a Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, Elisa, Tiziano Ferro, Giorgia, Jovanotti, Litfiba, Fiorella Mannoia, Negramaro, Nomadi, Renato Zero e Zucchero.

Liga tornerà per ben due volte nella sua arena preferita: il 29 settembre 2015 la sua serata record, con 150mila fan che assistono allo show più lungo di sempre del rocker di Correggio, tre ore e mezzo di canzoni ed emozioni; 4 giugno 2022, il ritorno di Liga per i 30 anni di carriera, intitolato appunto ‘30 anni in un giorno’, che ha inaugurato uno spazio completamente nuovo, denominato Rcf Arena. Dopo di lui, l’11 giugno 2022, sette grandi artiste della musica italiana per l’evento ‘Una, Nessuna, Centomila’. Elisa, Emma, Giorgia, Gianna Nannini, Alessandra Amoroso, Fiorella Mannoia e Laura Pausini cantano e si schierano contro la violenza sulle donne. Ben tre gli avvenimenti musicali, con l’ultimo a consacrare Harry Styles nell’olimpo del pop, che hanno contraddistinto il 2023 alla nuova Rcf Arena. Il 9 e 10 giugno, Zucchero Sugar Fornaciari con due concerti rimasti nel cuore di tutti i fan, seguito il 24 giugno da quindici artisti per il concerto benefico ‘Italia Loves Romagna’, a sostegno delle popolazioni colpite dall’alluvione. Il resto Il resto è storia del pop, davvero, con la tappa finamel del ‘Love On Tour’ di Harry Styles, il 22 luglio 2023.

Il Resto del Carlino

Lascia un commento