Crea sito

Verbale n. 3 del Consiglio Pastorale Parrocchiale – Settembre 2012

Comunità parrocchiale di S. Stefano e S. Zenone

Verbale n. 3 del Consiglio Pastorale Parrocchiale – Settembre 2012

Il giorno 12 settembre 2012, alle ore 21.00, nei locali della Parrocchia di S. Stefano, si riunisce il Consiglio Pastorale Parrocchiale presieduto dal parroco Don Fabrizio Crotti, con il seguente ordine del giorno:

  • ripresa delle attività dopo la pausa estiva;
  • organizzazione del nuovo anno pastorale;
  • varie ed eventuali.

Sono presenti i Signori: diacono Grassi Enrico, Lodi Federico, Lombardini Anna, Meza Delcy, Montruccoli Giorgia, Mussini Elena, Ori Davide, Prandi Franco, Rossi Lorenzo, Ruci Albana, Ruozi Giuseppe, Serrone Giuseppe, Valeriani Alberto, Sr Assunta.

Introduzione del parroco

Dopo la lettura del brano del Vangelo di Luca (Lc 6,12-19) relativo alla scelta da parte di Gesù dei dodici apostoli, Don Fabrizio apre la seduta commentando il passo letto e sottolinea come ciascun apostolo sia menzionato con il proprio nome, ivi compreso Giuda Iscariota, il traditore. Di fronte alla domanda del perché di questa scelta, risulta evidente come Gesù abbia scelto i suoi apostoli, e quindi costituito la sua Chiesa, sul campionario umano a disposizione; tra questi uomini, dunque,  era presente anche colui che lo avrebbe tradito, una figura certamente non secondaria nel progetto di salvezza di Dio. Se consideriamo infatti che la morte di Gesù era prevista nella storia della salvezza, Giuda diviene lo strumento attraverso il quale l’umanità è stata redenta e la scelta di Giuda come apostolo deve essere motivata proprio nell’ottica di questo ampio progetto di salvezza (cfr. scritto di cardinal Carlo Maria Martini “Il nostro fratello Giuda”).

Traendo spunto da questo brano di Vangelo, in quanto rappresentanti della comunità parrocchiale, i membri del Consiglio Pastorale e tutti i fedeli in generale sono invitati a riprendere il cammino interrotto durante la pausa estiva senza affliggersi per eventuali defezioni o tradimenti da parte di persone vicine, a non giudicare coloro che non partecipano alla vita comunitaria o partecipano in modo diverso, perché i piani di Dio non sempre sono facili da comprendere e nel progetto di salvezza di Dio c’è spazio per tutti. Ogni cristiano e in particolare i rappresentanti della comunità parrocchiale hanno solo il compito di svolgere al meglio il proprio ruolo di testimoni della fede nel Signore Gesù.

Catechismo

Dopo l’introduzione di don Fabrizio, prende la parola Elena Mussini, in qualità di portavoce della responsabile dei catechisti Gaia Nalio, per riferire quanto programmato e deciso nella riunione dei catechisti del giorno precedente (11/09/2012), in particolare per rivolgere un nuovo appello alla comunità al fine di reclutare nuove figure di catechisti, che possano collaborare con coloro che già si occupano di catechesi. A questo scopo verrà dato ampio spazio alla diffusione  del calendario  di incontri di formazione sulla catechesi tenuti nei locali parrocchiali dal prof. Giuseppe Serrone a partire dal 27/09/2012 e aperti a tutta la comunità.

Si ricorda inoltre che il catechismo avrà inizio mercoledì 3 ottobre e il giorno 7 ottobre, durante la S. Messa delle ore 11.00, verrà conferito il mandato parrocchiale ai catechisti. Gli appuntamenti dell’anno catechistico verranno forniti in un apposito calendario a tutti i ragazzi delle classi di catechismo.

Resta da stabilire dove e con quali modalità si riunirà il gruppo della prima media, in linea a quanto verrà deciso in una riunione in programma in Vescovado il giorno 18 settembre; in proposito il diacono Enrico esprime perplessità sulla modalità organizzativa dell’anno passato, che prevedeva la costituzione di gruppi di ragazzi provenienti da tutte le parrocchie del centro storico, divisi per fasce di età.

Anno della Fede

Interviene quindi Alberto Valeriani, che  invita il parroco e il Consiglio ad esprimesi sulla opportunità o meno di organizzare un’assemblea parrocchiale; dopo una brave discussione si decide all’unanimità di soprassedere, per problemi di tempo e organizzativi, e di concentrare le energie della comunità sull’attuazione di proposte inerenti l’anno della Fede indetto da papa Benedetto XVI. A questo proposito don Fabrizio annuncia che il prossimo 30 settembre verrà presentato un apposito sussidio dal titolo Risvegliare la Fede. Sui passi di Abramo edito dalla diocesi reggiana. Albero Valeriani aggiunge che, nel corso dei Consigli diocesani, è stato possibile analizzare gli esiti di un questionario diffuso nelle comunità da cui è emerso che sulle questioni inerenti la fede c’è in genere uno scarso approfondimento ed esiste un grande divario tra mentalità quotidiana e fede cristina. Sarebbe quindi necessario tradurre in iniziative parrocchiali e interparrocchiali un cammino di fede sulle orme di Abramo. Assieme alla possibilità di invitare specialisti che presentino alcuni temi forti, sarebbe anche opportuno indirizzare gli appuntamenti già radicati nel nostro vissuto parrocchiale, come i gruppi di Vangelo, gli approfondimenti della domenica pomeriggio a cura del parroco, etc., proprio in questo senso.

Oratorio

Si affronta quindi il tema dell’apertura dell’oratorio nei giorni feriali e Albana Ruci conferma la sua disponibilità ad essere presente tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì dalle ore 16 alle 18, proponendo iniziative sperimentate  in prima persona nel territorio viterbese. Si stabilisce di aprire l’oratorio a tutti i bambini della fascia compresa tra la seconda elementare e la prima/seconda media. Anna Lombardini, ipotizzando che l’oratorio abbia l’esigenza di accogliere in tempi brevi molti bambini, suggerisce di pensare alla presenza di un’altra figura di educatore che collabori con Albana. Per quanto riguarda la parte organizzativa e l’acquisto dei materiali si stabiliranno i dettagli nelle prossime settimane e l’iniziativa verrà pubblicizzata entro i primi giorni di Ottobre.

Campeggio famiglie

Il diacono Enrico invita poi il gruppo delle famiglie a organizzarsi quanto prima per stabilire la meta e il periodo per il campeggio della prossima estate e ottiene risposta affermativa dai rappresentanti del gruppo.

Ministri S. Eucarestia

Si stabilisce anche di fare nell’immediato un rapido censimento dei ministri straordinari delle S. Eucarestia e di individuare eventuali nuovi bisogni presenti tra anziani e ammalati della comunità.

Casa di accoglienza

In merito alla Casa di accoglienza di via Guasco, in attesa di decidere le sorti della struttura in un incontro decisivo tra il parroco don Fabrizio, don Romano della Caritas e la responsabile Delcy Meza, Alberto Valeriani rassicura sulla situazione economica, parzialmente migliorata dopo l’elargizione di un contributo da parte dalla Casa di carità.

Delcy Meza aggiunge che la Casa, che non ha effettuato la consueta chiusura estiva, ospita attualmente tre giovani donne  che non danno particolari problemi di gestione.

A fronte della necessità di procurare in tempi rapidi una lavatrice, a causa della rottura di quella già presente nella Casa, il Consiglio Pastorale si esprime favorevolmente sull’acquisto di una nuova macchina.

Consigli Pastorali

In base a un calendario di impegni di docenza del parroco e agli appuntamenti già stabiliti per la comunità,  si sceglie come giorno di riunione del Consiglio Pastorale il primo martedì di ogni mese dalle ore 21.00 alle 22.30 circa.

Non restando altri argomenti di cui discutere, dopo la preghiera di gloria e ringraziamento al Signore, la seduta è tolta alle ore 22.20.

 

Il presidente                                                                                      Il segretario

Don Fabrizio Crotti                                                                            Elena Mussini