Crea sito

“Vengo come amico”. La prima lettera alla diocesi del nuovo vescovo di Reggio

Ieri in duomo il suo nome è stato ufficialmente comunicato. Il vescovo uscente Caprioli: ‘Cedo il testimone di questa bella chiesa’.

“Il Santo Padre Benedetto XVI, dopo aver accettato la mia rinuncia al mandato di Vescovo di Reggio Emilia-Guastalla, presentata al compiersi del 75esimo anno di età, ha nominato nuovo vescovo Mons. Massimo Camisasca”. Con queste parole, seguite da un lungo applauso, monsignor Adriano Caprioli ha annunciato ai fedeli reggiani l’arrivo del nuovo vescovo. ‘Era giusto che la Cattedrale, chiesa madre di tutte le chiese della Diocesi e simbolo della città – ha spiegato Caprioli – fosse il luogo più opportuno per annunciare l’evento così atteso’. Nel suo annuncio alla diocesi Caprioli ha ricordato quanto sia importante la presenza del vescovo nei momenti della vita della città e ha invitato i fedeli ad accogliere monsignor Camisasca come guida: ‘Cedo il testimone di questa bella Chiesa’.

Camisasca è nato a Milano nel 1946, ordinato sacerdote nel 1975 è superiore generale della Fraternità sacerdotale dei missionari di San Carlo Borromeo ed è uno dei maggiori esponenti di Comunione e Liberazione. ‘Vengo come amico. Vengo per ogni uomo e per ogni donna’. – ha scritto il nuovo Vescovo nella sua lettera alla diocesi – nel più assoluto rispetto della libertà di coscienza di ciascuno, umilmente e fermamente desidero essere il tramite dell’annuncio e della proposta di Gesu’. Mons. Massimo Camisasca sarà ordinato vescovo di Reggio e Guastalla ufficialmente a Roma il 7 dicembre prossimo, data da lui scelta perchè giorno di Sant’Ambrogio. Nell’attesa del suo arrivo, Reggio ha salutato con affetto e calore monsignor Adriano Caprioli, alla guida della Chiesa reggiana per 14 anni.

via emilia net