Crea sito

Venezia: E’ gia’ toto-Leone, attesa per Comencini

egli inviati Francesco Gallo e Alessandra Magliaro

VENEZIA – PIETA’ del regista coreano Kim Ki-duk è ad oggi, tra i favoriti al Leone d’oro o ad uno dei premi maggiori in questa 69/a edizione della Mostra del cinema di Venezia. Ma attenzione anche a THY WOMB del filippino Brillante Mendoza, in versione buonista, passato oggi e che in alternativa (i premi non sono cumulabili) potrebbe portare a casa la Coppa Volpi femminile alla superba protagonista Nora Anour, tra le attrici più famose delle Filippine.

Mancano due film – PASSION di Brian De Palma e UN GIORNO SPECIALE di Francesca Comencini, in programma domani – per completare il panorama del concorso, ma c’é già un’idea di quello che potrà entrare nel palmares di Venezia 2012 della giuria presieduta dall’americano Michael Mann. Nel totoleone c’é di sicuro anche THE MASTER di Paul Thomas Anderson, anche per la straordinaria coppia Joaquin Phoenix-Philip Seymour Hoffman, in testa da subito per la Coppa Volpi maschile per l’interpretazione rispettivamente di un reduce di guerra alcolizzato e in cerca di un’ancora e del sanguigno guru di una setta. E il piccolo-gioiello israeliano FILL THE VOID di Rama Bursthein, storia di un amore che nasce in una famiglia ultra-ortodossa di Tel Aviv, un film da camera pieno di sentimento. La giuria potrebbe tenere in giusta considerazione tra i premi anche BETRAYAL del russo Kirill Serebrennikov, una sorta di noir a tinte forti con due coppie animate dal solo desiderio di tradirsi l’un l’altra. In attesa del film della Comencini, la giuria guidata da Mann potrebbe considerare BELLA ADDORMENTATA di Marco Bellocchio, magari anche colpita per aver sentito ieri sera in sala grande l’applauso più lungo della Mostra, 16 minuti cronometrati.

Il grottesco E’ STATO IL FIGLIO di Daniele Ciprì potrebbe entrare nel verdetto finale, forse premiato per il miglior contributo tecnico, la fotografia (tra l’altro Ciprì è il direttore della fotografia anche del film di Bellocchio). Alla giuria, stando alle indiscrezioni, non sembrano invece affatto piaciuti il film di Terrence Malick TO THE WONDER, quello di Olivier Assayas APRES MAI e quello di Ramin Bahrani AT ANY PRICE con Dennis Quaid e Zac Efron. E non si hanno voci di considerazione per SPRING BREAKERS di Harmony Korine, che però potrebbe competere a ragione alla Coppa volpi maschile con il gangsta rap James Franco. Tornando ai possibili vincitori di questo festival che si chiuderà sabato, PIETA’ è al momento il film che ha più convinto per la sua forza e per la capacità, partendo dal denaro e dalla storia di un demoniaco strozzino nella cui vita spunta improvvisamente una madre mai conosciuta (Cho Min Soo, ottima candidata in alternativa alla Coppa Volpi), di toccare tutti i sentimenti umani. Nella rosa a sorpresa potrebbe entrare un film urticante, difficile e, per alcuni, blasfemo come PARADISE:FAITH di Ulrich SEIDL. La storia di questa ultraortodossa cattolica alle prese con Madonne e crocifissi non lascia indifferenti.

COMENCINI E DE PALMA IN CONCORSO
di Francesca Pierleoni

UN GIORNO SPECIALE di Francesca Comencini, sguardo sulla realtà precaria attraverso l’incontro di due ragazzi, e PASSION di Brian de Palma, con Rachel McAdams e Noomi Rapace, thriller un rapporto morboso di seduzione, che chiudono il concorso di Venezia 69 e le vampire sexy e senza freni di KISS OF THE DAMNED, opera prima fuori concorso di Xan Cassavetes (figlia di John), film di chiusura della settimana della Critica, saranno fra i protagonisti della Giornata di domani alla Mostra del Cinema di Venezia.

Ecco alcuni dei principali appuntamenti: PASSION di Brian De Palma (VENEZIA 69 – Sala Grande alle 19:30). Rachel McAdams e Noomi Rapace sono protagoniste di un thriller erotico sulla lotta per il potere tra due donne nel mondo degli affari internazionali. La carismatica Christine prova piacere nell’esercitare il controllo sulla giovane protegé Isabelle, trascinandola poco a poco in un gioco sempre più torbido di seduzione e manipolazione, dominio e umiliazione. UN GIORNO SPECIALE di Francesca Comencini (VENEZIA 69 – Sala Grande alle 22:00) – La regista offre uno sguardo sulla realtà precaria di oggi attraverso l’incontro di Gina e Marco, giovanissimi e decisi a diventare ‘qualcuno’. Lei ha un appuntamento con un politico che potrebbe aiutarla a entrare nel mondo dello spettacolo, lui è l’autista incaricato di accompagnarla. Ma niente va come deve andare.

DU HAST ES VERSPROCHEN (FORGOTTEN) di Alex Schmidt (FUORI CONCORSO – Sala Grande alle 00:15). Altro scontro al femminile nel thriller tedesco su due amiche che si ritrovano 25 anni dopo e affrontano le conseguenze di un crimine legato al loro passato, avvenuto sull’isola dove da bambine passavano le vacanze.

KISS OF THE DAMNED di Xan Cassavetes (SETTIMANA DELLA CRITICA – FILM DI CHIUSURA – EVENTO SPECIALE FUORI CONCORSO – Sala Darsena alle 16:45) – La figlia di John Cassavetes debutta alla regia con un thriller-horror su due sorelle vampire che vivono la loro condizione in modo diametralmente opposto. Djuna, bionda, diafana e sofferente si isola e si nutre solo con il sangue di animali, mentre Mimi è scatenata e senza freni.

CRAWL di Hervé Lasgouttes (GIORNATE DEGLI AUTORI – FILM DI CHIUSURA – Sala Pasinetti alle 20.00) Ragazzi precari anche nella storia di Lasgouttes: Martin, giovane che vive di lavoretti e piccole rapine, e Gwen una nuotatrice che si allena scrupolosamente tutti i giorni in alto mare. La loro vita cambia quando lei rimane incinta e lui viene accusato di omicidio.

ansa