Crea sito

Venerdì 15 marzo si è concluso il ciclo di incontri “Chi cercate?” voluto dal Vescovo Massimo per i giovani

Venerdì 7 giugno ultimo incontro prima dell’estate. All’interno il link alla registrazione video della serata.

Venerdì 15 marzo si è concluso il ciclo di incontri “Chi cercate?”, voluto dal Vescovo Massimo per i giovani. In quattro serate mons. Camisasca ha presentato altrettanti incontri di Gesù descritti nel vangelo di Giovanni: il cieco nato, Nicodemo, la samaritana, e l’amico Lazzaro.

Tutte e quattro le serate hanno visto una Cattedrale gremita di giovani. Si stima che ad ogni incontro abbiano partecipato tra 800 e 1.000 persone.

L’appuntamento del 15 marzo è iniziato con un canto messicano: Virgen Morenita cantato al Santuario di Nostra Signora di Guadalupe in Messico e in tutta l’America Latina, tra cui il santurio di Nuestra Señora de Luján in Argentina. Attraverso il canto, il Vescovo e i giovani hanno reso omaggio a papa Francesco e alla sua terra. Il canto è stato eseguito dal gruppo giovani diocesano di Comunione e Liberazione.

Dopo il canto il seminarista Giacomo Menozzi ha proclamato il brano evangelico della serata: l’episodio della risurrezione di Lazzaro, narrato dall’evangelista Giovanni al capitolo 11.

Mons. Camisasca, nel suo intervento ha toccato quattro temi: amicizia, casa e resurezione. Lo spazio maggiore è stato dedicato all’amicizia.

Tra mons. Camisasca e i giovani è nato un legame che proseguirà venerdì 7 giugno “per rivedersi prima dell’estate”, ha detto il Vescovo. Quanto ad un ciclo di incontri come quello appena concluso, mons. Camisasca ha annunciato che si sta pensando alla possibilità di ripetere l’iniziativa il prossimo anno con cadenza mensile.

Il Vescovo Massimo ha poi annunciato una seconda iniziativa rivolta ai giovani. Ha offerto la propria disponibilità ad aiutare i giovani nel discernimento vocazionale. “Se ci sono ragazzi che pensano di essere chiamati al sacerdozio”, ha detto il Vescovo Massimo, “e non hanno nelle loro parrocchie, comunità e movimenti dei punti di riferimento che già li aiutano, dal mese di settembre, terrò, in maniera riservata, un momento di incontro con coloro che sono interessati a verificare una ipotesi di vocazione sacerdotale”. Chi è interessato può scrivere una lettera a mons. Massimo Camisasca (l’indirizzo è via Vittorio Veneto 8, 42121 Reggio Emilia) senza dimenticare di indicare un proprio recapito e annotare sulla busta “riservato”. Sarà il Vescovo a invitare da settembre gli interessati. (e.b.)