Una suora decapitata in Centrafrica, aiutava le ragazze ad imparare a il mestiere di sarta

Il Messaggero 

E’ stata decapitata, suor Ines Nieves Sancho. Poi il suo corpo è stato orrendamente mutilato. Il corpo della religiosa, 77 anni, è stato trovato lunedì mattina nel villaggio di Nola, diocesi di Berberati, nella Repubblica Centrafricana, in uno dei saloni dell’edificio che utilizzava per insegnare alle ragazze a cucire e a imparare un mestiere

Precedente Conflitto israelo-palestinese: vescovi cattolici Terra Santa, «Chiese e leader spirituali indichino un altro cammino» Successivo Sulla nullità: boicottare il poco o riformare il molto?