Tecnologia e big data: Milano, dal 18 al 21 giugno alla Cattolica convegno “Smart statistics for smart applications” organizzato dalla Sis

agensir

Saranno dedicati alla “smartness” – che si avvale di dati raccolti, analizzati e utilizzati per semplificare le cose e prendere decisioni – il convegno “Smart Statistics for Smart Applications” e le tavole rotonde del Fuoriconvegno organizzati dalla Società italiana di statistica (Sis), in programma dal 18 al 21 giugno all’Università Cattolica di Milano.
“Sia che desideriamo scegliere il miglior ristorante, pianificare un viaggio, confrontare i nostri parametri di salute o prevedere il momento migliore per acquistare un biglietto aereo, le app dei nostri dispositivi – spiega una nota – raccolgono grandi quantità di informazioni, rendendole facilmente accessibili e usandole per fare previsioni accurate. Questo processo fa un largo uso della statistica. Tuttavia, gli attuali metodi statistici sono adeguati a questo aumento della domanda e all’aumento di quantità e varietà di dati?”.
Su questo quesito si svilupperà l’evento, un forum dove accademici, ricercatori e professionisti si confrontano su quali nuove idee e nuovi metodi possano soddisfare le neonate esigenze. L’iniziativa è promossa da un network di università milanesi: oltre alla Cattolica, hanno contribuito l’Università Bicocca, l’Università Bocconi, l’Università “Vita e salute” San Raffaele, il Politecnico e l’Università Statale.
Quest’anno, per la prima volta, oltre al tradizionale appuntamento per gli statistici accademici riuniti, cinque tavole rotonde apriranno le porte a tutti i cittadini interessati, e costituiranno il Fuoriconvegno. Saranno dedicati a “Sondaggi politici e previsioni elettorali nel mondo dei big data” (martedì 18, ore 17), “Digital transformation: nuove sfide e opportunità di dialogo tra università e industria” (martedì 18, ore 18), “Big Data & Big Responsibility” (mercoledì 19, ore 18.30), “Statistica e Big Data nella PA: cosa è cambiato, cosa cambierà?” (giovedì 20, ore 18.45), “Smart statistical societies in a small world” (venerdì 21, ore 11.30).
Il programma prevede anche due smart poster session, realizzate per la prima volta senza l’esposizione cartacea dei poster, ma con il supporto di dispositivi mobili che consentono di interagire e mostrare i risultati dei propri studi in momenti ad alta intensità di scambi relazionali come il lunch.

Be Sociable, Share!
Precedente Teologia: Ati, a Enna il XXVI congresso nazionale sulle nuove sfide, “neuroscienze, new-media, economia” Successivo I Teatri del Sacro: Giraldo (Acec), “il teatro come strumento per dialogare con la società contemporanea”