Crea sito

Santo Stefano Archive

0

Vacanza per famiglie 2018 Hotel Martellerhof – Val Martello 1 – 8 Luglio 2017

Quest’anno la vacanza per famiglie si svolgerà nella settimana che va dal 1 all’8 luglio 2017 (da domenica a domenica)

Il posto è l’hotel Martellerhof che si trova in Val Martello (nord nord).

I costi  sono in linea con quelli degli anni passati.

Per prenotare inviare richiesta via mail al diacono  Enrico Grassi (enricoroberta87@alice.it ) , con n° partecipanti, entro la prima settimana di Gennaio 2018

Per eventuali chiarimenti e maggiori dettagli potete fare riferimento al Diacono Enrico via mail, oppure a Messa..
(segnalazione tratta da una mail di Paolo)

——————-

Hotel su Booking.com >>> http://www.booking.com/searchresults.it.html?aid=374962

———————

Situato nel cuore della Val Martello, famosa per lo sci di fondo, l’Hotel Martellerhof sorge all’interno del Parco Nazionale dello Stelvio e offre un ristorante di cucina locale e internazionale.

Tutte accoglienti e spaziose, le camere sono dotate di moquette, TV satellitare e bagno privato, mentre alcune vantano un balcone.

Ogni mattina vi attende una ricca colazione a buffet internazionale. Inoltre, il ristorante alla carta allestisce un buffet di insalate e serve pietanze prive di glutine. Troverete a disposizione anche un giardino attrezzato per il barbecue e uno snack bar.

Nelle vicinanze usufruirete di tariffe scontate presso il maneggio Rona Ranch, mentre in loco è presente una zona adibita a deposito per sci.

Il Martellerhof Hotel si trova sul Monte Cevedale, in un’ottima posizione per escursioni e trekking e a 10 km dalla Stazione Ferroviaria di Laces, la più vicina.

Alcune immagini  della Val Martello e dell’Hotel:

 

Be Sociable, Share!
0

Concerto in S. Stefano Venerdì 21 Ottobre 2016 in occasione del 40esimo anniversario di Ordinazione Sacerdotale di Don Fabrizio Crotti

Concerto in S. Stefano Venerdì 21 ottobre 2016 ore 21 – Soli Deo Gloria

Chiesa di Santo Stefano  Via Emilia Santo Stefano 32

In occasione del 40° di sacerdozio di Don Fabrizio Crotti

Le offerte saranno devolute per il restauro del tetto della chiesa di Santo Stefano

Il programma

Coro Canossa

Monte Pasubio (B. De Marzi)

Montenero (Arm. Coro Grigna)

Ricordi quel treno? (M. Maiero)

Sui Monti Scarpazi (A. Pedrotti)

E’ morto un Alpin (N. Taddei) (Elab. G. P. Capacchi)

Dove (M. Maiero)

L’ultimo pastore (A. Saielli)

Schola Cantorum

Panis Angelicus (C. Casciolini)

Lucis Creator (Gregoriano e Polifonia a 3 v. di G. Ett)

Coro misto

Restèna (B. De Marzi)

Fiore di Manuela (B. De Marzi)

Cercheremo (M. Maiero)

Mani di luna (M. Maiero)

Fiori (M. Maiero)

Carezze (M. Maiero)

Be Sociable, Share!
0

In S. Stefano Reggio Emilia Festa della Madonna del Carmelo 2016 / Programma Celebrazioni

carmine

PROGRAMMA CELEBRAZIONI

scarica la lettera invito in pdf >>>MadonnadelCamelo_2016.invito

Da giovedì 7 luglio a venerdì 15 Luglio: Novena di preparazione con la recita del Rosario alle 18.30  e, alle 19, la santa Eucaristia. Per chi non può partecipare, potrà celebrare la Novena in casa, secondo lo schema qui allegato.

Sabato 16 luglio

S. Messe ore 10, ore 11.30, al termine di ognuna delle quali si reciterà l’Atto di consacrazione alla Madonna.

Alle 18.45 recita dell’inno Acatistos

e, alle 19, Solenne Concelebrazione in cui festeggeremo i 100 anni

della Maestra Anna Maria Lindner, nostra Consorella e animatrice

Nel giorno della festa e nel pomeriggio della Vigilia si può acquistare l’indulgenza plenaria alle solite condizioni: visita alla chiesa di S. Stefano, recita del Padre nostro, del Credo e di una preghiera secondo le intenzioni del Papa, Confessione e Comunione negli otto giorni precedenti o seguenti. L’indulgenza si può acquisire una sola volta ed è applicabile ai defunti.

Maria, Regina del Carmelo e Madre di misericordia, interceda per le nostre famiglie e la nostra Unità pastorale.

Il Parroco

don Daniele Casini

Be Sociable, Share!
0

Chiesa di S. Stefano Reggio Emilia 25 Maggio 2016 ore 21 Saggio interno di fine anno dell’IDML

Chiesa S. Stefano Reggio Emilia 25 Maggio 2016 ore 21 Saggio interno di fine anno dell’IDML Istituto Diocesano di Musica e Liturgia.

 

Be Sociable, Share!
0

Radio Giornale 17 Maggio 2016 dalla web radio

Be Sociable, Share!
0

Per la Messa del Lunedì dell’Angelo, i Templari Cattolici d’Italia hanno partecipato alla Santa Messa nella chiesa di Santo Stefano a Reggio Emilia

Templari Cattolici D’Italia (Video)

Be Sociable, Share!
0

Elogio della vita consacrata. L’omelia di Mons. Caprioli 2 Febbraio in S. Stefano Reggio Emilia

DSC_0258

ELOGIO DELLA VITA CONSACRATA

Festa della Presentazione del Signore al Tempio 2016 e XX Giornata della Vita consacrata

Non è un caso che, nel Vangelo proclamato dalla odierna liturgia, al centro del messaggio stia il tema dell’incontro di Dio con il suo popolo nella persona di Gesù, vero Tempio di Dio in mezzo a noi. E figure di accompagnamento, rappresentative dell’intero popolo, siano l’anziano Simeone e la profetessa Anna.

La profezia dell’attesa

“Ora a Gerusalemme c’era un uomo di nome Simeone, uomo giusto e timorato di Dio, che aspettava il conforto di Israele”. Uomo giusto e timorato di Dio: così dunque lo qualifica il Vangelo.

È questo un elogio della sua vita passata, vissuta all’insegna della obbedienza alla legge del suo popolo, al quale si sentiva appartenente. E più ancora è l’elogio della sua vita di credente in Dio, di un religioso che è riuscito a fare della pratica esteriore il luogo del suo cammino interiore verso Dio.

E, tuttavia, questo uomo che poteva ben dirsi soddisfatto della sua vita passata, si rivela ancora un uomo non arroccato sul suo passato, ma aperto alla novità, proteso verso ciò che ancora doveva accadere: “aspettava il conforto di Israele”.

Colpisce la capacità di guardare al futuro di questo anziano, non per rassegnazione, ma mosso da un vivo desiderio. Che cosa spiega questa capacità di sguardo al futuro? Potremmo dire così: è uno sguardo non su di sè, ma su di un Altro; non rivolto al proprio io, ma rivolto a Dio.

L’invito che viene da questa figura del Vangelo che è l’anziano Simeone è quello di alzare lo sguardo verso il futuro.

È quanto il beato Paolo VI richiama, nel suo Pensiero alla morte, quando “davanti alla morte, maestra della filosofia della vita” afferma “che l’avvenimento fra tutti più grande fu per me, come lo è per quanti hanno pari fortuna, l’incontro con Cristo, la Vita”. E ancora: “Non più guardare indietro, ma fare volentieri, semplicemente, umilmente, fortemente il dovere risultante dalle circostanze in cui mi trovo, come Tua volontà”.

Come per Paolo VI, come per Simeone, come per ogni persona consacrata, che ha incontrato il Signore, è la Verità dell’incontro pieno ed appagante con la Parola eterna di Dio il segreto e la testimonianza da dare al nostro mondo.

Vengono in mente gli imperativi sempre del Pensiero alla morte di Paolo VI: “Fare presto, fare bene, fare soprattutto con gioia ciò che Tu, o Signore, vuoi da me, anche se supera immensamente le mie forze e se michiede la vita”.

“Profezia della speranza” è stata definita la vita della persona consacrata. Di questa figura profetica, che è la vita consacrata — la quale ha imparato a giocarsi su ciò che non ha riscontro nel tempo come l’attesa del Signore che viene —, ha ancora bisogno la nostra Chiesa e il nostro tempo.

Profezia della fedeltà

Di un’altra figura parla il Vangelo: “C’era anche una profetessa, Anna, figlia di Fanuele della tribù di Aser… Non si allontanava mai dal tempio, servendo Dio notte e giorno con digiuni e preghiere. Sopraggiunta in quel momento, si mise anche lei a lodare Dio e parlava del Bambino a quanti aspettavano la redenzione di Gerusalemme”.

Oltre alla profezia della speranza, troviamo qui la profezia della fedeltà. La parola fedeltà sembra diventata oggi una parola fuori moda, un po’ come la donna di chiesa, sempre presente alle celebrazioni che si svolgono: animatrice della preghiera e del canto, pronta a dare una mano anche ai servizi più umili ma preziosi nella cura e nel decoro necessari ad una degna celebrazione.

Fedeltà è per la Bibbia una parola teologica. Fedele è Dio nei riguardi dell’uomo, di ogni sua creatura. Ritroviamo qui l’altro aspetto della vita consacrata nella Chiesa: non solo profezia della speranza, ma profezia della fedeltà di Dio, testimonianza di Cristo ieri, oggi e sempre. È questo il gioioso annunzio che questa giornata della vita consacrata intende testimoniare nella Chiesa e nel mondo: Dio è fedele.

La vita della persona consacrata è la singolare risposta alla fedeltà di Dio, e per questo ha bisogno di stare nella casa del Signore con la preghiera e il digiuno. La preghiera, sopratutto la preghiera per eccellenza dell’Eucaristia, è l’anima della fedeltà, perchè essa ci colloca, ci stabilisce e ci edifica nell’orizzonte della fedeltà di Dio, che in Gesù Cristo, avendo amati i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine. Ma, se la preghiera è l’anima della fedeltà, il digiuno inteso biblicamente come l’opera e il servizio della carità, il mettere sè a servizio degli altri nelle varie forme della carità, è per così dire il terreno concreto in sui è chiamata ad esercitarsi la fedeltà.

Fedeltà ha così anche il significato di fedeltà alla Chiesa. Vale anche per i religiosi e le religiose l’invito, ispirato al Concilio, “a considerare il Vescovo non solo come pastore di tutta la comunità diocesana, ma anche come garante della loro fedeltà alla propria vocazione nell’ adempimento del loro servizio a vantaggio della Chiesa locale” (Mutuae relationes). Anche il carisma del fondatore, ovviamente da privilegiare per il rinnovamento della vita religiosa, resta sullo sfondo della Chiesa particolare, nella quale il fondatore si è formato come cristiano e successivamente ha operato.

Non è un caso che le Sorelle e i Fratelli della Case della Carità siano nati qui a Reggio e abbiano “messo su casa” con i poveri della parrocchia e delle unità pastorali. Non è un caso che questa celebrazione della Presentazione al tempio veda qui riunite a S. Stefano le parrocchie della Unità pastorale dei Santi Crisanto e Daria con le comunità religiose del territorio.

Le ricordiamo: le Figlie di Gesù, le Suore della Carità di S. Giovanna Antida, le Figlie di S. Paolo, le Sorelle dell’Imitazione di Cristo (dal Kerala), le Missionarie di S. Carlo presso il Vescovado — e stasera si aggiungono le Suore Dorotee di Regina Pacis, le Suore di Sant’Anna dell’India a Villa Verde —, Fabrizia e Maura, sorelle dei poveri; non da ultimo l’Ordine dei Servi di Maria presso il santuario cittadino della Madonna della Ghiara.

  1. Giuseppe, il silenzioso, e Maria, la Vergine dell’ascolto, per le numerose famiglie religiose che ancor oggi vivono ed operano nella nostra Diocesi — negli ospedali a consolare gli afflitti, nelle scuole ad istruire i fanciulli e i giovani, nelle parrocchie a qualificare l’azione pastorale, nelle terre di missione a portare a tutti il Vangelo di Cristo, nei conventi e nei monasteri a contemplare e proclamare le lodi del Signore nella preghiera e nella vita comune — siano i vostri e nostri compagni di pellegrinaggio nel cammino verso l’incontro con il Signore Gesù.

+ Adriano Caprioli vescovo emerito

Chiesa parrocchiale di Santo Stefano – Reggio Emilia, 2 febbraio 2016

DSC_0278

DSC_0283

DSC_0274 DSC_0272 DSC_0270 DSC_0266 DSC_0261 DSC_0260 DSC_0275

foto di Zanetti P.

Be Sociable, Share!
0

Venerdì 5 febbraio 2016: Festa di Carnevale alle 19.30, in Santo Stefano

– Venerdì 5 febbraio: Festa di Carnevale alle 19.30, in Santo Stefano, con i bambini – ragazzi del Catechismo (fino alla seconda media) e loro famiglie

carnevale

Be Sociable, Share!
0

Statistiche visitatori e pagine viste mese Gennaio 2016 (fino al 21)

riferite al Blog Santo Stefano Reggio Emilia (MESE CORRENTE fino al 26 Gennaio 2016)
MESE CORRENTE
Visitatori 6.246
Pagine viste 76.840
Media visitatori 250
Media pagine viste 3.074
3d business statistics in white background with reflection on floor
Be Sociable, Share!
0

Martedì 26 gennaio 2016, alle ore 21.00 in S. Stefano CPP

Ai Consiglieri Pastorali di Santo Stefano – San Zenone
Agli animatori Annuncio – Liturgia – Carità dell’Unità Pastorale

Il giorno martedì 26 gennaio 2016, alle ore 21.00, presso i locali della parrocchia di S. Stefano, è convocato il primo Consiglio Pastorale dell’anno 2016, a cui sono invitati a partecipare anche gli animatori di Annuncio – Liturgia – Carità dell’Unità Pastorale.

Nella riunione verrà trattato il seguente ordine del giorno:
1.Organizzazione della Quaresima e comunicazioni ad essa relative.
2.Organizzazione del periodo di Pasqua.
3.Varie ed eventuali.
Il Segretario
Elena Mussini

consiglio.pastorale

Be Sociable, Share!
0

PELLEGRINAGGIO PARROCCHIALE ALLA SINDONE 26 APRILE 2015

sindone.gruppo.26.lprile

“L’AMORE PIU’ GRANDE” PELLEGRINAGGIO PARROCCHIALE ALLA SINDONE 26 APRILE 2015

sindone

“L’AMORE PIU’ GRANDE” PELLEGRINAGGIO PARROCCHIALE ALLA SINDONE 26 APRILE 2015.

Be Sociable, Share!
0

Online Diario Quaresima 2015

Ecco il Diario Online della Quaresima 2015 con il Messaggio del Parroco don Fabrizio Crotti, gli orari e avvisi prossimi eventi, un testo sulla Casa di Carità, i Gruppi sulla Parola di Dio Quaresima 2015, un testo sul centro di ascolto della Caritas Centro Storico e gli orari delle Celebrazioni dalla Domenica delle Palme al Lunedì dell’Angelo >>> scarica, salva o visualizza in pdf link >>> diario.quaresima.2015

 

 

Be Sociable, Share!
0

Avviso Domenica 22 Febbraio ore 10 Santa Messa in S. Stefano

messale

La S. Messa  confermata per Domenica 22 Febbraio ore 10: celebra don Casini

Be Sociable, Share!
0

Avviso Campeggio famiglie 2015: versamento caparra

Per i nuclei familiari che parteciperanno al Campeggio Estivo 2015 Santo Stefano è richiesto il versamento di una caparra di 50 Euro da versare al Diacono Enrico, o a Paolo Bottazzi o a Pier Guido Bertolotti.

cropped-campeggio.famigle.pejo_.jpg

Be Sociable, Share!
0

Data Prima Confessione in Santo Stefano: Domenica 12 Aprile 2015

Data Prima Confessione in Santo Stefano: Domenica 12 Aprile 2015 ore 15,30

 

prima.confessione

 

Be Sociable, Share!