Crea sito

Coronavirus. Come seguire le Messe «a porte chiuse» della quarta domenica di Quaresima

In tv e su Internet le celebrazioni senza fedeli presiedute dai vescovi italiani. Bagnasco celebra in ospedale; Delpini al centro per anziani e disabili. A Ferrara l’atto di affidamento al Crocifisso
La Messa con il cardinale Bassetti senza fedeli

La Messa con il cardinale Bassetti senza fedeli – Arcidiocesi di Perugia

Ancora una domenica con le Messe “senza fedeli” in tutta Italia. Eppure l’Eucaristia continua a essere celebrata benché a porte chiuse. E le diocesi della Penisola si mobilitano per dare la possibilità di seguire le liturgie della quarta domenica di Quaresima: attraverso la tv e Internet, anzitutto, ma anche via radio.

Il presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti, presiederà alle 10 la Messa domenicale “non pubblica” nella cappella di Sant’Onofrio all’interno della Cattedrale di Perugia, che sarà trasmessa in diretta da Umbria Radio In Blu e sui social dei media diocesani per essere spiritualmente vicino a tutti i fedeli, in particolare ai più colpiti e in difficoltà.

L’arcivescovo di Milano, Mario Delpini presiederà domenica alle 11 la celebrazione eucaristica presso la Fondazione Sacra Famiglia di Cesano Boscone. Dopo il Policlinico di Milano, il presule fa tappa un luogo-simbolo dell’assistenza ad anziani e disabili. Il rito avrà luogo senza la presenza dei fedeli che potranno in ogni caso assistervi in diretta su Rai3 a partire dalle 11 grazie alla collaborazione con la Tgr Lombardia. Al momento della Comunione tutti i fedeli saranno invitati a recitare la formula della Comunione spirituale.

A Genova il cardinale arcivescovo Angelo Bagnasco celebrerà alle 10 la Messa all’interno dell’ospedale policlinico San Martino di Genova nella chiesa di Nostra Signora delle Grazie e di Santa Caterina da Genova. La direzione generale del presidio, con il consenso delle autorità civili, ha accolto volentieri la richiesta dell’arcidiocesi. La liturgia, senza partecipazione fisica di fedeli, sarà trasmessa in diretta dall’emittente ligure Primocanale e in streaming su www.primocanale.it. Con la sua presenza Bagnasco desidera essere vicino ai ricoverati negli ospedali, al personale medico e agli operatori sanitari che assistono i malati di coronavirus.

Il cardinale Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna e presidente della Conferenza episcopale dell’Emilia Romagna, celebrerà domenica alle 10 la Messa nella cripta della Cattedrale di San Pietro a Bologna, senza la partecipazione dei fedeli. Il rito sarà trasmesso in diretta televisiva su Rai3 Emilia Romagna, come accade in Lombardia. La Messa verrà proposta anche su E’ Tv-Rete7, Trc-Bologna, Radio Nettuno Fm 97.00 – 96.65, in streaming sul sito dell’arcidiocesi (www.chiesadibologna.it) e su 12Porte attraverso il suo canale YouTube e la sua pagina Facebook.

Il cardinale Giuseppe Petrocchi, arcivescovo dell’Aquila, celebrerà la Messa trasmessa dall’emittente Laqtv Abruzzo alle 8.30, alle 11 e alle 18. La Messa sarà trasmessa anche in streaming sulle pagine Facebook di Laqtv Abruzzo e della Chiesa dell’Aquila.

A Napoli, come già fatto il cardinale arcivescovo Crescenzio Sepe domenica 15 marzo, il vescovo ausiliare Lucio Lemmo, in comunione spirituale con tutti i fedeli della diocesi, questa domenica alle 9.30 celebrerà la Messa in diretta televisiva dagli studi di Canale 21, grazie alla disponibilità dall’editore Paolo Torino.

Nell’arcidiocesi di Ferrara-Comacchio domenica a mezzogiorno tutti i campanili suoneranno per ricordare il giorno della festa del ritrovamento del Crocifisso di San Luca, momento culminante della novena di preghiera diocesana. L’arcivescovo Gian Carlo Perego compirà l’atto di affidamento a Cristo Crocifisso “perché il dono della salute ritorni nella nostra città e nei paesi dell’arcidiocesi, in Italia e nel mondo”, sottolinea. La Messa del presule viene proposta sul sito diocesano dalle 9 in poi e sarà trasmessa su Telestense alle 18.

Sarà trasmessa in diretta, in tv e in streaming, alle 11 la Messa presieduta, nel palazzo episcopale di Novara, dal vescovo Franco Giulio Brambilla. «“Sono la luce del mondo”. Le parole di Gesù che dona la vista all’uomo cieco dalla nascita, proposte in questa liturgia – spiega Brambilla – ci invitano a rischiarare la notte del tempo che stiamo vivendo». La liturgia può essere seguita in tv su Videonovara e VCO Azzura e in streaming sui canali Facebook e YouTube del comitato Passio (per informazioni www.passionovara.it).

A Padova alle 10 sul canale YouTube della diocesi verrà trasmessa la Messa presieduta dal vescovo Claudio Cipolla, in forma non pubblica. La celebrazione sarà trasmessa in diretta anche dall’emittente Tv7 Triveneta. Continuano, inoltre, sempre sui canali social e YouTube della diocesi e sul tg di Telenuovo le meditazioni quotidiane sul Vangelo del giorno.

Nella diocesi di Reggio Emilia-Guastalla sarà possibile seguire da casa due celebrazioni. Alle 10.30 si terrà la Messa presieduta dal vescovo Massimo Camisasca nella cappella del vescovado di Reggio Emilia che viene proposta su Teletricolore e in streaming sul canale YouTube diocesano “La Libertà Tv” (raggiungibile anche dal sito web www.diocesi.re.it), sulla pagina Facebook de La Libertà (giornale diocesano) e sul sito de La Gazzetta di Reggio. Alle 18 la Messa celebrata nella Concattedrale di Guastalla potrà essere seguita in streaming sul canale YouTube del Duomo di Guastalla, sul canale diocesano “La Libertà Tv” (raggiungibile anche dal sito web www.diocesi.re.it) e sulla pagina Facebook de La Libertà.

Sarà trasmessa in streaming dalla tomba di san Francesco ad Assisi la Messa che celebrerà alle 10.30 il vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, l’arcivescovo Domenico Sorrentino. La liturgia potrà essere seguita in diretta sul sito www.sanfrancescopatronoditalia.it. In occasione della celebrazione che vede le città di Assisi e Gerusalemme insieme per invocare la liberazione dall’epidemia coronavirus, il custode di Terra Santa, padre Francesco Patton, ha inviato un videomessaggio in cui esprime la sua vicinanza alla Penisola: «La comunità francescana che abita nella Basilica del Santo Sepolcro vi ricorda nella preghiera, forza, forza Italia». «Vogliamo chiedere al Signore – afferma Sorrentino – attraverso l’intercessione di san Francesco la protezione per il nostro Paese e per tutti i Paesi del mondo dal contagio del coronavirus. Durante la celebrazione eucaristica inviterò i 2000 giovani che la prossima settimana si sarebbero radunati ad Assisi con il Papa per “Economy of Francesco” ad unirsi per quanto possibile in preghiera e in sentimenti di solidarietà preparandosi così anche all’incontro rinviato a novembre».

A Pompei l’arcivescovo Tommaso Caputo presiederà alle 10 la Messa nella cappella “Beata Vergine” del Santuario mariano. La celebrazione, senza la presenza di fedeli, sarà trasmessa in streaming sulla pagina Facebook del Pontificio Santuario di Pompei.

Nella diocesi di Tursi-Lagonegro il vescovo Vincenzo Orofino presiederà alle 11 la Messa nella Cattedrale di Tursi che sarà in streaming. La curia vescovile, coordinata dal vicario generale don Mimmo Buglione, comunica che sarà possibile collegarsi in diretta a partire dalle 10.40 sulla pagina del sito internet della Diocesi dedicata alla diretta oppure tramite Facebook, pagina “Diocesi Tursi-Lagonegro” o ancora su YouTube, canale “DiocesiDiTursiLagonegro”.

Nell’arcidiocesi di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela l’arcivescovo Giovanni Accolla e il vescovo ausiliare Cesare Di Pietro presiederanno sabato la Messa che viene proposta sulla pagina Facebook dell’arcidiocesi e domenica l’Eucaristia alle 18.30 che può essere seguita sull’emittente RTP e sulla pagina Facebook dell’arcidiocesi. Sempre sabato, alle 15.10, è in programma il commento al Vangelo della domenica, a cura di don Fabio Cattafi, vicerettore del Seminario arcivescovile su RTP e su Facebook.

A Trapani la Messa presieduta dal vescovo Pietro Maria Fragnelli viene proposta questa mattina alle 10 sulla pagina Facebook e sul canale YouTube della diocesi e poi in televisione sulle emittenti Telesud Trapani e VideoSicilia.

In Sardegna sarà possibile seguire la Messa presieduta alle 10 dal vescovo Antonello Mura dalla Cattedrale di Santa Maria della Neve a Nuoro collegandosi al sito dell’emittente Telesardegna (www.telesardegna.net) o sintonizzandosi sul digitale terrestre. Nella home page della diocesi la diretta della celebrazione eucaristica sarà alle 10, con replica alle ore 15 e alle 18.30.

Nella diocesi di Alghero-Bosa il vescovo Mauro Maria Morfino presiederà l’Eucaristia alle 10 nella cappella dell’episcopio di Alghero. Oltre alla diretta streaming sul sito diocesano www.diocesialghero-bosa.it e sul canale Youtube, la celebrazione viene trasmessa anche su due televisioni locali Catalan Tv (per la zona di Alghero) e Sardegna Uno (per il resto della diocesi).

Anche l’ordinariato militare sceglie le autostrade telematiche per essere vicino ai militari e ai fedeli nel tempo del coronavirus. Sono diverse le iniziative – come ha ribadito l’arcivescovo Santo Marcianò – di «accompagnamento umano e spirituale con l’uso dei media». Tra queste ogni giorno sulla pagina Facebook alle 17, in diretta streaming, il Rosario e a seguire i Vespri e la coroncina alla Divina Misericordia prima della Messa. Poi alle 18 di domenica la Messa sarà presieduta dall’arcivescovo Marcianò in Santa Caterina a Magnanapoli, chiesa principale dell’ordinariato a Roma, e verrà proposta sempre in diretta streaming.

da Avvenire