Crea sito

E’ morto padre Cappucci ex cappellano dell’ospedale

REGGIO EMILIA. Il frate cappuccino Mario Cappucci è morto venerdì pomeriggio al Santa Maria Nuova, dove per oltre vent’anni era stato cappellano e parroco. Aveva 77 anni.

Nato a Toano nel 1937, intraprese il cammino per divenire frate cappuccino nel 1947. Dopo l’anno di noviziato a Fidenza, emise la professione temporanea nel 1955. Nel 1958 si consacrò definitivamente per essere poi ordinato sacerdote nel 1962.

Negli anni giovanili fu vice-parroco a Sassuolo (Modena) e a Salsomaggiore (Parma) e per un certo periodo coordinatore dell’animazione missionaria dei Cappuccini emiliani.

Nel 1976 fu nominato parroco dell’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio, incarico che ricoprì per i successivi nove anni, durante i quali organizzò vari convegni sull’ etica e la pastorale sanitaria sia a Reggio che in varie altre città; in quegli anni fu lui a fondare l’Avo di Reggio. Continuò quindi l’attività di cappellano all’ospedale di Parma e, dopo una parentesi di tre anni in cui fu parroco a Salsomaggiore, dal 1994 al 2007 tornò al Santa Maria Nuova come cappellano e parroco.

Svolgendo tale mansione non mancava mai di andare ogni giorno nei reparti per essere vicino ai degenti con la sua presenza e dare a tutti una parola di conforto.

Nel frattempo non si era assopita la sensibilità e l’impegno per il Terzo Mondo, tanto che fondò una Onlus finalizzata a raccogliere fondi per la realizzazione di alcuni progetti (una scuola, una infermeria, diversi pozzi per l’acqua potabile) in Burkina Faso, progetti tutti realizzati negli anni.

Nel 2008 cominciarono ad emergere importanti problemi di salute che gli impedirono di continuare l’attività in ospedale, e nei tre anni successivi fu confessore nella chiesa dei Cappuccini di Reggio.

Dal 2011 il peggiorare lento e progressivo della sua situazione sanitaria ne consigliò il trasferimento nell’infermeria del convento stesso.

Gli ultimi mesi sono stati caratterizzati da un ulteriore deterioramento delle sue condizioni con conseguenti ricoveri in ospedale, dove venerdì pomeriggio è deceduto circondato dal’affetto delle tante persone che lo hanno conosciuto e hanno avuto modo di riconoscere la sua grande umanità unita a una capacità comunicativa non comune.

Il funerale sarà celebrato oggi pomeriggio alle ore 16 nella chiesa parrocchiale di Toano. Una liturgia funebre si terrà anche il giorno successivo, domani mattina alle 10, nella chiesa dei Cappuccini di Reggio, in Via Ferrari Bonini. La salma sarà tumulata nel cimitero del paese natale.

Gazzetta di Reggio

gesu