Crea sito

Traghetto Norman Atlantic in fiamme. A bordo anche 22 italiani. In salvo 131 passeggeri IL PUNTO

ULTIM’ORA. Le operazioni di trasporto dei passeggeri che si trovano ancora a bordo della Norman Atlantic in fiamme “si estenderanno durante la notte”. Lo scrive il ministro della Difesa Roberta Pinotti su Twitter.

Il ministero della Marina Mercantile greca, ha comunicato la lista dei passeggeri della nave Norman Atlantic. Al bordo della nave si trovavano422 passeggeri. Gli italiani risultano 22. Gli altri sono: 234 greci, 1 rumeno, 2 russi, 6 austriaci, 2 ungheresi 10 svizzeri, 1 croato 8 georgiani, 5 siriani, 1 svedese, 1 canadese, 2 ucraini, 1 egiziano, 18 tedeschi 54 turchi, 2 afgani, 22 albanesi 1 maltese, 7 bulgari, 3 cittadini del Fyrom, 2 inglesi, 3 olandesi, 3 belgi, 9 francesi, 2 iracheni. Sono invece 56 i membri dell’equipaggio, di varie nazionalità.

E’ salito a 131 il numero delle persone recuperate dai soccorritoriche si trovano in zona. L’evacuazione dei passeggeri e dei membri dell’equipaggio avviene solo con gli elicotteri: le condizioni del mare e l’incendio ancora in atto non consentono alle motovedette di avvicinarsi alle fiancate della nave.

I due bambini di tre e cinque anni soccorsi sulla nave Norman Atlantic in fiamme al largo dell’Albania e portati in elicottero a Galatina sono stati visitati nell’ospedale di Galatina e sono ora ricoverati nel reparto di Pediatria. Le loro condizioni sono buone e ora si sta provvedendo a reperire indumenti perchè i piccoli, che probabilmente sono caduti in acqua, sono arrivati semi nudi, bagnati e intirizziti dal freddo. La mamma, che è incinta, è stata visitata nel reparto di ginecologia.

A bordo del traghetto Norman Atlantic ci sarebbero ancora circa 350 persone che si trovano nei ponti scoperti della nave. Secondo fonti greche, infatti, a bordo tra passeggeri ed equipaggio c’erano 478 persone. Di queste, 131 sono state tratte in salvo, secondo quanto reso noto dalla Marina italiana. Nove sono state trasferite con gli elicotteri in Puglia e il resto si trova sulle motonavi dirottate in zone.

Il traghetto Norman Atlantic non è inclinato, come aveva invece riferito un soccorritore al porto di Otranto. Lo sottolinea la centrale operativa delle Capitanerie di Porto secondo la quale nella zona dell’incidente sono arrivati i due rimorchiatori partiti dall’Italia che hanno avviato le operazioni di spegnimento dell’incendio. (LA DIRETTA VIDEO DALLA TV GRECA)

IL PUNTO ALLE 13. Incubo in mezzo all’Adriatico: il traghetto Norman Atlantic della compagnia italiana ‘Vismar di Navigazione’con a bordo oltre 450 persone è in fiamme e alla deriva tra l’Albania e l’Italia dopo che un incendio sviluppatosi dal garage ha interessato diversi ponti della nave. Al momento l’incendio sarebbe stato isolato al ponte 5, anche se le fiamme continuano a vedersi anche a distanza.

Secondo quanto riferito da fonti governative non risultano feriti tra i passeggeri ancora a bordo. “Alle ore 14.00 l’Unità Anfibia della Marina Militare “San Giorgio” uscirà dal porto di Brindisi”. Lo scrive su Twitter – dove l’hashtag #NormanAtlantic è entrato fra gli argomenti più “cinguettati” – il portavoce del premier, Filippo Sensi.

L’allarme è scattato nelle prime ore della mattina quando il traghetto si trovava ad una ventina di miglia dalle coste albanesi: le fiamme hanno cominciato a divorare tutto quel che incontravano sul loro percorso, costringendo il comandante a dichiarare l’abbandono della nave. 150 persone sono riuscite a mettersi in salvo a bordo delle scialuppe di salvataggio e successivamente sono state trasferite su un mercantile che si trovava nella zona e che ha raccolto l’allarme. Immediati i soccorsi: dalla Grecia e dall’ Italia sono partiti elicotteri e motovedette e sulla zona dell’ incidente sono stati dirottati almeno una mezza dozzina di navi civili.

Le operazioni per evacuare le centinaia di persone a bordo, però, sono rese molto difficili dalle pessime condizioni meteo: sia i mezzi in mare, sia gli elicotteri della Marina e dell’Aeronautica oltre al mare forza otto, con onde di 5 metri, hanno trovato in zona un violento temporale e una visibilità è molto scarsa. Una motovedetta delle Capitanerie di Porto è riuscita ad arrivare sotto bordo ma non ha potuto ancora iniziare le operazioni di evacuazione. Un elicottero è invece riuscito a portare in salvo 8 persone, di cui 3 bambini e 4 donne, che si trovano nella base dell’Aeronautica a Galatina (Lecce) assieme alla prima persona che era stata trasferita dalla nave, in italiano di 58 anni di origine albanese e che era rimasto ferito in modo lieve: sono state visitate dai medici e sembrano tutti in condizioni non preoccupanti, manifestando soltanto dei sintomi di ipotermia.

“Stiamo seguendo la vicenda – ha detto il premier Matteo Renzispiegando che il coordinamento dei soccorsi è stato assunto dall’Italia – in contatto con il premier Samaras e con il massimo coinvolgimento della nostra Marina”. Anche il papa, durante l’Angelus, ha parlato della vicenda. “Prego per i passeggeri delle navi nelle acque dell’Adriatico – ha detto Francesco riferendosi anche allo scontro tra due mercantili avvenuto davanti a Ravenna – e per quanti sono impegnati nelle operazioni di soccorso”.

Le fiamme a bordo della Norman Atlantic non sarebbero estinguibili “perchè molto estese” e “la situazione si sta aggravando perchè la nave è inclinata”. E’ quanto riferito da uno dei soccorritori della capitaneria di porto che ha appena fatto rientro nel porto di Otranto. Secondo il militare le fiamme sono diffuse in gran parte del traghetto.

La Norman Atlantic, varata nel 2009 nei cantieri Visentini, in provincia di Rovigo, può ospitare 836 passeggeri e circa 250 auto. Dal 2009 sarebbe di proprietà della società italiana Vismar di Navigazione, con sede a Bari. (SCHEDA)

“Le nostre scarpe avevano iniziato a fondersi mentre eravamo nella zona della reception”: lo ha raccontato alla tv greca Mega uno dei passeggeri della Norman Atlantic tratti in salvo. L’incendio nel garage, dove c’erano circa 195 vetture, secondo la tv, ha provocato un fortissimo calore su tutta la nave.

Due elicotteri del soccorso aereo dell’Aeronautica Militare sono impegnati nei soccorsi ai passeggeri e all’equipaggio del traghetto italiano Norman Atlantic, che ha dichiarato emergenza all’alba per l’ incendio divampato a bordo mentre era in navigazione sulla rotta che da Patrasso lo avrebbe condotto ad Ancona. Le operazioni di soccorso, coordinate dalle autorità greche e italiane (Maritime Rescue Sub Center di Bari), sono rese particolarmente complesse dalle condizioni meteorologiche: al momento si rilevano oltre 50 nodi di vento e mare forza 7-8.

Renzi su Twitter: con Samaras seguiamo la vicenda

Ci sarebbero anche famiglie con bambini, secondo le frammentarie informazioni che arrivano in Puglia via radio, a bordo del traghetto Norman Atlatic, battente bandiera italiana, sul quale è scoppiato un incendio stamani al largo di Valona. A bordo vi sarebbero per lo più autotrasportatori.

La posizione del traghetto in tempo reale su www.marinetraffic.com

Il traghetto sarebbe dovuto arrivare nel porto di Ancona alle 17.00 di oggi. E’ quanto si è appreso presso la Capitaneria di Porto anconetana.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA