Roma tutto cuore: Sassuolo battuto al 91′, è in testa alla Serie A

Una vittoria sudata, voluta, difficile e festeggiata alla grande. Come dimostra José Mourinho, che dopo il 2-1 sul Sassuolo maturato nei minuti di recupero dalla sua Roma si concede una corsa a perdifiato in un Olimpico che già lo venera. E i suoi giallorossi, che avevano anche rischiato di perdere, ora sono in testa alla Serie A insieme a Napoli e Milan. E possono sognare.

Mourinho si affida agli uomini che fin qui ne hanno fatto le fortune, con il già intoccabile Abraham unica punta, il tridente titolare di mezzepunte Zaniolo-Pellegrini-Mkhitaryan e nel cuore della manovra Cristante e Veretout. Ma la prima azione, sfumata, è degli ospiti: egoista Djuricic con Boga tutto solo.

La Roma fatica a trovare spazio, e lo dimostra il fatto che nei primi minuti l’occasione più ghiotta è un colpo di testa di Mancini sugli sviluppi di un corner. E ancora si rende pericoloso il Sassuolo con Berardi: bravo Rui Patricio a dirgli di no. Poi è il Var a negare il gol al neroverde campione d’Europa. Decisivo il fuorigioco di Raspadori.

Solo a dieci minuti dall’intervallo arriva la prima vera occasione per la Roma, con Karsdorp che pesca Abraham: il giovane centravanti ex Chelsea ci arriva, ma manca di un soffio la porta. I giallorossi però capiscono che il momento è propizio e al 37′ passano: merito di una punizione di Pellegrini e soprattutto di Cristante, che raccoglie il pallone e con un rasoterra batte Consigli.

La sfida sembra ormai indirizzata, ma nella ripresa il Sassuolo conferma le buone cose mostrate nel primo tempo. In campo c’è Scamacca al posto di Raspadori, che subito impegna severamente Rui Patricio. Il portiere lusitano si arrende però al 57′, quando Berardi si beve Vina e regala a Djuricic un pallone che va solo mandato in rete.

La Roma reagisce subito, e Abraham colpisce il palo. Poi ci prova soprattutto Pellegrini, ma il Sassuolo potrebbe anche portarsi in vantaggio con lo scatenato Berardi e con Boga. Nel finale è incredibile il gol mancato da Shomurodov, così a togliere le castagne dal fuoco è El Shaarawy.

Dopo un incredibile palo di Traoré, infatti, al 91′ il Faraone trova un destro di controbalzo che regala la vittoria alla Roma. E la vetta in classifica.
sport.virgilio.it

Serie A: il Milan vince a Napoli, il Sassuolo torna secondo

Il Sassuolo coltiva il sogno provvisorio del primo posto in classifica vincendo con mestiere in casa del Verona, che recrimina per i quattro legni colpiti. Il primato degli uomini di De Zerbi dura comunque poco, perché in serata il Milan, trascinato dal solito grande Ibra, autore di due gol, sbanca il San Paolo e vince 3-1 tornando al primo posto, a 20 punti, e continuando a sognare in grande.

 

TORNA IL CALCIO, APRONO LE DANZE JUVENTUS E MILAN

STASERA LA PRIMA SEMIFINALE DI RITORNO DI COPPA ITALIA A 100 giorni dallo stop causa coronavirus, anche in Italia ritorna il calcio giocato. Ad aprire le danze saranno Juventus e Milan, che saranno impegnate allo Stadium senza pubblico nel ritorno della semifinale di coppa Italia, dopo l’1-1 dell’andata di febbraio. Domani, invece, toccherà a Napoli e Inter. (ANSA).

SUPERCOPPA, STASERA FINALE JUVE-MILAN A GEDDA

CHIELLINI: GIOCARE IN ARABIA E’ POSITIVO, NON UN PROBLEMA Stasera allo stadio ‘King Abdullah’ di Gedda si gioca la finale della Supercoppa italiana tra Juventus e Milan. Chiellini positivo sulla scelta di disputare la partita in Arabia Saudita: “E’ un passo avanti e non un problema: non saremo certamente noi a cambiare il mondo, ma iniziative come queste possono essere un nuovo inizio”. (ANSA).

Calcio Reggio Emilia Trofeo Tim non si farà: “colpa” del Milan in Europa

SASSUOLO Online è possibile trovare diversi portali che già da settimane pubblicizzano la vendita di fantomatici biglietti per uno degli eventi sportivi dell’estate: il dettaglio che i vari siti non considerano, però, è che quest’anno il Trofeo Tim non ci sarà. La notizia ci è stata confermata ieri dall’amministratore delegato neroverde Giovanni Carnevali: «Il trofeo quest’anno non verrà disputato». Il Mapei Stadium rinuncia quindi a quella che negli ultimi anni era stata una bella vetrina, un antipasto gustoso alla vigilia degli impegni ufficiali. E sono proprio gli impegni ufficiali, segnatamente quelli del Milan nei preliminari di Europa League, ad annullare per quest’anno lo storico triangolare. Le scadenze degli spareggi per entrare in Europa League si incrociano troppo da vicino con la data ipotizzata nelle scorse settimana per il Trofeo. Senza i rossoneri, che quest’anno avrebbero indubbiamente rappresentato un motivo di grande interesse e curiosità per gli spettatori del Mapei Stadium, gli organizzatori hanno preferito rimandare tutto al 2018, quando con ogni probabilità il Trofeo Tim sarà rispolverato e tornerà ad accendere i riflettori del pallone estivo sullo stadio del Sassuolo. L’agenda del Sassuolo, quindi, prosegue come da programmi annunciati dalla società nelle scorse settimane. Domani è in programma la ripresa degli allenamenti dopo due giorni di riposo, a Sassuolo: si tratta della prima seduta di lavoro dopo il rientro da Vipiteno nello scorso fine settimana. Poi giovedì 3 agosto l’attesa presentazione della squadra nel cuore della città, in Piazza Garibaldi: il giovedì neroverde sarà anche l’occasione per scoprire le nuove divise ufficiali dei neroverdi.

Dopo il bagno di folla coi tifosi nel centro cittadino, Magnanelli e compagni saranno impegnati nell’ultima amichevole dell’estate: mercoledì 9 agosto, alle 20.45, contro la Cremonese al Mapei Stadium. Il test contro i grigiorossi di Tesser arriva immediatamente a ridosso del primo impegno ufficiale del Sassuolo di Bucchi, che debutterà nel terzo turno di Coppa Italia il 13 agosto. L’esordio nella Tim Cup arriva giusto ad una settimana dal primo atto del campionato, in programma domenica 20 agosto alle ore 20.45 al Mapei contro il Genoa.

Gazeetta di Modena