Crea sito

Diocesi: Reggio Emilia, si è spento don Alessandro Manenti, studioso e docente di psicologia

 

“Togli, Signore, il sipario al nostro dolce incontro. I ‘poveri’ che in terra ho cercato di aiutare presentino la mia anima bisognosa di misericordia al Padre perché mi accolga vicino a Lui. I momenti sublimi con Lui che mi ha donato in terra possano ora diventare eterni”. Queste le pregnanti riflessioni – quasi una preghiera – che don Alessandro Manenti, spentosi il 27 agosto all’età di 71 anni dopo un a lunga e dolorosa malattia aveva predisposto perché fossero riportare sul suo ricordino funebre.

Mons. Manenti, noto per i suoi studi in campo psicologico e per l’attività di docente di questa disciplina, era originario della parrocchia cittadina di Santa Teresa; nato a Reggio Emilia l’11 gennaio 1948, aveva ricevuto l’ordinazione sacerdotale il 6 ottobre 1973 in cattedrale dal vescovo Gilberto Baroni.

Sacerdote di elevata spiritualità, profonda cultura e ampi studi, don Sandro ha dedicato in particolare alla psicologia la sua attività di ricerca e di insegnamento. Infatti, ha frequentato dal 1973 al 1975 a Roma la Pontificia Università Gregoriana, conseguendovi la licenza in psicologia e il baccellierato e la licenza in teologia. Nell’Università Statale di Roma si è laureato in lettere e filosofia.

Immagine correlata

E’ stato insegnante di psicologia e filosofia etica nello Studio Teologico Interdiocesano dal 1975, di cui è stato preside dal 1995 al 2005.

Numerosi gli incarichi ricoperti in diocesi: dal 1975 al 1976 vicerettore del Seminario urbano; dal 1991 al 1996 direttore dell’Ufficio diocesano di pastorale familiare e dal 1991 al ’96 incaricato per la formazione permanente del clero giovane; dal 1977 all’86 insegnante nella  Scuola di Teologia pastorale e dal 1986 al 1998 nell’Istituto di Scienze religiose. E’ stato anche priore della Pia Unione della Dottrina Cristiana.

Ha ricoperto dal 1975 il ruolo di consulente psicologico del Consultorio familiare dell’Unità sanitaria locale di Reggio Emilia e dal 1981 al 2008 del Consultorio familiare diocesano, di cui è stato iniziatore.

Psicoterapeuta, dal 1979 è stato docente di psicologia nell’Istituto di psicologia della Pontificia Università Gregoriana e insegnante alla scuola per Educatori, di cui è stato iniziatore e direttore dal 1977 al 1998, divenuta nel 1997 Istituto Superiore per Formatori, collegato. All’Istituto di Psicologia della Pontificia Università Gregoriana. Anche il futuro cardinale Pietro Parolin ha partecipato alle iniziative formative di don Sandro Manenti come lo stesso porporato aveva ricordato  con gratitudine e ammirazione in Ghiara il 29 aprile scorso.

Insegnante alla Scuola Adleriana di psicoterapia dal 2005, è stato iniziatore e direttore della rivista «Tredimensioni» (ed. Àncora) e della collana «Psicologia e Formazione» (ed. Dehoniane). E’ autore di numerose, qualificate e apprezzate pubblicazioni scientifiche, tra cui “Psicologia e formazione”, “Vivere gli ideali”, “Vocazione, psicologia e grazia”, “Coppia e famiglia: Come e perché”, “Comprendere e accompagnare la persona umana”, “Hanno ancora bisogno di noi”, “Il pensare psicologico”, “Noi per loro. Criteri orientativi per genitori di bambini da 0 a 10 anni”.

E’ stato apprezzato relatore in iniziative di aggiornamento in psicologia per docenti e dirigenti scolastici i di psicologia organizzate dall’UCIIM reggiana con AIMC e AGe presso il Centro Giovanni XXIII, tra cui il corso “Il problema del senso della vita: etiche contemporanee a confronto” nel 1996 e gli incontri “Alla ricerca del proprio luogo caldo” nel 2001 e “Il gruppo classe: riconoscere tensioni e rabbie che esplodono” nel 2006.

Don Sandro riposa da giovedì 29 agosto nella tomba di famiglia nel cimitero monumentale di Reggio.

agensir