Crea sito

In Portogallo arrivano i simboli della Gmg 2023

Il 27 gennaio la Cattedrale di Lisbona accoglierà la Croce pellegrina e l’icona mariana della “Salus populi romani” in vista della prossima Giornata mondiale della gioventù prevista nel Paese il 2023

Logo Gmg Lisbona 2023

Era il 27 gennaio 2019 quando, al termine della Giornata mondiale della gioventù di Panama, veniva annunciata la sede della Gmg successiva, ovvero Lisbona, in Portogallo. Prevista inizialmente nel 2022, la Gmg portoghese è stata posticipata al 2023, a causa della pandemia da Covid-19.

La cerimonia via web

Ed ora, a due anni di distanza dall’annuncio, il prossimo 27 gennaio la Cattedrale di Lisbona accoglierà i simboli dell’evento, ovvero la Croce pellegrina e l’icona mariana della “Salus populi romani”. In osservanza alle restrizioni anti-Covid, la cerimonia di accoglienza avverrà alla presenza dei soli rappresentanti diocesani e dei membri del Comitato organizzatore locale della Gmg. Tuttavia, l’intero avvenimento verrà trasmesso in diretta su web, così da permettere ai giovani del Portogallo, ma anche di tutto il mondo, di prendervi parte, seppur virtualmente. Una volta conclusa l’accoglienza a Lisbona, entrambi i simboli inizieranno un pellegrinaggio in tutto il Paese.

La preparazione in vista della Giornata

Intanto, in vista del 2023, il Comitato preparatorio promuove, il 23 di ogni mese, attività di riflessione sul significato della Gmg. Ad esempio,

per dicembre, è stato pensato uno speciale momento di preghiera, legato anche alla Solennità del Natale. “Vegliate, perché non sapete né il giorno né l’ora” è stato il motto dell’evento, ispirato al Vangelo di Matteo (Mt 25,13), che è stato trasmesso in diretta Facebook e YouTube dal Patriarcato di Lisbona. A Coimbra, invece, si è organizzato “un viaggio virtuale” nella storia della Gmg, sempre realizzato attraverso le piattaforme digitali, mentre a Madeira è stata preparato un momento di condivisione della “Luce di Betlemme”, durante il quale i giovani hanno acceso una candela per illuminare il Natale.

I simboli

Da ricordare che la Croce pellegrina e l’icona mariana sono state consegnate da una delegazione panamense ad una delegazione portoghese lo   scorso 22 novembre, Solennità di Cristo Re, in occasione della Santa Messa presieduta da Papa Francesco nella Basilica Vaticana.Al termine del rito, inoltre, il Pontefice ha annunciato che, d’ora in poi, la celebrazione diocesana della Gmg verrà spostata dalla Domenica delle Palme alla Domenica di Cristo Re. Affidata da San Giovanni Paolo II ai giovani sin dal 1984, a conclusione dell’Anno Giubilare della Redenzione, la Croce del Giubileo è oggi conosciuta come la Croce della Gmg e da allora è uno dei simboli di ogni edizione internazionale della Giornata. Nel 2003, inoltre, Papa Wojtyła offrì alla gioventù anche una copia dell’Icona di Maria Salus populi romani, che affianca la Croce nei suoi pellegrinaggi per il mondo.

vaticannews