Crea sito

Celebrazioni di Natale: indicazioni dell’Ufficio Liturgico

L’Ufficio liturgico rende note alcune indicazioni sulle celebrazioni del Natale

All’attenzione dei Parroci e degli Istituti Religiosi maschili

 

Get.mi

negli scorsi giorni la Conferenza Episcopale Italiana ha pubblicato le indicazioni inerenti le celebrazioni del Natale, con particolare attenzione alla Santa Messa della “Notte”. Nel comunicato finale a seguito del consiglio permanente del 1 Dicembre si legge:

«Il Consiglio Permanente si è confrontato circa le prossime celebrazioni natalizie, in modo particolare sull’orario della Messa nella notte di Natale. I Vescovi ricordano quanto scritto nel recente “Messaggio alle comunità cristiane in tempo di pandemia”: “Le liturgie e gli incontri comunitari sono soggetti a una cura particolare e alla prudenza. Questo, però, non deve scoraggiarci: in questi mesi è apparso chiaro come sia possibile celebrare nelle comunità in condizioni di sicurezza, nella piena osservanza delle norme”. Da qui la certezza che sarà così anche per le celebrazioni del Natale, come peraltro avvenuto finora. Tenuto conto delle diverse situazioni, è stato detto, sarà cura dei Vescovi suggerire ai parroci di “orientare” i fedeli a una presenza ben distribuita, ricordando la ricchezza della liturgia per il Natale che offre diverse possibilità: Messa vespertina nella vigilia, nella notte, dell’aurora e del giorno. Per la Messa nella notte – hanno condiviso i Vescovi – sarà necessario prevedere l’inizio e la durata della celebrazione in un orario compatibile con il cosiddetto “coprifuoco”».

 

Alla luce di queste indicazioni, quindi, si suggerisce di proporre le celebrazioni del 24 Dicembre in un orario che vada dalle ore 18.00 alle ore 20.00. In questo modo le liturgie si potranno svolgere compatibilmente con l’orario del cosiddetto “coprifuoco”.

Per quanto riguarda il Centro Storico di Reggio Emilia, è bene che i parroci, i Rev. Padri dei Servi di Maria e i Rev. Padri Cappuccini coordinino insieme, quanto prima, gli orari di tali celebrazioni per favorire la partecipazione. A questo scopo l’Ufficio Liturgico si rende disponibile ad organizzare un incontro specifico con loro.

Il Consiglio Permanente della CEI ha inoltre sollecitato le Diocesi alla preghiera del S. Rosario in occasione della solennità dell’Immacolata Concezione di Maria. Come già avvenuto durante il lockdown, questo sarà un momento di preghiera comunitaria, da vivere insieme in preparazione al Natale. In Cattedrale la preghiera Mariana sarà l’8 dicembre alle ore 17.30 seguita dalla S.Messa presieduta dal Vescovo Massimo. Alle ore 21.00, in diretta da una Chiesa di Roma, sarà possibile pregare insieme il S.Rosario (da Tv2000 e in Blu Radio).

Un’ultima indicazione riportata dai Vescovi in merito alla preghiera del Padre Nostro: «Fra le novità vi è la formulazione del Padre Nostro, preghiera che ritma e norma il respiro orante dell’intero popolo di Dio e tanto cara e familiare nell’esperienza di fede di tutti i credenti di ogni età, regione, appartenenza ecclesiale. Anche se non sono ancora state approntate le nuove edizioni dei libri liturgici o corrette quelle recentemente pubblicate, per una vitale esigenza di piena comunione e di omogeneità nella preghiera del Padre Nostro, i Vescovi auspicano che con l’inizio dell’uso del Messale si cominci ad avvalersi da subito della nuova versione in tutte le altre celebrazioni liturgiche sacramentali e non sacramentali (ad esempio, la Liturgia delle Ore) come pure nelle pratiche della pietà popolare (ad esempio, il Santo Rosario)».

Con l’augurio di un buon cammino di Avvento

Don Matteo B Ufficio Liturgico Diocesano

SCARICA IL TESTO DELLA LETTERA