Crea sito

Marola. Esercizi spirituali dei vescovi

Accompagniamo con la preghiera i nostri Vescovi

La fedeltà dei Vescovi dell’Emilia Romagna a Marola dura da sedici anni! Fu l’allora arcivescovo di Bologna e presidente della Conferenza episcopale regionale, il compianto Card. Giacomo Biffi, a scegliere nel Giubileo del 2000 il Centro di spiritualità e cultura di Marola come sede degli Esercizi spirituali per i Vescovi della Regione, confermando di anno in anno, anche con il successore, il Card. Carlo Caffarra, questa consuetudine e familiarità con la Casa, interrotta solo nel 2012, a motivo della visita che Benedetto XVI fece il 26 giugno di quell’anno al cuore delle comunità in Emilia, devastate dal sisma.

Quest’anno, dunque, è la sedicesima volta che i Vescovi saliranno a Marola per i loro annuali Esercizi. Tuttavia, il nuovo arcivescovo di Bologna e nuovo presidente della C.E.E,R., mons. Matteo Zuppi, non sarà presente perché mercoledì 29 giugno, festa dei Santi Pietro e Paolo Apostoli, riceverà da papa Francesco il pallio arcivescovile dei metropoliti. Anche il nostro metropolita della Provincia emiliana, l’arcivescovo di Modena-Nonantola, mons. Erio Castellucci, sarà a Roma per impegni con la CEI. Tutti gli altri Vescovi residenziali della Regione sono presenti, in primis il nostro Vescovo Massimo Camisasca, che “farà gli onori di casa” e il nostro mons. Lorenzo Ghizzoni, arcivescovo di Ravenna-Cervia e vice-presidente della Conferenza episcopale regionale. Sono presenti anche due emeriti, Ernesto Vecchi e Giuseppe Verucchi, e l’arcivescovo Eugenio Sbarbaro, del clero guastallese e già Nunzio apostolico in Serbia. Come nelle precedenti edizioni, partecipano anche alcuni presbiteri della Diocesi e della Regione; animano la liturgia il cerimoniere vescovile Antonio Franco con il seminarista Paolo di Rio Saliceto, i diaconi della Montagna; il canto è guidato dall’accolito di Casina e collaboratore del Centro di spiritualità di Marola come organista, Marcello Mantellini.

L’inizio è fissato per le ore 10 di lunedì 27 giugno con la prima meditazione e la Messa votiva dello Spirito Santo; si concluderanno con la Messa votiva di Maria Madre e Regina di Misericordia la mattinata du venerdì 1° luglio. Nel pomeriggio del 1° luglio, sempre a Marola, la Conferenza episcopale, presieduta da Mons. Zuppi, si riunirà per l’ultimo incontro prima della pausa estiva.

Il predicatore sarà il gesuita padre Daniele Libanori sul tema “Cercate prima di tutto il Regno di Dio”. Gli Esercizi saranno anche quest’anno secondo il metodo peculiare di Sant’Ignazio di Loyola e saranno tratti dagli Esercizi che il Santo ha previsto per la seconda settimana del cosiddetto “mese ignaziano”.

DSC_0546

Un’immagine tratta dagli esercizi spirituali dei Vescovi dell’Emilia Romagna del 2015

laliberta.info