Crea sito

Messa per Matilde e film sulla Grancontessa

Domenica 23 luglio, nel 902° anniversario dalla morte, ai piedi dello storico castello reggiano, si svolgeranno le celebrazioni in onore di Matilde di Canossa, organizzate dall’Unità Pastorale “Terre del Perdono”, dal Comune di Canossa, dalle Contrade storiche canossane, in costumi d’epoca, e dal Centro Turistico “Andare a Canossa” di Mario Bernabei.
Si comincia alle 18, sul belvedere che si affaccia sui noti calanchi, in vista di Rossena e Rossenella, con una messa solenne concelebrata da don Vasco Rosselli parroco di Ciano d’Enza e mons. Tiziano Ghirelli, direttore dell’Ufficio diocesano per i beni culturali di Reggio Emilia e membro del Comitato Scientifico dell’Osservatorio Nazionale sull’Architettura dei Luoghi per la Liturgia. La messa vedrà la presenza del mezzosoprano di Ciano d’Enza Pamela Ragazzini.
Seguirà un momento di incontro al locale bookshop, dove sarà possibile anche una degustazione di prodotti tipici.

All’imbrunire, sulla piazzetta, ai piedi della storica rupe, a lato dell’artistica statua che ricorda e celebra la Grancontessa, ci sarà la presentazione e proiezione del docufilm “In morte di Matilde di Canossa onore e vanto d’Italia vita d’Europa”. Il docufilm (trailer visibile su Youtube) coprodotto dal Consorzio Con.V.A. e dall’ Agriturismo “Madonna della Corte” con il patrocinio del Comune di San Benedetto Po e distribuito dal mensile Tuttomontagna di Michele Campani, è stato presentato per la prima volta nel 2015, in occasione delle solenni celebrazioni per il novecentenario matildico. La prima presso il cinema all’aperto dell’Abbazia Polironiana, successivamente al “Teatro Bismantova” di Castelnovo ne’ Monti e al “Teatro Comunale Matilde di Canossa” di Ciano d’Enza nell’ambito delle manifestazioni per l’annuale Fiera di San Martino.
Precederà la proiezione l’incontro con i registi Ubaldo Montruccoli, insegnante dell’Istituto Comprensivo “Giorgio Gregori” di Carpineti-Casina, appassionato cultore di storia della sua terra ed Elisa Montruccoli, imprenditrice agrituristica, attrice protagonista nel film e più volte valente interprete della figura di Matilde di Canossa in svariate manifestazioni storico rievocative, da diversi anni anche in Germania. La professoressa Clementina Santi, assessore alla Cultura per il Comune di Canossa e presidente dell’Associazione Scrittori Reggiani, illustrerà i luoghi, i personaggi e gli aspetti storico bibliografici inerenti al film.
“Nel docufilm, dai forti connotati introspettivi e caratterizzato da una rigorosa aderenza storica, viene coraggiosamente effettuata l’investigazione spirituale di un’anima, di una donna, di una regina, delle radici e dei segni forti di un passato glorioso, insomma dell’Epopea Canossana: la nostra Storia migliore.”
La serata sarà condotta dal giornalista Gabriele Arlotti. L’ingresso è libero.

Gazzetta di Parma