Crea sito

Reggiana-Monza 3-0. Gara da incorniciare per i Granata

Il successo della Reggiana

Reggio Emilia, 6 dicembre 2020 – Maturità, compattezza ed un’aggressività emersa tutta nel secondo tempo, segno di una sfida preparata nel dettaglio tatticamente.
La Reggiana, con una gara intelligente ed equilibrata, attendista nel primo tempo e aggressiva nella ripresa, stende la corazzata Monza con le reti di Radrezza, autentico jolly, e due gemme di Kargbo e Mazzocchi, conquistando tre punti fondamentali per la classifica (la gara col Cittadella è ancora da recuperare).

PRIMO TEMPO
A partire forte era stato il Monza, che dopo un solo minuto aveva impegnato Cerofolini con Mota, mentre i granata risultavano attendisti e venivano spediti sulle fasce dagli uomini di Brocchi bravi, soltanto in avvio, a mettere in difficoltà la mediana locale. Infatti, al 11′, Kargbo, imbeccato da Rossi, dribbla Bellusci e trova la respinta di Lamanna.
Al 26′  è invece Maric a sciupare un interessante uno-due con Frattesi, trovando, all’altezza del dischetto, sulla sua conclusione la respinta di Ajeti.
Sul finire del primo tempo, quindi, un’incertezza fra Sampirisi e Bellusci su un lancio di Rossi, manda tu per tu con Lamanna Kargbo, che incredibilmente calcia a lato.

SECONDO TEMPO
Al rientro dagli spogliatoi, appare una Reggiana più spavalda, aggressiva nel pressing e capace di occupare tutta l’ampiezza del campo, che si vede anche negare un rigore quando Carlos Augusto impatta sulla caviglia di Lunetta che lo aveva saltato di prima intenzione.
Al 55′, grazie al pressing ritrovato, Radrezza ruba palla al limite a Mota e lascia partire un tiro che si incunea nel mucchio davanti a Lamanna trovando il fondo della rete.
Il Monza prova a reagire, ma prima Mota, a tu per tu con Cerofolini, spara a lato, poi Sampirisi, da distanza ravvicinata, trova le mani sicure del portiere aretino. Sono gli ultimi tentativi dei brianzoli, divenuti poco compatti fra le linee e poco fluidi in fase offensiva, a differenza dei padroni di casa.
Al 71′, così, la Regia trova il raddoppio con Kargbo, lanciato in profondità da Radrezza, che salta Bellusci ed infila Lamanna, che non riesce a trattenere la sfera.
Gli uomini di Alvini, sulle ali dell’entusiasmo, non smettono di attaccare e trovano pure il 3-0, con una potente conclusione dal limite di Mazzocchi a suggellare una gara di grande caparbietà da parte reggiana.