Crea sito

50° della morte del vescovo Beniamino Socche

Quest’anno ricorre il 50° della morte del vescovo Beniamino Socche della diocesi di Reggo Emilia ( allora Guastalla faceva ancora diocesi a sè ed era retta prima dal vescovo Gaicomo Zaffrani e poi dal vescovo Angelo Zambarbieri).

Monsignor Socche resse la diocesi di Reggio Emilia dal 1946 al 1965. La figura imponente del vescovo Beniamino, la voce stentorea, lo sguardo penetrante, il discorso profondamente ispirato, il piglio deciso con cui impugnava il pastorale rimasero immediatamente impressi in tutti, sin dal primo incontro con la città celebrato nella piazza del Duomo il 12 maggio 1946.

Nato a Vicenza nel 1890 e ordinato sacerdote nel 1913, monsignor Socche svolse il suo ministero pastorale nella diocesi berica. Papa Pio XI lo elesse il 4 febbraio 1939 vescovo di Cesena, dove rimase sino al 1946, quando Pio XII lo chiamò a succedere nella nostra diocesi a monsignor Eduardo Brettoni, spentosi il 13 novembre 1945.
Sarà il cardinale Camillo Ruini, che durante l’episcopato Socche è stato docente di filosofia in Seminario e assistente dei Laureati cattolici, a presiedere, venerdì 16 gennaio 2015alle 18.30 in Cattedrale, la solenne concelebrazione eucaristica in occasione del 50° della morte del vescovo Beniamino.

Foto-1-Vescovo-Socche

soccheAc