Svezia: dal Consiglio delle Chiese no alla legge che limita permesso di residenza e ricongiungimenti familiari ai richiedenti asilo


SIR 

L’ufficio di presidenza del Consiglio delle Chiese svedese ha scritto oggi una lettera ai membri del parlamento a pochi giorni del voto del 18 giugno su una possibile estensione della validità della legge del 2016 che limitava le possibilità di ottenere la residenza in Svezia e i ricongiungimenti familiari per richiedenti asilo. 

Precedente CONTE VUOLE DIALOGO CON L'UE, 'NIENTE PROVE MUSCOLARI' Successivo Usa, i vescovi riuniti per votare nuove norme anti-abusi: si discute sul ruolo dei laici