Crea sito

Siria, l’Onu denuncia crimini contro l’umanità

Siria, l’Onu denuncia crimini contro l’umanità

Sia le forze governative siriane che le milizie fedeli al regime Shabiha hanno commesso crimini di guerra e contro l’umanità. Lo denuncia il rapporto finale della Commissione di inchiesta dell’Onu

I Paesi della Conferenza Islamica (Oic) riuniti alla Mecca hanno sospeso la Siria dall’organizzazione facendo riferimento alla repressione in atto del regime del presidente Bashar al Assad. Parlando con i giornalisti al termine del vertice, il segretario generale dell’Organizzazione islamica, Ekmeleddin Ihsanoglu, ha detto che dal summit “non è emerso un appoggio per un intervento militare esterno” in Siria.

Le forze governative siriane e le milizie fedeli al regime Shabiha hanno commesso crimini di guerra e contro l’umanità. Lo denuncia il rapporto finale della Commissione di inchiesta dell’Onu. “La Commissione ha trovato fondati motivi per ritenere che le forze governative e gli Shabiha abbiamo commesso crimini contro l’umanità, come omicidi e torture, crimini di guerra e gravi violazioni dei diritti umani e del diritto umanitario internazionale, inclusi omicidi illegali, torture, arresti e detenzioni arbitrari, violenze sessuali, attacchi indiscriminati, saccheggi e distruzione di proprietà “, si legge nel rapporto di 102 pagine degli investigatori indipendenti guidati da Paulo Pinheiro

avvenire.it