Crea sito

Sempre più Internet e telefono: così sarà il mercato di domani

Anche il brokeraggio passa at­traverso la Rete. Brokeronline è una società che si propone come un consulente assicurativo che opera principalmente attraverso in­ternet e telefono. Michele Poletti è l’account executive dell’impresa, cioè la persona che cura i rapporti con clienti e potenziali clienti fa­cendo da tramite con il mercato as­sicurativo.
  Come funziona la consulenza da voi erogata e a chi è rivolta?
  Il nostro obiettivo è di offrire la mi­gliore copertura assicurativa ai no­stri clienti garantendo un risparmio di denaro, ma soprattutto di tem­po. I nostri clienti tipo sono perso­ne, spesso professionisti, che vivo­no intensamente, vogliono un ser­vizio di alta qualità professionale e hanno poco tempo a disposizione. Il cliente si rivolge a noi dopo aver potuto consultare il sito e quindi a­ver già avuto a disposizione infor­mazioni scritte, pubbliche e traspa­renti. Il fatto di poter consultare do­cumenti on line salvarli o stampar­li è un fatto che sicuramente tutela il cliente. La nostra consulenza è sempre richiesta dal cliente e mai ‘forzata’. È l’utente che, trovando un prodotto interessante, vuole ap­profondire l’argomento inviandoci una mail, chiamandoci o salvando un preventivo. Diamo molta im­portanza alla consulenza telefonica attraverso la quale ci assicuriamo che l’utente abbia veramente com­preso i meccanismi contrattuali del­la polizza e soprattutto che effetti­vamente il prodotto a cui è interes­sato soddisfi efficacemente i biso­gni di protezione assicurativa.
 Qual è la differenza fra un servi­zio di brokeraggio on line e uno in presenza?
  La maggiore differenza è sicura­mente la comodità per il cliente. Il cliente può avere un’efficace consu­lenza assicurativa, ricevere i docu­menti contrattuali, verificare telefo­nicamente le informazioni ottenu­te dalla propria abitazione o dal pro­prio ufficio, acquistare la polizza e avere tutta la assistenza telefonica richiesta. La seconda è il fatto che il cliente non è ‘condizionato’ dalla presenza di un venditore. Può con­sultare i documenti e chiedere spie­gazioni ‘carte alla mano’. Diciamo che in questo modo per il cliente è più facile verificare la correttezza del­le informazioni ricevute. L’altra so­stanziale differenza è la capacità di poter offrire ai clienti un’ampia gam­ma di prodotti diversificati e sempre aggiornati.
  I clienti si affidano con facilità o almeno inizialmente sono diffi­denti? Come fate a vincere la titu­banza iniziale?
 Brokeronline è sul mercato dal 1999. È stato il primo broker assi­curativo su internet. Fa parte del Gruppo Bamado, che gestisce in I­talia oltre un milione di clienti per conto di importanti gruppi Bancari e assicurativi. Il Gruppo impiega ol­tre 100 persone in Italia. Ma a par­te la consistenza del gruppo, occor­re dire che oramai la consuetudine a operare on line con istituti di cre­dito e assicurazioni ha rimosso mol­ti dei ‘blocchi psicologici’ degli u­tenti. Il punto centrale è, però, co­me sempre, la qualità del servizio, che per noi significa competenza, professionalità, cortesia e correttez­za. Il pubblico, sicuramente quello a cui ci rivolgiamo, è in grado di per­cepire quasi immediatamente il li­vello professionale offerto.
  La rete sarà la nuova frontiera per l’esercizio della professione di broker?
  La consulenza assicurativa non può prescindere dall’utilizzo di internet come strumento di commercializ­zazione, distribuzione e transazio­ne di prodotti assicurativi. Tuttavia non è possibile generalizzare. Le grandi Imprese avranno sempre ne­cessità, di consulenza diretta con professionisti del settore e ci sarà sempre una parte della popolazio­ne che predilige il contatto di per­sona. È però altrettanto vero che il risparmio di tempo e la maggiore comodità offerta da un servizio di consulenza a distanza convincerà un segmento della popolazione sempre crescente ad affidarsi a In­ternet per informarsi, conoscere e acquistare prodotti e servizi di qua­lità.
  Lara Liberti  – avvenire