Per garantire un futuro di pace in Nigeria. Più sinergia tra cristiani e musulmani


L’Osservatore Romano

«La principale causa di violenza in Nigeria non è la religione, anche se alcuni gruppi terroristici l’hanno usata a fini politici»: ne è convinto padreCornelius Afebu Omonokhua, direttore esecutivo del Nigeria inter-religious council (Nirec) nonché consultore in Vaticano della Commissione per i rapporti religiosi con i musulmani. Nella sua relazione a un recente seminario ad Abuja intitolato «Corruzione, insicurezza e le sfide alla coesione nazionale in Nigeria: costruire la sinergia attraverso le fedi», il reverendo ha detto che occorre «liberare la religione da questo abuso.

Be Sociable, Share!
Precedente Greco-cattolici da Papa Francesco. Enzo Bianchi: “Terra chiamata alla riconciliazione, alla pace e all’unità” Successivo Denuncia dell’Alto commissario per i diritti umani Bachelet. Scioccanti le condizioni dei minori migranti negli Stati Uniti