Pensieri sereni come raggi di sole

Avvenire

Regaliamoci una giornata di sole. Vorrei dire di buoni pensieri, di piacevoli ricordi, di sogni gentili o di buoni propositi. Anche se poi non avverranno, non importa, quello che ci regalano oggi è già un momento di pausa serena. Ma dove trovare questi momenti quando attorno c’è un vento di notizie di guerre e di stragi in nome di una giustizia che cambia bandiera ogni giorno? Quando il dolore e la violenza sono realtà alle quali ci stiamo abituando senza una personale sofferenza, e possiamo ascoltarne il racconto mentre ci occupiamo del nostro lavoro e tutto perde del senso di umanità? La nostra mente non può condividere con il resto del mondo, vicino o lontano, le sofferenze, le difficoltà, né rispondere sempre alle grida di aiuto che ci pare sentire nell’aria che respiriamo. Tuttavia i problemi dei popoli oppressi diventano problemi di tutti anche se non vogliamo ascoltarne la realtà. Intanto la vita ci chiede forza di volontà, coraggio di innovazione, interesse del bene comune, ma anche serenità, e quella giovane forza di volontà che ha sempre fatto crescere l’uomo. Guardare in positivo è ciò che si richiede oggi a quel mondo che, mentre ci dà la mano con un sorriso, nasconde sotto terra le bombe atomiche della sua stessa distruzione. Vivere nella verità e nella leale suddivisione dei beni della terra sembra una cosa impossibile, eppure è ciò che tutti ci raccontiamo l’un l’altro quando ci dichiariamo le nostre guerre inutili ed impietose. Questa è sempre stata la realtà del mondo che per poco ci ha offerto zone e tempi di pace come i nostri giorni che ci offrono cieli sereni e poi improvvisamente ci ricoprono di nuvole nere e di pioggia. Mai come questo anno il tempo è stato incerto, vorrei dire che ha seguito le incertezze del mondo umano dove guerre locali e tempi brevi di pace si sono suddivisi le ore e gli anni. In tutto questo come mantenere la serenità dell’animo, il desiderio di migliorare la nostra vita, la capacità di innovazioni, la volontà e la fatica per arrivare a nuove scoperte. L’animo umano ha virtù meravigliose che ci riescono quasi a dimenticare ed a rendere inutili i problemi del giorno davanti alla conoscenza di nuove scoperte del mondo immenso nel quale siamo immersi come in un mare infinito. Allora le nostre guerre diventano poca cosa e la visione di qualcosa di infinito da scoprire ci insegna che la verità e lo spirito sono le reali cose da conservare. La ricerca dell’infinito incomincia ogni nostro giorno quando diamo la mano a chi non sa ancora camminare, quando insegniamo a sorridere e a parlare, a fare le prime scoperte della luce e della notte ai nostri bambini che il cielo, o la fortuna a seconda della propria fede, ci hanno dato come immenso regalo della nostra vita.

Precedente «È nata una categoria di ossessionati dal proprio io e schiacciati dall’ansia di essere felici. Una droga emozionale che rende politicamente insensibili» Successivo Scuola: Bussetti, complimenti a vincitori Olimpiadi italiano