Crea sito

Oltre 3.200 atleti alla Maratona di Reggio Emilia Domenica 14 Dicembre 2014

REGGIO EMILIA. Saranno oltre 3200 gli atleti, nuovo record della manifestazione (primato di presenze precedente nel 2013 con 2750 podisti), che si daranno battaglia  dalle ore 9 di domenica con partenza in Corso Garibaldi nel cuore della città sui 42 chilometri della 19esima Maratona Internazionale di Reggio Emilia-Città del Tricolore manifestazione organizzata dal comitato provinciale UISP di Reggio Emilia capitanata da Paolo Manelli. L’ennesima edizione all’insegna dell’incertezza che dal punto di vista prettamente agonistico ha ai nastri di partenza parecchi maratoneti che possono ambire a salire a salire sul gradino più alto del podio.

TOP RUNNERS. I top runners sono i magrebini Mokraji Lahcen, Jaouad Zain, Mohamed El Kasmi, Abdelkebir Lamachi ,Karim Abderrahim (Trc Traversetolo Running),  Carmine Buccilli , il siracusano Alessandro Brancato, i milanesi della Pro Patria Mirco Canaglia e Dario Rognoni, Francesco Milella, Matteo Pigoni (Mds). In campo femminile la portacolori dell’Atletica Reggio Ilaria Aicardi, la marchigiana Laura Giordano, le toscane Ilaria Bianchi e Claudio Dardini, la torinese Romina Cavallera, le croate Marija Vrajic e Nikolina Sustic, la slovena Alexandra Fortin. Il record della gara femminile è di 2h35’28 ed appartiene a Stefania Benedetti risalente al lontano  2007.  Sono 29 le Nazioni rappresentate dagli atleti in gara, in particolare Francia, Germania, Svizzera, Gran Bretagna, Russia, Marocco e Polonia. In totale sono più di 50 gli atleti con nazionalità straniera al via. Non mancano argentini, brasiliani, israeliani, malesi, sudafricani, statunitensi e venezuelani.

PERCORSO. Il percorso è quello di sempre che dopo il primo tratto per le vie del centro storico abbraccerà i comuni di Reggio Emilia e Quattro Castella. Le caratteristiche tecniche sono quelle di un tracciato ondulato, abbastanza difficile che nella  prima parte sale costantemente di altimetria dal 6° al 17° chilometro; uscito dalla città il drappello di atleti giungerà a Coviolo per poi proseguire alla volta di San Rigo (Km.10) e Montecavolo da dove poi si svolterà attraversando Rubbiano poco dopo l’importante rilievo tecnico della “mezza-maratona”. Giunti a San Bartolomeo  la strada inizia nuovamente a salire dal chilometro 23° sino al 27°, da sempre il punto dove si è decisa la gara. I dislivelli creeranno ulteriore selezione ed il nuovo passaggio a San Rigo (Km. 32) potrebbe già dare le prime proiezioni sull’esito finale. Rimangono poi da percorrere gli ultimi chilometri nella parte della città  che  conduce verso l’arrivo posto in corso Garibaldi davanti alla Basilica della Ghiara.

COOP CHARITY RUN. La Coop Charity Run  scatterà invece alle ore 10 , una non competitiva di 4,2 chilometri il cui ricavato sarà devoluto interamente alle associazioni di volontariato Prora, Emergency, Admo, Gast Onlus e Associazione Diabetici.

EXPO. Il Centro Maratona è stato allestito all’interno del PalaBigi di via Guasco (aperto dalle ore 7 sino alle 16orario delle premiazioni), qui sarà possibile visitare gli stand dei vari espositori.

Gazzetta di Reggio