Crea sito

“Nanotecnologie” al top “fuochi” e invidie col flop

“L’Espresso” (22/11, p. 117): “Nanotecnolo-gie”. Elogio di un sistema che abbassa la tempera-tura in lavatrice: utile e sicuro. Troppo calore fa male. Stesso “Espresso” (p. 24) opportuna replica (“Top e flop”) a recente affermazione azzardata per cui «tra la sinistra europea e i democratici Usa c’è sempre stato un legame», provata col fatto che il 10/11/1960 “L’Unità” in prima pagina «riporta(va) l’elezione di Kennedy». A quel “top” segue subito il “flop” abbassa-temperatura: la stessa “Unità” (p. 2) esaltava i rapporti tra «la Cgil e i sindacati cecoslovacchi». Si sa oggi, ma già allora – 4 anni dopo Budapest, e 8 prima di Praga – si sapeva quale fosse la realtà della Cecoslovacchia: figurarsi i sindacati! Il giusto bagno freddo in pagina abbassa la temperatura. Tu però poi a p. 26 trovi: «Gesù, è un fuoco di Paglia». Un vero “fuoco”, e tutto di ironie volutamente brucianti. Ce l’ha in blocco e comunque con cattolici e Chiesa: «il card. Bertone e il collega Bagnasco… i gesuiti della Chiesa del Gesù» – ahimè per di più “gremita” – e il «Don Camillo-risolvi problemi», e «Mario Monti e Mario Draghi (purtroppo, vero? Ndr) allievi prediletti dei Gesuiti», e il generale di questi, e il cardinal Ravasi che dialoga – aiuto! – col… direttore del “Corsera”, il quale – orrore! – da “La Casta” sarebbe passato alla “Compagnia”, ovviamente di Gesù. Insomma: proprio «un fuoco di Paglia» – maiuscola mirata – con allusioni ripetute cariche di certa invidia a S. Egidio e… all’Opus Dei, che non poteva mancare. Insomma: un “fuoco” ad altissima temperatura che sbuffa da tutti i laicissimi coperchi. Che dire? Verrebbe bene la “nanotecnologia” di p. 117: abbassa la temperatura e forse garantisce miglior pulizia: dei luoghi comuni. Provare, per… ricredersi.
avvenire.it