Messa Vespertina nella Vigilia di Pentecoste celebrata dal Santo Padre Francesco: “Dio ci lascia fare per un po’, in modo da farci sperimentare fino a che punto di male e di tristezza siamo capaci di arrivare senza di Lui… Ma lo Spirito del Cristo, Signore della storia, non vede l’ora di buttare all’aria tutto, per farci ricominciare! Noi siamo sempre un po’ “stretti” di sguardo e di cuore”


Sala stampa della Santa Sede

Alle ore 18.00 di oggi, sul Sagrato della Basilica Vaticana, il Santo Padre Francesco celebra la Messa Vespertina nella Vigilia di Pentecoste. Concelebrano con il Santo Padre i Cardinali, i Vescovi e i Sacerdoti.
***Anche stasera, vigilia dell’ultimo giorno del tempo di Pasqua, festa di Pentecoste, Gesù è in mezzo a noi e proclama ad alta voce: «Se qualcuno ha sete, venga a me, e beva chi crede in me.
Come dice la Scrittura: Dal suo grembo sgorgheranno fiumi di acqua viva» (Gv 7,37-38). È “il fiume d’acqua viva” dello Spirito Santo che scaturisce dal grembo di Gesù, dal suo fianco trafitto dalla lancia (cfr Gv 19,36), e che lava e feconda la Chiesa, mistica sposa rappresentata da Maria, nuova Eva, ai piedi della croce.
Lo Spirito Santo sgorga dal grembo di misericordia di Gesù Risorto, riempie il nostro grembo di una “misura buona, pigiata, colma e traboccante” di misericordia (cfr Lc 6,38) e ci trasforma in Chiesa-grembo di misericordia, cioè in una “madre dal cuore aperto” per tutti!

Be Sociable, Share!
Precedente La pastorale cattolica dell'aviazione civile e lo sviluppo umano integrale. XVII Seminario Mondiale a Roma Successivo La crisi della società italiana e il ruolo della Chiesa. In cammino insieme