Mafia, in un bar di Reggio Emilia la riunione dei capi che cambiò i vertici del clan nigeriano

Gazzetta di Reggio

In via Govi il summit dell’organizzazione mafiosa Maphite che ridisegnò le gerarchie del gruppo a livello regionale e nazionale. Figura chiave Henry Adesotu Aghahowa, il numero due del clan, che viveva in città.
Precedente Spari contro i cartelli del parco di Roncolo Successivo Reggio Emilia, Francesco Fantuzzi nei guai: ritirato dal mercato il suo libro sul Parma Calcio