Crea sito

“L’uomo nelle religioni”, la Settimana teologica di Camaldoli

Promossa dal Movimento ecclesiale di impegno culturale

ROMA, lunedì, 23 agosto 2010 (ZENIT.org).- Si aprirà stasera (23 agosto), presso il monastero di Camaldoli (Ar) la Settimana teologica del Meic – Movimento ecclesiale di impegno culturale. L’appuntamento è dedicato a “L’uomo nelle religioni” e intende offrire delle riflessioni che spazieranno dalla teologia delle religioni all’approfondimento della questione antropologica in cristianesimo, ebraismo, islam, induismo e nelle fedi orientali. "Quasi ogni giorno – ha affermato il presidente nazionale del Meic Carlo Cirotto – siamo scossi da notizie di fatti di sangue compiuti nel nome di un qualche dio e sempre più di frequente veniamo in contatto con tradizioni che sviliscono la donna e l’uomo nel nome di arcani principi religiosi”. “Non possiamo non chiederci – ha aggiunto Cirotto – se simili comportamenti siano ispirati da genuini messaggi religiosi o da pensieri deviati”. Poiché “la ragnatela di relazioni che sta avviluppando l’umanità entro breve tempo ci farà vivere gomito a gomito con gente di religione diversa e in possesso di diverse idee sull’uomo e la sua dignità” diventa necessaria “una corretta conoscenza che potrà evitare fraintendimenti tragici e favorire invece la purificazione e l’accettazione reciproche". Quella che verrà sviluppata a Camaldoli, secondo Cirotto, sarà “una teologia ‘con i piedi per terra’, in continuità con una lunga tradizione del Meic che non ama separare l’elevazione spirituale dalla concretezza dei problemi quotidiani". La riflessione sarà guidata, tra gli altri, dal vescovo di Viterbo, monsignor Lorenzo Chiarinelli, dall’arcivescovo di Oristano, monsignor Ignazio Sanna, da Cinto Busquet e Benedict Kanakappally – entrambi docenti alla Pontificia Università Urbaniana- , e da Francesco Zannini, professore del Pontificio Istituto di Studi arabi e di islamistica. I materiali dell’evento – che si concluderà il prossimo 27 agosto – saranno progressivamente messi a disposizione sul sito web www.meic.net.