Crea sito

«Lasciate che i bambini vengano a me». Sulla fotografia speciale di Matteo che non riesce a camminare da solo, ma aiuta i più grandi a fare strada

«Lasciate che i bambini vengano a me, perché di questi è il regno dei cieli».

Possiamo solo immaginare con quale cura, sguardo, dolcezza, Gesù accogliesse i piccoli; possiamo immaginarlo sì, però anche vederlo quando papa Francesco si fa Gesù per loro e loro per lui. Certo foto di bambini con il Santo Padre ne avevo viste tante, ma recentemente, tra quelle scattate a Torino, una mi ha colpito particolarmente.

Mi ha colpito, perché il bambino accarezzato teneramente lo conosco bene e la sua è una storia speciale. Matteo ha 7 anni, vive a Catania ed è affetto dalla rara Sindrome di Marinesco-Sjogren che coinvolge i muscoli, gli occhi, il cervelletto. Pochi casi al mondo e la scommessa sulla ricerca privata con sostegno di tanti. Con la famiglia in quei giorni ha visitato la Sindone e i luoghi salesiani di cui tanto aveva sentito parlare nell’oratorio San Francesco di Sales che frequenta insieme ai fratelli Davide e Giacomo.

Matteo ha difficoltà a parlare, ma ogni sua parola va dritta al cuore. Matteo non riesce a camminare da solo, ma aiuta i più grandi a fare strada. Matteo ha una grave malattia, ma ogni suo sorriso “guarisce” chi lo incontra. Matteo “è come Gesù” e questo lo ha scritto il fratello Giacomo (promosso in seconda media) nel libro “Un angelo con un’ala sola” (Algra Editore), proprio il libretto azzurro che il Santo Padre tiene in mano.

L’attesa di papa Francesco è stata trepidante per lui finché uno degli uomini della sicurezza angelicamente lo ha fatto volare fino “all’uomo vestito di bianco” che il piccolo chiamava con tutta la sua voce “Francesco”! Che si saranno detti? Matteo non ricorda le parole del Papa, nonostante abbia una buona memoria, ma non dimentica l’emozione di un bacio e di una carezza. Che si saranno detti? Mistero! Le parole resteranno nei loro cuori, custodite e preziose come nel cuore di ama ed è amato. In fondo ciò che conta è il sorriso di Matteo che, pur di spalle, dalla foto percepisco; ciò che conta è che per lui sarà il regno dei cieli e ci insegna la via!

vinonuovo.it