L’amministrazione Usa intende risparmiare sulle lezioni ai minori in custodia. Niente più scuola per i bambini migranti

L’Osservatore Romano

L’amministrazione di Donald Trump spinge per sospendere i programmi educativi e ricreativi per i bambini migranti in custodia delle autorità statunitensi. La denuncia è dell’Agenzia che si occupa di bambini migranti, Office of Refugee Resettlement (Orr), che ha chiesto al Congresso altri 2,88 miliardi di dollari per aumentare la propria capacità di accoglienza assicurando istruzione ai minori. Evelyn Stauffer, portavoce dell’agenzia che fa capo al Dipartimento di salute e servizi umani (Hhs), ha affermato che l’afflusso di bambini che attraversano il confine senza un genitore o un tutore legale sta richiedendo uno sforzo eccezionale per l’agenzia e ha spiegato che, in mancanza di ulteriori risorse, l’Orr, che ha già ridimensionato alcuni servizi, dovrà cancellare interi programmi.

Precedente Video Tweet del Papa (6 giugno 2019) Successivo Lourdes, il Papa invia un delegato per la cura dei pellegrini