Crea sito

Laico dogmatismo: solo «miti» millenni di pensiero

Niente censura, solo senso della misura! Giovedì “Corsera” (p. 41): «L’anima? È solo un’illusione»! Chiara Lalli ci informa con l’autorità di Edoardo Boncinelli: «È noto che l’uomo non ama conoscere la verità… preferisce le nozioni confuse e inverificabili che conducono al fiorire delle mitologie…». In pratica «l’uomo», cioè tutti noi, viviamo in confusione, finché non ci salvano Chiara Lalli e il professor Boncinelli rivelandoci qui che «l’anima è solo un’illusione». Un giudizio su millenni di pensiero umano inferiore, chiamato «dualismo ontologico». Per brevità la Bibbia intera, ma anche Socrate, Platone, Aristotele, Cassiodoro, Agostino, Tommaso d’Aquino, e giù fino a Cartesio – “res cogitans” e “res extensa”, vero? – e Spinoza – pensiero ed estensione attributi della Sostanza – e l’Oriente da millenni, e Nord, e Sud tutti «confusi» appresso all’illusione. Oggi è l’8 settembre: tutti a casa! Parola di Chiara Lalli, non nuova a rivelazioni del genere. Il 1 agosto, sempre lì, altro annuncio: «Monogamia, il mito del contratto naturale». Siamo seri, non andiamo appresso ai «miti»! Chiara Lalli ha letto un libro dell’antropologo Augustin Fuentes che dalla California ci fa conoscere un’altra verità indiscutibile: la monogamia è un mito, un’altra «nozione confusa e inverificabile»! Non si discute: si legge e si impara. Che dire? Libera Chiara Lalli, liberi Boncinelli e Fuentes, ma sorprende che senza un dubbio, senza un accenno alla discutibilità delle fonti, da Lalli in su e su temi universali come l’anima e la monogamia si pubblichi a senso unico. Nuovo supponente “dogmatismo” in pagina sul “Corsera”! Non nella satira del “Fatto”, tra le vignette, o nella prosa volutamente pazza di un Fantozzi, ma sul “Corriere della Sera”. Segno dei tempi? Vallo a sàpere…

a cura di Gianni Gennari -avvenire.it